Insonnia, di Daniel Martín Serrano. Recensione

Insonnia è il primo romanzo solista di Daniel Martin Serrano, ma questo madrileno ha molta finzione alle spalle con una carriera ventennale in corso sceneggiatore di serie come Ospedale CentraleVelluto, Il PrincipeAlto mare. È professore di sceneggiatura televisiva alla Madrid Film School e ora si è lanciato con questo titolo di genere nero che sta riscuotendo un successo generale tra lettori e critici. E per me è uno dei libri di quest'anno. Questo è il mio recensione che, fortunatamente, ho potuto condividere con l'autore all'ultima Fiera del Libro di Madrid.

Insonnia - Recensione

Thomas Abad

L'ex ispettore Tomás Abad soffre di insonnia cronico e, soprattutto, stragrande. E quando arrivi all'ultima pagina del romanzo, anche tu pensi di aver colto la sua stanchezza e la sua angoscia. Inoltre, la narrazione della sua storia non ti ha dato tregua, e tale è il grado di stress e oscurità colui che soffre per il suo presente e il suo passato che ringraziate con sollievo il loro riposo, Ciò nonostante.

Il fatto è che Tomás stava andando bene nella polizia, era un ottimo professionista con un team efficiente in giro e il suo vita personale Ha funzionato anche, con un matrimonio tranquillo ma con un figlio che vedeva a malapena a causa di quel lavoro avvincente. Ma quello lavoro diventa ossessivo quando iniziano ad apparire giovani corpi decapitati che si accumuleranno in un macabro puzzle.

Poi scopri che c'è qualcuno molto vicino a chi è coinvolti e sembra più che colpevole. Questo sarà il tuo errore, perché decisione terribile quello che serve per proteggerlo sarà la sua causa espulsione, ostracismo e rifiuto da gran parte della società. Da lì a giù all'inferno prodotto dall'insonnia, colpa e più ossessione quando, nel presente, mentre si cerca di sopravvivere con Guardia di sicurezza notte in un parcheggio e poi nell'immenso cimitero de la Almudena, qualcuno te lo fa sapere l'incubo non è finito.

Due volte

Uno dei successi del romanzo è farci passare due tempi narrativi che sono mostrati anche in uso del linguaggio nel presente —Per la corrente— e in passato —Per raccontarci cosa è successo e come siamo arrivati ​​a quel regalo. Il punto è che la stessa storia, o entrambe, corrono in parallelo con a tempo così perfettamente misurato che mostra il commercio indubbio dell'autore come sceneggiatore. E lo fa così bene che anche per i lettori poco affezionati alla narrazione attuale, come nel mio caso, non cigola affatto.

Aiutano anche bei dialoghi e un rosario di caratteri secondario abbronzatura ben costruito come protagonista. Tomás recupererà alcuni di loro, che cercherà di aiutarlo, come il suo vecchio compagno, e otterrà anche nuovi alleati. Ma nessuno potrà impedire che la sua vita sprofondi sempre di più, perdendo la sua famiglia e quasi impazzendo.

Madrid

Un altro punto di forza è il atmosfera così in armonia con il tono cupo, spettrale e quasi perennemente notturno in a Madrid molto raramente descritto con così tanti buio. Inoltre, il parcheggio e le impostazioni del cimitero promuovono ulteriormente questo sensazione di irrealtà che Abad ha. Vuole solo risolvere il caso e dormire, perché ha abbastanza per espiare il grande senso di colpa che lo tormenta soffrendo di un'insonnia così devastante.

A ma

Anche se per metterlo su e molto relativo o, almeno, molto mio, diciamo per impostazione predefinita prima come correttore di bozze e poi come lettore: paragrafi troppo lunghi, molti in una pagina. Ma ciò che è stato detto, il ritmo narrativo è così riuscito che si perdonano a vicenda.

In breve

Che Daniel Martín Serrano non abbia saputo esordire meglio nella narrazione, provenendo da un genere così diverso, mutevole e immediato come è la sceneggiatura. Bella storia, buona struttura e un finale come dettano i canoni e questo ti lascia con quel sapore così spesso apprezzato in questo genere.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.