Il ringiovanimento dei ceciuos

il ringiovanimento dei ceciuos

Hai mai letto? Il ringiovanimento dei ceciuos? Sai di cosa si tratta? Forse è il momento in cui si legge una storia in cui si pesa come vivevano le persone e come sono fatte adesso, un romanzo che racchiude una critica della società da parte di un autore che si sentiva anche inadeguato.

Quindi vi racconteremo, ovviamente senza dirvi la fine, tutto quello che troverete in questo libro.

Chi ha scritto la cospirazione degli stolti

Chi ha scritto la cospirazione degli stolti

Fonte: Diariosur

L'autore a cui dobbiamo La cospirazione degli stolti è John Kennedy Toole. Nacque a New Orleans nel 1937 e morì 31 anni dopo, nel 1969. Il suo libro non fu pubblicato mentre era in vita, ma fu pubblicato postumo (nel 1980) e ricevette il Premio Pulitzer per la narrativa nel 1981.

John era il figlio di John e Thelma Toole, genitori molto protettivi nei confronti del figlio, soprattutto sua madre, che non poteva lasciarlo giocare con altri bambini. Questo lo ha portato a dedicarsi agli studi ed è stato uno studente esemplare. Si è laureato alla Tulane University e ha completato un BA in inglese alla Columbia. Successivamente, ha iniziato a lavorare come assistente professore di inglese presso l'Università della Southwestern Louisiana per un anno.

Da lì andò a New York, per occupare una posizione di insegnante all'Hunter College.

Tuttavia, non ha perso la sua vocazione per la formazione, poiché ha cercato di ottenere un dottorato. Tuttavia, dover andare nell'esercito, dove ha trascorso due anni insegnando inglese alle reclute di lingua spagnola, lo ha costretto a rinunciare.

Quando tornò dalla guerra, si stabilì a New Orleans dove visse con i suoi genitori e iniziò a lavorare al Dominican College. Tuttavia, aiutava anche i suoi amici (ad esempio vendendo tamales) o, dopo essersi laureato con lode alla Tulane University, lavorando in una fabbrica di abbigliamento maschile.

Tutto questo ha catturato nel suo libro, The Conspiracy of Fools, e quando lo ha finito lo ha inviato alla casa editrice Simon & Schuster. Ma questo è stato rifiutato perché "non si trattava davvero di nulla". Poi Toole ha iniziato a deprimersi. Ha iniziato a bere, ha smesso di lavorare e ha finito per suicidarsi all'età di 31 anni.

Era sua madre che poi ha combattuto perché qualcuno leggesse il lavoro di suo figlio. E quel qualcuno era Walker Percy che, stanco dell'insistenza, lo fece, essendo deliziato dal libro. Quindi, Percy era la prefazione al libro. Come risultato di questo successo, è stato salvato un altro romanzo che l'autore aveva scritto quando aveva 16 anni e che considerava cattivo, The Neon Bible.

Di cosa parla la cospirazione degli sciocchi

Di cosa parla la cospirazione degli sciocchi

In The Conspiracy of Fools incontrerai un protagonista, Ignatius J. Reilly. Quest'uomo è un disadattato e un anacronista. Gli piacerebbe vivere in modo medievale, con i suoi modi di vivere, la sua morale, ecc. Pertanto, affinché il mondo intero lo senta, prende la decisione di scrivere centinaia di quaderni in cui dà libero sfogo a quella visione del mondo. Ciascuno dei quaderni occupa uno spazio nella sua stanza, senza ordine, sebbene abbia la ferma intenzione di ordinarli. Un giorno.

Per lui il lavoro è qualcosa di molto brutto, qualcosa che va sofferto perché il mondo è capitalista e che lui considera una forma di schiavitù. Così finisce per confrontarsi con Boezio (che ha accettato la propria esecuzione) e si mette a cercarne uno per vivere. E da lì, è filata una storia che, anche se ti farà ridere molto, ti mostrerà anche in modo esagerato, com'è la società di oggi: con i suoi egoismi, crudeltà, tristezza...

