La saga del Signore degli Anelli

La saga del Signore degli Anelli

La saga de Il Signore degli Anelli è composta da tre libri. Tuttavia, questi non erano sulla bocca di tutti fino a quando non furono realizzati gli adattamenti cinematografici che lo lanciarono al successo, anche se la storia era già stata scritta molto, molto tempo fa.

Oggi quasi tutti conoscono i film del Signore degli Anelli, ma se gli chiedi del saga del signore degli anelli Nel libro, su quelle cose che non compaiono nei film, o su quegli strani colpi di scena che hanno dato loro, non so cosa risponderti. E, nei libri, c'erano molte cose che non apparivano nel film, così come molti aspetti che sono cambiati e non erano come nella storia originale. Pertanto, oggi vogliamo parlarti direttamente dei libri, del loro creatore e di quali altri romanzi sono legati a loro.

Chi ha scritto la saga del Signore degli Anelli

La saga del Signore degli Anelli

Ciò che molti scrittori vogliono è essere ascoltati delle loro creazioni, e non di loro. Per questo motivo, alcuni usano uno pseudonimo, o semplicemente non vogliono apparire nelle interviste o nelle firme di libri per mantenere il loro anonimato e lasciare che il libro prenda l'iniziativa.

Perché ti diciamo questo? Ebbene, se ascolti Il Signore degli Anelli, sai benissimo che è un libro che è diventato anche un film (e una serie televisiva). Ma se ascolti invece JRR Tolkien, potresti non collegare il nome dell'autore con i libri che ha scritto.

JRR Tolkien o, il suo vero nome, John Ronald Reuel Tolkien, era uno scrittore nato in Sud Africa (ai suoi tempi era Bloemfontein), di origini tedesche e inglesi. Si è stabilito in Inghilterra dopo aver vissuto i suoi primi tre anni in Africa. Suo padre è morto improvvisamente, mentre cercava di portare a termine la sua attività in Africa per ricongiungersi con la famiglia, cosa che ha lasciato la moglie ei due figli senza reddito. Per questo motivo, hanno finito per vivere con la famiglia della madre.

Era la madre che si prendeva cura dell'educazione dei bambini e Tolkien era uno dei più diligenti. Amava la botanica oltre ad andare in una foresta vicina a dove vivevano. Ma non era nemmeno male nell'apprendimento delle lingue, imparando il latino all'età di quattro anni (a quell'età sapeva già leggere e scrivere).

A soli 14 anni, Tolkien perde sua madre e un prete, padre Francis Xavier Morgan, si prende cura di lui e di suo fratello. La loro famiglia non voleva sapere nulla di loro perché si erano convertiti al cattolicesimo. Fu con questo prete che imparò lo spagnolo e l'arte, in particolare la pittura.

Laureato all'Exeter College, ha conseguito la laurea con lode in lingua inglese. Anche se ha smesso di studiare per entrare nell'esercito britannico nella prima guerra mondiale. A causa di una malattia, fu trasferito in Inghilterra dove era in convalescenza. Fu in questo periodo che iniziò a scrivere "Il libro dei racconti perduti" (con quel nome non suonerà familiare, ma se ti chiamiamo Il Silmarillion allora sicuramente lo sarà).

Ma in realtà il libro più famoso per cui è conosciuto fu scritto molto più tardi, nel 1925, quando tornò a Oxford come professore al Pembroke College. Ha avuto il tempo di scrivere Lo Hobbit e i primi due libri del Signore degli Anelli.

Il primo che ha pubblicato con un editore è stato The Hobbit, sperando che piacesse ai bambini. Il problema è che anche gli adulti lo leggono, è stato un tale successo che hanno chiesto un seguito.

Questo non è stato pubblicato fino al 1965, essendo questa la prima edizione de Il Signore degli Anelli, e in corso molte altre edizioni fino ad oggi (dove sono stati inclusi nuovi documenti, come nella seconda edizione, dove, nella prima parte (La comunità di l'anello), a Nota sugli archivi della Contea).

Quanti libri compongono la saga de Il Signore degli Anelli

Quanti libri compongono la saga de Il Signore degli Anelli

La semplice risposta in relazione ai libri che compongono la saga de Il Signore degli Anelli è tre. Tuttavia, se guardiamo un po 'alla storia di questi libri, e soprattutto alle diverse edizioni che sono state realizzate, possiamo parlare di un libro completo con le tre parti differenziate tra loro; ma anche delle divisioni che avevano i libri stessi.

Ed è che La saga de Il Signore degli Anelli, come avete visto, è stata scritta dall'autore in tre libri. Ma ognuno di quei libri era diviso in diversi.

  • Compagnia dell'Anello. È il primo libro ed è stato diviso in tre parti: un prologo e due parti differenti: L'anello è in arrivo e L'anello va a sud.
  • Le due torri. Il secondo libro di Tolkien sulla saga del Signore degli Anelli. Anche questo libro è suddiviso in due parti, essendo The Betrayal of Isengard e The Ring Goes East quelle che l'autore ha scelto per loro.
  • Il ritorno del re. L'ultimo dei libri del Signore degli Anelli e, come accaduto prima, è stato anche diviso in due parti, La Guerra dell'Anello e La Fine della Terza Era. Tuttavia, quei titoli sono stati rimossi. Inoltre, ha un epilogo in cui Sam racconta la storia ai suoi figli.

Il libro pre-LOTR

Quanti libri compongono la saga de Il Signore degli Anelli

Sebbene la saga del Signore degli Anelli sia già di per sé un risultato, è stata influenzata da un libro scritto in precedenza da JRR Tolkien. Parliamo di Lo Hobbit.

Per coloro che si chiedono, Lo Hobbit è un libro completo, senza parti, nonostante il fatto che l'adattamento cinematografico stesso possa far pensare diversamente. Racconta la storia di Bilbo Baggins, lo zio di Frodo, e di come nella sua avventura abbia trovato Gollum. E, con lui, l'Anello che ha finito per rubarlo e tenerlo per sé.

Possiamo dire che questo libro fornisce molte spiegazioni per certi eventi della storia. Quindi, si consiglia di leggerlo prima per avere una migliore situazione dell'intero universo che l'autore ha creato.

Il libro dopo Il Signore degli Anelli (che è prima)

Infine, non vogliamo lasciarci un altro dei libri della saga de Il Signore degli Anelli che dovresti conoscere. Ed è che, anche se si dice che vada letto dopo le precedenti, in realtà quanto raccontato in queste pagine è avvenuto molto prima. JRR Tolkien voleva dotare il proprio universo di una storia completa, piena di antichità e leggende. Ed è quello che ha creato.

Il Silmarillion, come il libro è stato intitolato, contiene molti racconti, racconti e storie di personaggi strettamente legati a quelli di Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli. Ma da un periodo più antico, riferendosi a quei commenti che alcuni protagonisti hanno fatto riguardo alle guerre o ai tempi passati.

Perché dovrebbe essere letto dopo Il Signore degli Anelli? Bene, perché è così completo e travolgente, che se prima non hai una base, è difficile da leggere e più difficile da capire.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.