I migliori libri del XNUMX ° secolo

I migliori libri del XX secolo e Il piccolo principe

Segnato dagli episodi storici che avrebbero definito il millennio in corso, il Novecento è stato un'esplosione di correnti letterarie sedimentate con la liberazione di vecchie storie, la scoperta di nuove forme di narrazione e un tempo che è stato inquadrato nelle pagine di alcuni dei suoi più grandi gioca. Questa selezione di i migliori libri del XX secolo diventa il miglior esempio.

Ulisse, di James Joyce

Trasformato in provocazione per un critico per anni diviso, l'Ulisse di Joyce parla di un secolo, di un tempo, di personaggi nichilisti che percorrono le strade di Dublino in cerca di risposte. Le storie di Leopold Bloom e Stephen Dedalus potrebbero appartenere allo stesso autore il cui monologo interiore caratterizza parte di quest'opera che prende il nome dal protagonista dell'Odissea di Omero come un modo per adattare storie senza tempo ai tempi nuovi, che necessitavano di altre prospettive. Considerato da molti come il miglior libro scritto in inglese del XX secolo, Ulises ha portato a un fenomeno culturale sotto forma di percorsi turistici e celebrazioni annuali che migliorano ulteriormente l'eredità del lavoro.

Alla ricerca del tempo perduto, di Marcel Proust

alla ricerca del tempo perduto di marcel proust

Formato da sette parti scritte da Proust tra il 1908 e il 1922 (tre di loro postumi), Alla ricerca del tempo perduto parla di un tempo, quello di Marcel, un giovane di grande sensibilità che cerca di fare lo scrittore e si allontana dal percorso stabilito all'inseguimento delle feste e del sesso. Una riflessione che include i primi riferimenti concreti a l'omosessualità nella letteratura e un femminismo esaltato che riduce la mascolinità a un semplice stereotipo, formando una delle opere più influenti del XX secolo.

The Grapes of Wrath, di John Steinbeck

l'uva dell'ira di john steinbeck

Vincitore di premio Pulitzer e il lavoro che definirebbe un'era come The Great Depression, The Grapes of Wrath, pubblicato nel 1939, è uno dei grandi opere della letteratura americana. Il viaggio della famiglia Joad, costretta a emigrare dall'Oklahoma in California dopo aver visto le loro terre espropriate, diventa il ritratto di un tempo segnato da disuguaglianze economiche e aspettative future frustrate. Un intero classico.

Il diario di Ana Frank

Il diario di Ana Frank

Pochi libri sono stati in grado di raccontare la verità dall'inferno stesso; tanto meno una ragazza di tredici anni che una volta sognava un mondo migliore. Anne Frank e la sua famiglia, tutti ebrei, fuggì dall'occupazione nazista nascondendosi nella soffitta di un vecchio magazzino ad Amsterdam dal 12 giugno 1942 al 1 agosto 1944, giorno in cui furono scoperti e inviati nei campi di concentramento. Un lungo periodo durante il quale la giovane Frank scrisse il suo stato, la sua visione del mondo e la vita che doveva ancora vivere in un diario che sarebbe stato salvato dal padre, unico sopravvissuto alla tragedia.

Il piccolo principe, di Antoine Saint-Exupéry

Il piccolo principe di antoine de saint exupery

Aviatore e scrittore, Saint-Exupéry è stato ispirato da uno sbarco nel deserto del Sahara per raccontare la storia di un pilota che incontra un ragazzo biondo scappato da un asteroide minacciato dalla presenza di baobab. Il breve ma intenso viaggio del Piccolo Principe è servito per scoprire le diverse metafore di un mondo non così perfetto dove quella volpe che voleva essere addomesticata o l'uomo d'affari che contava le stelle rappresentavano una realtà che continua ancora oggi. Senza tempo e essenziale per grandi e piccini.

