I migliori narratori della storia

I migliori narratori della storia

La breve letteratura Ha subito una rinascita negli ultimi anni grazie ai social media e ai modelli di consumo più veloci che in passato. Una buona occasione per ricordarli i migliori narratori di sempre incaricato di esaltare un genere che, fino alla metà del XX secolo, ha vissuto la sua particolare età dell'oro.

Edgar Allan Poe

Edgar Allan Poe

Nato a Boston nel 1809, Poe era il principale ambasciatore del racconto negli Stati Uniti e precursore di un genere come la fantascienza ciò avrebbe aperto la porta ad altri autori dal XIX secolo in poi. Considerato anche il primo scrittore a cercare di vivere delle sue storie, l'autore di The Golden Beetle è stato schiavo di una vita segnata da disagi familiari, alcol e depressione. Esperienze da cui sono nati classici della letteratura breve a cavallo tra satirico e gotico, come La caja oblonga, El Rey Peste o la sua grande opera Nessun prodotto trovato..

Gabriel García Márquez

Gabriel García Márquez

Anche se lo era Cent'anni di solitudine il romanzo che lo renderebbe la star letteraria che è oggi, Gabo ha coltivato l'arte del racconto fin dall'inizio della sua carriera. Dalla collezione Occhi di cane bluche già anticipava il Macondo che avremmo scoperto attraverso la saga di Buendía al giornalista Storia di un naufrago, lo scrittore colombiano ci ha regalato diverse storie che vale la pena menzionare, tra le quali il potente The Trace of Your Blood in the Snow, incluso nella raccolta Dodici racconti di pellegrini che trattava delle esperienze di diversi caratteri latini in Europa e che è stato pubblicato nel 1992.

Alice Munro

Alice Munro

Alice Munro, vincitrice del Premio Nobel per la letteratura 2013.

Premio Nobel nel 2013 per il suo duro lavoro sul racconto, la canadese Alice Munro è una delle migliori esempi contemporanei di letteratura breve. Sebbene i suoi primi scritti arrivassero negli anni '60, fu solo alla fine degli anni '70 che iniziò a farsi conoscere grazie alla collezione Chi ti credi di essere?, seguito dal successo di altre antologie come la celebre Le lune di Giove. Le storie di Munro sono generalmente ambientate nella contea di Huron, in Ontario, e, a differenza dei protagonisti maschili più lusinghieri, le protagoniste femminili sono molto più complesse, coinvolgendo il lettore con le loro storie di solitudine, riconciliazione e introspezione.

Anton Chekhov

Anton Cechov

Se c'è un narratore da considerare, quello è il russo Anton Chekhov, un autore trasformato in un potente caleidoscopio della sua nativa Russia, un paese di cui ha catturato la realtà attraverso storie che evocavano il realismo e il naturalismo della fine del XIX secolo. Sebbene inizialmente Cechov abbia iniziato a scrivere semplicemente per aspirazioni finanziarie, alla fine ha finito per includere nuove avanguardie come il monologo interiore, che avrebbe ispirato altri scrittori come James Joyce dopo il successo del suo lavoro tradotto subito dopo la prima guerra mondiale. Funziona come The Flying Islands, Il bacio o La tristezza fa già parte della storia universale della letteratura.

Charles Perrault

Charles Perrault

Sebbene inizialmente il suo lavoro fosse basato sull'elogio di Luigi Magno, alla cui corte lavorò per parte del diciassettesimo secolo, Perrault era destinato a reinventare i racconti di una vita per portarli alle nuove generazioni e farli durare per l'eternità. Creatore di storie per bambini (o forse non tanto) come Cenerentola, Cappuccetto Rosso o Il gatto con gli stivali, incluso nel libro Nessun prodotto trovato., Perrault è forse uno dei più famosi narratori della storia e l'autore da cui è tratto un intero universo di costumi, reinvenzioni o film Disney per bambini.

Charles Bukowski

Charles Bukowski

Nato in Germania ma nazionalizzato negli Stati Uniti, Bukowski rappresenta l'immagine mitica dello scrittore corrotto: alcol, satira e sesso attorno a una macchina da scrivere con cui guadagnarsi da vivere (o con cui continuare ad ottenere benefici per vivere un'esistenza sbilanciata). Sebbene i suoi romanzi facciano parte della sua carriera, sono stati i racconti a renderlo famoso e ad ispirare un'intera generazione di scrittori da lui affascinati. sporco realismo. I migliori esempi sono La macchina del cazzo, un'antologia che raccoglie storie diverse su personaggi e situazioni nella vita quotidiana dell'autore, o la storia Wanted Woman, in cui Bukowski parla di un amore impossibile in un mondo ostile.

Jorge Luis Borges

Jorge Luis Borges

La filosofia ha intessuto il lavoro del considerato di i migliori scrittori del XX secolo. Da quel momento in poi l'universo dei Borges argentini si dispiegò assumendo forme più evidenti ma anche impegnative. La matematica letteraria o i bestiari logici, la simbologia della Bibbia, di Shakespeare o della Cabala, hanno cementato la traiettoria di questo eterno candidato al Premio Nobel per la letteratura la cui definizione di tutto e niente attraverso lettere o storie come il mitico L'Aleph ne fanno un punto di riferimento.

Julio Cortázar

Julio Cortázar

Un connazionale di Borges, Cortázar non è da meno quando si tratta della sua carriera di narratore. Anche se parte della sua eredità ruota attorno al suo famoso libro Rayuela, Cortázar ha abbagliato il mondo con storie in cui il metafisico e il quotidiano fluttuavano mano nella mano, specialmente in storie come La noche bocarriba, forse una delle le migliori storie di sempre, o Axolotl, dove una salamandra messicana funge da modello per parlare della solitudine dell'essere umano.

Juan José Arreola

Juan José Arreola

Collega di un altro grande scrittore messicano di racconti come Juan Rulfo, autore con cui ho fondato pubblicazioni letterarie come la rivista Pan, Arreola è uno dei grandi narratori del XX secolo ed era uno degli editori più prolifici del Messico. La sua opera più famosa, Confabulario, è un compendio di storie che affrontano, con ironia, problemi come la solitudine, l'isolamento oi problemi dell'amore. Senza dubbio, uno dei autori messicani più universali.

queste i migliori narratori di sempre Hanno cementato una narrazione breve ma profonda, diventando grandi scrittori del loro tempo e influenzando le generazioni future che hanno trasformato il brief in una nuova tendenza.

Qual è il tuo narratore preferito?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Walter gonzales suddetto

    Il miglior narratore in Perù è stato Sebastián Salazar Bondi