Intervista a María Oruña, autrice di The Forest of the Four Winds

Foto: Twitter di María Oruña

Maria Oruña prendere una corsa inarrestabile e fa parte del nuovo batch di scrittori di romanzi neri brillanti e di successo che tante gioie sta dando al genere. La foresta dei quattro venti è il suo nuovo libro, che doveva essere pubblicato questo mese. La scrittrice galiziana, sebbene ambienti i suoi romanzi nel Costa cantabrica, concedimi questo intervista dove ci racconta un po 'di tutto. Apprezzo molto il tuo tempo, dedizione e gentilezza.

INTERVISTA A MARÍA ORUÑA

Notizie dalla letteratura: ti ricordi il primo libro che hai letto? E la prima storia che hai scritto?

Maria Oruña: Non ricordo il primo libro che ho letto, ma posso dire che la mia infanzia è stata piena di fumetto: da Zipi e Zape, Via Mortadelo e Filemon alle versioni a fumetti dei classici di Walt Disney; e molte storie illustrate. Gli Hollister, numero di libri in Serie Steamboat... Ne leggo almeno uno a settimana. La prima cosa che ho scritto non erano storie, ma poesie. Li ho ancora, ma lo sono molto brutto.

AL: Qual è stato il primo libro che ti ha colpito e perché?

MO: Lo adoro A est dell'Eden di John Steinbeck (l'ho letto giovanissimo, insieme a quelli di Barco de Vapor), per tutti i vettori che trattava e per il emozione y azione che ogni pagina conteneva.

AL: Chi è il tuo scrittore preferito? Puoi sceglierne più di uno e di tutte le epoche.

MO: Accidenti questo è il file domanda tipica a cui è impossibile rispondere. mi piacciono muchos autori proprio a causa di diversi che sono, ognuno magistrale nel proprio mondo, anche se è giorno e notte. L'altro giorno ho letto Frankenstein e sono rimasto affascinato dall'enorme talento di Mary Shelley. mi piacciono Pérez Reverte, Pierre Lemaitre, Rosa Montero, Máximo Huerta, Dan Brown, Fred Vargas...

AL: Quale personaggio in un libro ti sarebbe piaciuto incontrare e creare?

MO: Sono rimasto sbalordito, a suo tempo, dal originalità e freschezza de Lisbeth Salander, dalla trilogia Millenium di Stieg Larsson. Penso che sia un personaggio molto ben costruito e assolutamente carismatico.

AL: Qualche mania quando si tratta di scrivere o leggere?

MO: Penso di no. Di solito scrivo, sì, solo ed esclusivamente nel mio ufficioEbbene, ho già fatto viaggi e interviste per documentarmi.

AL: E il tuo luogo e momento preferito per farlo?

MO: Scrivo durante l'orario scolastico di mio figlio e nel resto del tempi sciolti che strappo alla giornata. Da leggere, in qualsiasi momento va bene. Prima di colazione, la notizia. Di notte, letteratura.

AL: Quale scrittore o libro ha influenzato il tuo lavoro di autore?

MO: Credo che tutti quelli che ho letto. Ho preso un punto su tutti loro, anche se fosse chiaro cosa non volevo fare. Quando leggo a Camilla Lackberg Mi è piaciuto usare due voci e due piani temporali scrivere una storia; e quando leggo a Dan Brown Ne ero convinto magia cosa potrebbe essere utilizzato scenari e fatti storici reali per creare storie.

AL: I tuoi generi preferiti?

MO: Le cose che mi piacciono sono molto eterogeneo. Non leggo romanzi gialli puristi, ma libri di suspense, storico... Tutto molto vario. Amo le biografie e le autobiografie.

AL: Cosa stai leggendo adesso? E la scrittura?

MO: Sento che non posso dirloBene, in questo momento sto leggendo libri molto specifici a documentare il mio prossimo romanzo. Y Non sto scrivendo niente. non scrivo finché non l'ho fatto de tutto il materialee metterlo insieme può richiedere dai quattro ai sei mesi di lavoro. In seguito scrivo quotidianamente.

AL: Come pensi che sia la scena editoriale per tanti autori quanti sono o vuoi pubblicare?

MO: Penso che sia complicato perché lì molto materiale e molti nuovi autori. Non facile da filtrare cosa può essere attraente Per il lettore, o quali storie hanno la verità e la forza necessarie per dedicare loro lo sforzo. Tuttavia, Penso che tu debba persistere: se un materiale è luminoso, la sua luce finisce per essere vista da qualche parte.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.