Il monaco che ha venduto la sua Ferrari

Il monaco che vendette la sua Ferrari

Il monaco che vendette la sua Ferrari

Il monaco che ha venduto la sua Ferrari è un libro di auto-aiuto conosciuto a livello internazionale scritto da un oratore motivazionale e autore Robin Sharma. Pubblicato nel 1999 dal gruppo Harper Collins Publishers, è stato commercializzato in più di 50 paesi e tradotto in più di 70 lingue. Fino al 2013 sono state vendute più di tre milioni di copie Il monaco che vendette la sua Ferrari (in inglese).

Il testo si basa sull'esperienza personale dello scrittore cittadino canadese. Sharma, quando avevo 25 anni, ha deciso di abbandonare il suo prestigioso gara avvocato di prova immergersi en cercando si. Il risultato è un percorso alla scoperta di sé trasformato in una favola imprenditoriale che ha voluto condividere con il mondo e ha dato vita a una serie.

Analisi e sintesi di Il monaco che ha venduto la sua Ferrari

La via dell'avvocato

Una persona con tutto nella vita?

Julian Mantle, un famoso avvocato laureato alla Harvard Law School, sembrava avere tutto nella vita. Cosa si potrebbe chiedere di più? I suoi stipendi superavano il milione di dollari l'anno, viveva in una sontuosa villa e possedeva una spettacolare Ferrari rossa. Tuttavia, le apparenze ingannavano: Mantle era molto stressata a causa del suo pesante carico di lavoro.

L'incidente

Nonostante la sua salute in peggioramento, il protagonista ha accettato casi sempre più complicati ed impegnativi. fino a un giorno ha subito un arresto cardiaco in piena corte. Dopo quel crollo, Mantle smise di esercitare la professione forense., È scomparso della vita pubblica e i suoi colleghi dell'azienda in cui lavorava, non lo videro più. Si diceva che fosse andato in Asia.

Il ritorno del monaco

La verità era che l'avvocato ha venduto la sua lussuosa proprietà e il suo veicolo, Tutto questo per trovare un significato più trascendentale alla tua vita. Dopo tre anni, Mantle tornò nell'azienda dove lavorava; era trasformato, radioso, dall'aspetto molto sano, traboccante di felicità. Lì, ha raccontato ai suoi ex colleghi di aver girato l'India e di conoscere gli yogi che non invecchiano.

La trasformazione

Nel Kashmir, Mantello incontrò il saggio di Sivana, chi lo ha incoraggiato a continua la tua strada fino all'Himalaya. Tra le montagne più alte del mondo, il protagonista ha deciso di rimanere e vivere con alcuni monaci - i saggi di Sivana. e si è ritrovato.

Il metodo Sivana

Yogi Ramán ha condiviso tutte le sue conoscenze con l'ex avvocato. Quel modo, Mantle ha imparato a preservare la sua energia per condurre una vita piena di vitalità, pieno di pensieri creativi e costruttivi. L'unica condizione posta dal maestro al suo allievo era che quest'ultimo tornasse al suo vecchio posto di lavoro e condividesse i precetti del metodo Sivana.

La favola

In mezzo a un giardino molto bello e tranquillo naturale, c'era un enorme faro rosso da cui proveniva un combattente di succo estremamente alto e pesante. Il combattente indossava solo una piccola stringa rosa che copriva le sue parti intime. Quando ha iniziato a passeggiare per il giardino, ha ricevuto un cronografo d'oro che qualcuno ha lasciato lì.

Poco después, il combattente scivolò e cadde privo di sensi. Al risveglio, guardò alla sua sinistra e scoprì una strada ricoperta di diamantila strada per la felicità e una piena esistenza…). A prima vista questa favola sembra un racconto fantasioso, senza senso. Tuttavia, ciascuno degli elementi della storia ha un significato potente insieme alle chiavi descritte di seguito:

La qualità della vita dipende dalla qualità dei pensieri

La favola del combattente del succo lo riflette la padronanza della mente è essenziale per condurre una vita piena. Sebbene gli errori e le cadute (avversità) facciano parte dell'esistenza, le persone non dovrebbero essere sopraffatte dalla negatività. Invece, l'autore esorta a proiettare l'ottimismo attraverso la padronanza dei pensieri.

Lo scopo della vitaDharma)

Nella favola del combattente del succo, appare un faro rosso, da cui esce questo personaggio. Questa costruzione rappresenta il focus che le persone devono avere per raggiungere il loro Dharma. Voglio dire, quell'eroica missione personale realizzabile solo attraverso il riconoscimento dei propri doni e talenti, insieme all'accettazione delle paure per affrontarle e superarle.

