I libri di Arturo Pérez-Reverte

Quando gli utenti di Internet inseriscono "Arturo Pérez-Reverte Libros" nel loro motore di ricerca, i risultati più frequenti sono legati alla saga di successo che ha trasformato lo scrittore in un best seller: Capitano Alatriste. Il primo romanzo di questa serie è stato scritto insieme dall'autore e da sua figlia Carlota Pérez-Reverte. Oltre al successo di questa prima puntata, lo scrittore ha deciso di continuare - da solo - con le avventure dell'intrepido personaggio.

Molti brand Pérez-Reverte irriverenti e persino arroganti. Ciò, principalmente, a causa di alcune polemiche che sono state presentate attraverso i social network. In ogni caso, lo stupendo lavoro di giornalista, così come la sua magnifica penna dimostrano il contrario. Non in vano, Pérez-Reverte è uno dei professori della Royal Spanish Academy.

Breve cenni biografici

Arturo Pérez-Reverte Gutiérrez è nato nella città spagnola di Cartagena, il 25 novembre 1951. I suoi studi superiori si sono svolti presso l'Università Complutense di Madrid, dove si è laureato in giornalismo. Ha esercitato questa carriera per 21 anni consecutivi (1973-1994) in televisione, radio e stampa, in cui si è occupato di problemi internazionali.

Ha debuttato come scrittore a metà degli anni '80 con il suo libro Ussaro (1986). Tuttavia, divenne noto attraverso le sue opere: La tavola delle Fiandre (1990) y Il Dumas club (1993). Questi lavori erano solo il preambolo del successo che attendeva. La sua carriera ha avuto la maggiore spinta nella pubblicazione del romanzo storico Capitano Alatriste (1996). Tale era la ricettività del pubblico, che finì per diventare una saga di 7 libri con milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Dal 1994, Pérez-Reverte si dedica esclusivamente alla scrittura, sostenendo ad oggi la paternità di oltre 40 romanzi. Inoltre, ha ottenuto riconoscimenti nazionali e internazionali, sia per le sue opere che per le sceneggiature da esse adattate per il cinema, come:

  • Premio Goya 1992 per la migliore sceneggiatura adattata da Maestro di scherma
  • 1994 Palle Rosenkranz Prize, assegnato al romanzo dall'Accademia Danese di Criminologia Il Dumas club
  • Dagger Award 2014 per Black Novel per L'assedio
  • Liber Award 2015 al più eccezionale autore ispanoamericano

Libri di Arturo Pérez-Reverte

La tavola delle Fiandre (1990)

È la terza opera pubblicata dallo scrittore, un romanzo storico e poliziesco pieno di mistero e ambientato nella città di Madrid. In poco tempo, quest'opera di Pérez-Reverte è riuscita a vendere più di 30mila copie tradotto in diverse lingue, dandogli una notevole portata internazionale. È stato anche adattato in un film nel 1994 da una società di produzione inglese e diretto da Jim McBride.

Sinossi

Il romanzo presenta l'enigma intrappolato in un dipinto familiare come La tavola delle Fiandre —Dal pittore Pieter Van Huys (XV secolo) - e in cui viene catturata una partita a scacchi tra due uomini osservati da una fanciulla. Già nel XX secolo, Julia, una giovane restauratrice d'arte, viene incaricata di lavorare all'opera per un'asta. Mentre descrive il dipinto, nota un'iscrizione nascosta che dice: "QUIS NECAVIT EQUITEM " (Chi ha ucciso il cavaliere?).

Incuriosita da ciò che ha scoperto, Julia chiede l'autorizzazione a Menchu ​​Roch - amico e gallerista - e al proprietario del dipinto, Manuel Belmonte, per indagare su questo mistero, che potrebbe aggiungere maggior valore all'opera. Là inizia un'indagine per risolvere un enigma così complicato, con l'antiquario Cesar e un esperto giocatore di scacchi di nome Muñoz come consiglieri.

Con ogni movimento dei pezzi sulla scacchiera, i segreti pieni di ambizione e sangue verranno svelati, che finirà per coinvolgere ogni personaggio.

Il ponte degli assassini (2011)

Questo lavoro è il settimo capitolo della popolare saga Capitano Alatriste. È un romanzo ricco di azione sulle avventure dello spadaccino Diego Alatriste e Tenorio attraverso le principali città d'Italia come Roma, Venezia, Napoli e Milano. Con questa storia, Arturo Pérez-Reverte conclude la collezione di questo famoso avventuriero che gli ha dato così tanto riconoscimento a livello letterario.

Sinossi

Il ponte degli assassini Si basa su una nuova missione per Diego Alatriste, questa volta a Venezia, dove è accompagnato da Íñigo Balboa, il suo inseparabile amico e protetto. Attraverso Francisco de Quevedo, il protagonista viene scelto per assassinare l'attuale Doge mentre è in corso la cerimonia di Natale.

L'obiettivo principale della scomparsa è assegnare un nuovo governo alleato dei reali spagnoli. Non sarà un lavoro facile, né per Diego né per i suoi compari: Copons, Balboa e il Moro Gurriato, che accetteranno la sfida, pur ritenendosi impossibili.

Sabotaggio (2018)

Questa romanzo storico pieno di azione e mistero È la chiusura della trilogia di Falcó. È ambientato nella Spagna degli anni '30, sconvolta dalla guerra civile. Come i precedenti, la trama è piena di incognite, tradimenti, crimini, bestialità, audacia, vittime e oscurità.

Sinossi

In questo nuovo dramma Lorenzo Falcó affronta due missioni assegnate da un ammiraglio dell'intelligence franchista, e per eseguirli devi recarti in Francia. In primo luogo, il personaggio principale avrà l'obiettivo di impedire il dipinto Guernica —Dal pittore Pablo Picasso— è stato presentato alla rinomata Esposizione Universale di Parigi.

Come secondo obiettivo, Falcó deve screditare uno studioso che appartiene alla sinistra. Questa trama ci presenterà il lato più oscuro di Falcó, che deve affrontare innumerevoli pericoli in un luogo pieno di frivolezza.

Linea di fuoco (2020)

È l'ultimo libro pubblicato dallo scrittore Pérez-Reverte. È un romanzo storico in onore di tutti coloro che hanno combattuto nella guerra civile spagnola. Questa incredibile storia - pur avendo personaggi di fantasia - racconta la realtà vissuta dai cittadini delle terre di Cervantes in quel periodo duro.

Pérez-Reverte presenta una magistrale combinazione di finzione e realtà, dove resoconti personali ben documentati conferiscono enorme forza alla trama. Il risultato finale è un omaggio a luci e lettere a tutti coloro che sono coinvolti in un conflitto così duro.

Sinossi

Il dramma si concentra il 24 e 25 luglio 1938, quando inizia la battaglia dell'Ebro. L'opera descrive la marcia di oltre 2.800 uomini e 14 donne appartenenti all'XI Brigata Mista dell'Esercito della Repubblica, che avanzano fino ad attraversare il fiume e stabilirsi a Castellets del Segre. Proprio lì inizia un duro confronto che è durato dieci giorni e ha causato migliaia di perdite.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.