I migliori libri di poesie di sempre

Neruda non è morto di cancro

Grazie le reti sociali, la poesia sembra abbandonare il suo lungo sonno per riacquistare il posto che gli spetta. Una posizione un tempo consacrata da grandi poeti e oratori che hanno trovato nei versi il modo perfetto per descrivere il mondo, per far vibrare i suoi molteplici strati e trasformare le emozioni in testi. Questi migliori libri di poesie definiscono l'evoluzione di un'arte eterna e senza tempo che, tuttavia, non cessa di rinnovarsi.

I migliori libri di poesie

L'Iliade, di Omero

L'epopea greca che Cambierò per sempre la letteratura occidentale Era anche la prima grande poesia dei nostri testi. Sebbene la sua data di pubblicazione sia ancora sconosciuta, si ritiene che L'Iliade risale a qualche tempo nell'VIII secolo aC e consiste di 15.693 versetti Riflettono l'ira di Achille durante l'ultimo anno della guerra di Troia, una città conosciuta come Ilion, in greco. Un intero classico.

Rime e leggende, di Gustavo Adolfo Bécquer

Ambasciatore di a romanticismo che ha cercato di aprire alle nuove tendenze letterarie, Bécquer ha vissuto male a Madrid per gran parte della sua vita senza vedere parte del suo lavoro pubblicato. Le rime che compongono questo volume furono pubblicati dai suoi amici anni dopo la sua morte, poco dopo che un incendio li aveva quasi spazzati via. Leyends inclusi sono stati pubblicati per tutta la vita dell'autore. Un'esistenza nutrita di temi come amore, morte o riferimenti alla stessa letteratura che Bécquer ha scritto e che trova nelle pagine di questo libro un'apertura a un mondo di nuove forme e colori.

Ti piacerebbe leggere il Rime e leggende di Bécquer?

Lame d'erba, di Walt Whitman

Considerato all'unanimità come il grande poeta americano di tutti i tempi, Whitman ha lavorato Foglie d'erbadurante gran parte della sua vita, così che la prima versione è stata modificata in numerose occasioni in diverse edizioni. Infine, le prime poesie furono salvate, al fine di preservare l'impulsività di un autore di cui parlava il suo rapporto con la natura, con il tempo che ha dovuto vivere e anche di un presidente come Abraham Lincoln a cui dedica un'elegia. A differenza della spiritualità che trasuda romanticismo, Whitman lo sapeva come conferire volume e forma alla poesia del XIX secolo, di un materialismo incarnato in un uomo che sa anche pensare ed esistere.

Poesie, di Emily Dickinson

Nonostante il più di 1800 poesie che l'americana Emily Dickinson scrisse mentre era in vita, pochi furono pubblicati. Infatti, coloro che hanno visto la luce durante la vita dell'autrice sono stati modificati da alcuni editori che non hanno osato mostrare al mondo la poesia unica di questa donna, chiusa per gran parte della sua vita in una stanza. Non sarebbe stato fino alla sua morte, nel 1886, quando la sua sorellina scoprì tutte le poesie e le fece conoscere al mondo. Nutrito dalla Bibbia e dall'umorismo americano, navigando tra morte e immortalità che l'ha ispirata così tanto, Dickinson è considerato uno dei grandi figure della poesia degli Stati Uniti.

Leggi il Poesie di Emily Dickinson.

Venti poesie d'amore e una canzone disperata, di Pablo Neruda

«Mi piace quando stai zitto perché sei come assente ".

Uno le citazioni poetiche più famose dalle lettere ispaniche Fa parte di questo libro, il primo di Neruda e pubblicato dall'autore cileno nel 1924 all'età di soli 19 anni. Facendo uso di un verso alessandrino e il suo stile con cui ha cercato di allontanarsi dal realismo che predominava nei suoi primi lavori, il libro è composto da venti poesie senza nome e un'ultima, The Desperate Song, che riassume i sentimenti dell'autore verso i suoi amori giovanili. Uno di le opere più significative in lingua spagnola del XX secolo, senza dubbio.

Non potrai smettere di leggere Venti poesie d'amore e una canzone disperata.

Poeta a New York, di Federico García Lorca

Il 18 agosto 1936 Federico García Lorca è stato girato da qualche parte tra Viznar e Alfacar, a Granada, lasciando in eredità le più significative raccolte di poesie dell'Andalusia che tanto amava e di cui lavora Poeta a New York. Pubblicato postumo nel 1940 in due prime edizioni diverse ma non coincidenti tra loro per ovvie ragioni, il grande lavoro di Lorca fu consolidamento dell'autore, di un uomo che nella città di New York dove visse tra il 1929 e il 1930 cercò di evocare una bellezza pura, lontana dall'industrializzazione, dal capitalismo e dal razzismo che ha prevalso negli Stati Uniti. Un lavoro in cui Lorca, in depressione in quel momento, si apre al mondo cercando di trovare la sua versione migliore.

Ariel di Sylvia Plath

Prima di suicidarsi nel 1963, Sylvia Plath ha completato una raccolta di poesie intitolata Ariel che sarà pubblicato da suo marito e assistente letterario, Ted Hughes, un anno dopo. La controversia è arrivata quando il lavoro è stato modificato da Hughes, che rimosso alcune delle poesie esistenti e ne aggiunsero altri inediti per ridurre il carattere ripetitivo all'opera, criticata e difesa allo stesso modo dagli esperti. L'opera, una svolta più drammatica rispetto ai lavori precedenti di Plath, fa affidamento sulla natura come tela per la tipica malinconia dell'autore.

Antologia poetica, di Mario Benedetti

Scrittore e romanziere uruguaiano, Benedetti dedicò anche gran parte della sua vita alla poesia. La vita quotidiana, decantata come un motore epico e condita di amore e politica, umorismo e riflessione, donne e ricordi, permeano le pagine di questo Antologia poeticapubblicato nel 1984. La migliore opzione quando si tratta di accedere ai migliori versi dell'autore in un unico volume.

Altri modi di usare la bocca, di Rupi Kaur

Tutto è iniziato su un conto di Instagram in cui la poetessa indiana canadese Rupi Kaur iniziò a pubblicare estratti del suo lavoro. Mesi dopo, e dopo una foto dell'autore che lasciava sul letto una scia mestruale che ha rivoluzionato i social network, Kaur ha pubblicato due libri: Latte e miele (Altri modi per usare la bocca, nel nostro paese) e Il sole e i suoi fiori, opere che mettono insieme la poesia per queste e per le generazioni future dove non mancano riferimenti a temi come femminismo, crepacuore o immigrazione.

Cosa sono per te i migliori libri di poesie di sempre?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.