Il potere della disciplina

Il tempo deve essere gestito con coscienza. Nella favola gli abiti succinti del combattente del succo simboleggia l'autodisciplina. A questo proposito, il metodo Sivana specifica che i voti di silenzio per lungo tempo sono ideali per rafforzare la volontà delle persone.

Allo stesso modo, l'orologio d'oro è un simbolo del rispetto che i saggi hanno per la loro gestione del tempo. Perché una persona capace di gestire il proprio tempo è una persona capace di gestire la propria vita e di godersi ogni momento di essa. Con questo in mente, è fondamentale imparare a dire "no" per evitare di perdere tempo in attività indesiderate e per pianificare bene la giornata.

Servi disinteressatamente gli altri e immergiti nel presente

Il "qui e ora" è il momento più rilevante di tutti; Solo così si possono apprezzare le vere ricchezze (i diamanti) del cammino della vita. Inoltre, per rendere ogni momento più gratificante, le persone devono dedicarsi al servizio degli altri Senza aspettarsi nulla in cambio. A questo proposito, i monaci hanno detto a Mantle che "aiutando gli altri in realtà aiuti te stesso".

Tecniche ed esercizi descritti nel libro

  • Il cuore della rosa, un esercizio di concentrazione per conquistare la mente;
  • Cinque passaggi per raggiungere obiettivi chiari e concisi:
    • Scatta una foto mentale
    • Ispirazione
    • scadenza
    • La "regola magica dei 21 giorni" per creare una nuova abitudine
    • Goditi l'intero processo;
  • I 10 rituali per una vita radiosa:
    • Rituale della solitudine
    • Rituale della fisicità
    • Nutrizione
    • Rituale di abbondante conoscenza
    • Rituale di riflessione personale
    • Risveglio precoce
    • Rituale musicale
    • Il mantra ispiratore (rituale delle parole pronunciate)
    • Rituale di congruenza
    • Rituale della semplicità;
  • Autodisciplina: non parlare per un giorno intero;
  • XNUMX minuti di pianificazione giornaliera e un'ora di pianificazione settimanale;
  • Riflessione quotidiana su come mostrare affetto, aiutare gli altri ed essere grati ogni giorno.

Chi l'Autore

Nascita, infanzia e studi

Robin Sharma è nato in Uganda nel 1965. È figlio di padre indù e madre keniota. Lo portarono a Port Hawkesbury, in Canada, quando era molto giovane. Lì trascorse la sua infanzia e gran parte della sua giovinezza, tempo in cui si dedicò allo studio della Biologia. Dopo, Ha conseguito un Master of Laws presso la Dalhousie University, Nova Scotia.

In quella casa di studi insegnò giurisprudenza e iniziò a coltivare le sue capacità oratorie. Infine, se divenne un rinomato avvocato fino a quando decise di dare una svolta radicale alla sua vita e lasciare la sua carriera di avvocato. Oggi Sharma è famoso in molti paesi grazie alle sue innumerevoli lezioni motivazionali e di leadership.

Robin Sharma, lo scrittore

Gli inizi di Sharma nell'editoria furono piuttosto modesti. La sua prima letteraria è stata Megaliving!: 30 giorni per una vita perfetta (1994), autopubblicato e curato da sua madre. Il suo secondo libro, anch'esso autopubblicato nel 1997, è stato Il monaco che ha venduto la sua Ferrari.

Il libro del monaco è una lirica in prosa con tratti autobiografici sulla via della crescita spirituale di un avvocato deciso a superare la sua quotidianità materialista. Questa storia è diventata davvero nota dopo che Ed Carson, ex presidente di Harper Collins, ha "scoperto" il testo in una libreria canadese. Il titolo sarebbe stato rilanciato nel 1999.

Altri libri pubblicati da Robin Sharma

  • 8 chiavi della guida del monaco che ha venduto la sua Ferrari (Saggezza di leadership dal monaco che ha venduto la sua Ferrari, 1998);
  • Chi ti piangerà quando morirai? (Chi piangerà quando morirai: lezioni di vita dal monaco che vendette la sua Ferrari, 1999);
  • Il santo, il surfista e l'esecutivo (Il santo, il surfista e l'amministratore delegato, 2002);
  • Il leader che non aveva posizione (Il leader che non ha avuto alcun titolo, 2010);
  • Lettere segrete del monaco che ha venduto la sua Ferrari (Le lettere segrete del monaco che vendette la sua Ferrari, 2011);
  • Triunfo (Piccolo libro nero per un successo straordinario, 2016);
  • Il club delle 5 del mattino (Il Club delle 5:XNUMX, 2018).

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.