L'Hávamál. La poesia degli insegnamenti di Odino. 25 precetti

1. Illustrazione di Georg von Rosen.
2. Illustrazione di WG Collingwood (1908)

La traduzione letterale di Hávamál è «Parole dell'AltissimoDiscorso dell'Altissimo». È una delle poesie appartenenti al Edda poetica, una collezione di poesie scritto in antico norvegese che sono conservati in Manoscritto medievale islandese noto come Codice Regius. Quindi oggi parlo un po 'di lui e seleziono 25 di questi suggerimenti dettato in parte da Odino perché ... cos'è questa vita senza un vichingo in ordine e ben istruito?

Havamál

Questa raccolta di poesie varia per tono e forma narrativa. È un grande compendio della saggezza scandinava, dove diversi consigli su donne, amici, comportamento ai banchetti, davanti agli ospiti, durante una gita, standard di ospitalità, un sacro dovere per i popoli nordici e altre questioni, nonché avventure di odino.

Voglio dire, cosa potrebbe essere una specie di Manuale del buon vichingo o alcune tabelle della legge di Odino, poiché alcuni versi sono scritti dal punto di vista del dio supremo nordico. Il contenuto, inoltre, è entrambe le cose pratico quanto metafisico, è stato tradotto in molte lingue e ci sono molte versioni differenti.

Questi sono 25 dei suoi precetti.

  1. L'uomo che si trova davanti alla soglia di un altro deve essere cauto prima di varcarla, guardare attentamente il suo cammino: chissà in anticipo quali nemici possono essere seduti ad attenderlo in soggiorno?
  2. Saluti all'host! È entrato un ospite. Dov'è sedersi? Avventato è colui che davanti a portali sconosciuti si fida della sua buona fortuna.
  3. Il fuoco è necessario a coloro che sono appena entrati le cui ginocchia sono intorpidite dal cibo freddo e dai vestiti puliti, quello che ha viaggiato per le montagne.
  4. Anche acqua per lavarsi prima di mangiare, asciugamano e calda accoglienza, parole cortesi, silenzio rispettoso per raccontare le proprie avventure.
  5. Lo spirito ha bisogno di chi viaggia lontano, facile si scopre a casa. L'uomo di scarso senso è spesso oggetto di risate se si siede a tavola con i saggi.
  6. Un uomo non dovrebbe mai vantarsi della sua conoscenza, meglio essere parsimonioso nel parlare quando un uomo saggio viene a casa sua: non hai mai un amico più fedele di una grande sanità mentale.
  7. L'ospite deve essere cauto quando arriva al banchetto, tacere e ascoltare, le sue orecchie attente, i suoi occhi attenti: così si protegge il saggio.
  8. Beato l'uomo che nella sua vita è favorito dalla lode e dalla stima di tutti; i cattivi consigli sono spesso dati da coloro che hanno un cuore malvagio.
  9. Beato l'uomo che vive di lode e gode della conoscenza; spesso il malvagio consiglio veniva ottenuto dal cuore cattivo di un mortale.
  10. Non c'è fardello migliore per fare la strada di un sacco di sanità mentale; È la migliore ricchezza, a quanto pare, in una terra straniera, protegge dalla miseria.
  11. Non c'è fardello migliore per fare la strada di un sacco di sanità mentale; il cibo peggiore per le strade è l'eccessiva voglia di liquori.
  12. Una birra così buona non è per nessuno così buona come si dice, perché sempre di più man mano che l'uomo beve il suo giudizio perde.
  13. Airone richiamo dell'oblio quello che si profila nei banchetti, il giudizio degli uomini ruba; nella tenuta del prigioniero di Gunnlöd ero tra le piume di quell'uccello.
  14. Ero ubriaco, ero ubriaco là dove Fjalar il saggio; Si beveva bene se dopo la festa tornava il processo agli uomini.
  15. Silenzioso e riflessivo è il figlio di un re e impavido in guerra sii; felice e gioioso possa ogni uomo essere fino al giorno in cui morirà.
  16. Il cretino si aspetta di vivere per sempre se evita di litigare, ma la vecchiaia gli dà poca tregua se lo facessero le lance.
  17. Lo sciocco spalanca gli occhi quando viene a trovarlo, balbetta o non dice una parola; subito dopo, se bevi, hai già un buon giudizio.
  18. Solo chi ha viaggiato lontano e attraverso molti luoghi sa con quale giudizio governa ogni mente acuta.
  19. Non attaccarti al corno, bere attentamente l'idromele, parlare se necessario o tacere; Nessuno ti accuserà di goffaggine se andrai a dormire presto.
  20. Il ghiottone che il giudizio non sa usare mangia e gli rovina la vita; Il ventre di un uomo stolto è uno scherno tra le persone prudenti.
  21. Il bestiame sa bene quando tornare a casa e lascia il pascolo; ma lo sciocco non ha idea di quanto gli stia nel ventre.
  22. L'uomo meschino e malvagio ride di qualsiasi cosa; ma non sa, e dovrebbe sapere, quali difetti ha anche lui.
  23. Un uomo ignorante sveglio di notte passa a pensare a qualsiasi cosa; così, quando arriva il mattino, è esausto, la sua miseria rimane la stessa.
  24. Un uomo ignorante pensa che siano amici che ridono con lui; quello che non sa è che parlano male di lui se siede tra i saggi.
  25. Un uomo ignorante che sono amici che ridono con lui; Ecco cosa vede quando ha una causa legale: che pochi parlano per lui.

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)