 

Lolita, di Vladimir Nabokov

lolita di vladimir nabokov

Quando la storia dell'ossessione di un insegnante di psicologia da parte della sua figliastra dodicenne fu pubblicata nel 1955, il mondo andò su tutte le furie e la censura si scatenò. Col passare del tempo, tutti si sarebbero resi conto della qualità di l'opera più famosa del russo Nabokov, la base per comprendere la psicopatia di una società in cui la morale e i valori sono spesso inibiti da un desiderio che non comprende età o relazioni.

Cent'anni di solitudine, di Gabriel García Márquez

cento anni di solitudine di gabriel garcia marquez

Durante diciotto mesi di difficoltà e crisi economica, il colombiano Gabriel García Márquez ha scritto da Città del Messico il libro che avrebbe cambiato per sempre la letteratura latinoamericana. Pubblicato nel 1967, Cent'anni di solitudine è il romanzo ispanico più influente del XX secolo non solo per confermare la schiusa del Boom latinoamericano degli anni '60 e un realismo magico così presenti nelle strade e nei personaggi di quel paese perduto di Macondo, ma per aver congelato per l'eternità tra le sue pagine la storia di un intero continente.

1984, di George Orwell

1984 di george orwell

Black Mirror, The Handmaid's Tale ... distopia Si è insinuato nelle nostre vite sotto forma di film, serie e libri che devono parte del loro immaginario al 1984, il romanzo di George Orwell pubblicato pochi anni dopo la seconda guerra mondiale in cui il mondo iniziò a ripensare alle ragioni delle sue disgrazie e le loro conseguenze. Ambientato in un'Inghilterra futuristica dove grande Fratello controlla la vita di tutti i suoi abitanti, la premessa del 1984 è tanto agghiacciante quanto realistica se analizziamo il corso dei tempi attuali in cui il controllo inizia con un semplice telefono cellulare.

To Kill a Mockingbird di Harper Lee

To Kill a Mockingbird di Harper Lee

Diventato il romanzo più letto sul razzismo del XX secoloTo Kill a Mockingbird di Harper Lee, pubblicato nel 1960, è un classico della letteratura che è servito a comprendere una storia razziale degli Stati Uniti non del tutto risolta. Attraverso gli occhi di suo padre, Atticus Finch, narratore della commedia e difensore di un uomo di colore accusato di aver violentato una donna bianca durante la Grande Depressione, il giovane Scout Finch diventa alter ego da un'autrice che conosceva questa realtà da sempre. Nel 2015, una seconda parte, scritta prima di Killing a Mockingbird stesso, è stata pubblicata sotto il nome di Vai e posta una sentinella.

Harry Potter e la pietra filosofale di JK Rowling

Harry Potter e la pietra filosofale di JK Rowling

Pochi, o forse nessuno, fenomeni letterari possono essere misurati con quelli causati da la saga del ragazzo mago Harry Potter e le sue avventure alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Il primo lavoro, pubblicato nel 1997 dal manoscritto di una giovane madre divorziata e disoccupata, Harry Potter e la pietra filosofale, divenne il boom adolescenziale per eccellenza che avrebbe portato ad altri sei libri (senza contare Harry Potter e il dannato retaggio) il cui valore totale è salito a $ 15 miliardi nel 2007.

Quali sono, secondo te, i migliori libri del XX secolo?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Luis Portanza suddetto

    Non è grave, -come provoca la vergogna di qualcun altro-, e prende in giro noi lettori; un "critico letterario", che elenca i migliori libri di S20; Ciò include una frode come è considerare in una lista letteraria premium dell'umanità, la frode di quello che chiamano il "diario di Anne Frank", una frode che è stata stabilita centomila volte irreprensibilmente. Non ha alcun merito esporlo come "libro" o come opera letteraria poiché non ha valore letterario. Questo "lavoro" non fa che sottovalutare l'indubbio valore degli altri citati e gli fa un disservizio confrontandolo con quelli scritti dal resto dei veri autori "vacche sacre" in termini letterari.

bool (vero)