Insomma sì, riderai con il libro, ma ti dispiacerà anche vedere come è diventato il mondo e come prima non era così, né era governato da principi che ora sembra che tutti abbiamo seguito in ordine “adattarsi” ed essere uno della società.

La sinossi del libro

Ecco la sua sinossi:

The Conjuration Of Fools è un romanzo folle, acido e intelligentissimo. Ma non solo, è anche tremendamente divertente e amaro allo stesso tempo. La risata sfugge da sola davanti alle situazioni sproporzionate di questa grande tragicommedia. Ignatius J. Really è probabilmente uno dei migliori personaggi mai creati e che molti non esitano a paragonare a Don Chisciotte. Inoltre, è l'antiprotagonista perfetto per un romanzo ricco di ottimi personaggi, ambientato nella città portuale di New Orleans, il magistrale Ignazio.

È incompreso, una persona sulla trentina che vive nella casa di sua madre e che lotta per ottenere un mondo migliore dall'interno della sua stanza. Ma crudelmente verrà trascinato a vagare per le strade di New Orleans in cerca di lavoro, costretto ad inserirsi nella società, con la quale mantiene un rapporto di reciproca repulsione, per poter sostenere le spese provocate dalla madre in un incidente stradale mentre Stavo guidando ubriaco. L'autore, John K. Toole, ottiene una recensione della classe media.

Riesce a mantenere l'interesse del lettore (ancora maggiore in una seconda lettura che nella prima) con una gamma di caratteri più sgradevole. Non lascia burattini con la testa e, attraverso la personalità subdola e contorta di Ignazio, ripercorre il tempo vissuto in un tono beffardo che contrasta con la triste visione della vita dei personaggi ritratti. Non troviamo solo una storia folle e straziante di critica sociale, ma la trama si aggancia fin dall'inizio. Momento in cui, come dice il suo protagonista, Fortuna gira la ruota verso il basso e non sappiamo mai quale sia la spiacevole sorpresa che il destino ci riserva.

Da qui alcune situazioni si agganciano ad altre, proprio come fanno i personaggi, e si forma un'enorme palla di neve che finirà per esplodere alla fine del romanzo. Dopo aver terminato La Conjura De Los Focios, all'età di 32 anni, l'autore ha tentato senza successo di pubblicarlo. Ciò ha portato a una profonda depressione che ha portato al suicidio. Grazie alla tenacia e all'insistenza di sua madre, oggi possiamo goderci questo delizioso lavoro che si è aggiudicato il Premio Pulitzer. Troviamo anche pubblicata La Bibbia al neon, un romanzo scritto quando l'autore aveva 16 anni.

Che stile e struttura ha

Che stile e struttura ha

Il romanzo è suddiviso in capitoli, a loro volta suddivisi in sottocapitoli. Tutti loro Sono in terza persona e l'ironia fa parte del testo. Tuttavia, ci sono alcune parti che potrai leggere in prima persona, essendo la visione di Ignazio. Questi aiutano a capire sia il personaggio che la storia stessa. Fanno parte dei quaderni che scrive, così come delle lettere che scrive con la sua amica, Myrna Minkoff, con la quale si scontra con la sua visione del mondo, ma allo stesso tempo sente di completarla.

Molti lo pensano la storia di The Plot of Fools ha molto della vita di John Kennedy Toole, che riflette parti della sua storia, non solo per la posizione del personaggio, ma anche per i diversi lavori che svolge o per il rapporto che ha con sua madre. Anche quel desiderio perché quello che scrive serve a cambiare la realtà o il mondo.

Ora che conosci un po' meglio La cospirazione degli stolti, vedrai che è un romanzo senza tempo, che può essere applicato in questa società così come nel passato o nel futuro, e che il personaggio stesso ti fa affrontare la sua visione , ironico e crudele, del mondo. Ora, se avesse ragione o meno dipenderà solo dalla tua opinione. Lo hai letto? Ci proverai?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.