El Toro Ferdinando torna al cinema: conosci la storia?

78 anni dopo il Ferdinando toro Darebbe molto di cui parlare, personaggi come Franco e Hitler lo "conoscevano" bene, torna al cinema ma questa volta con il nome di "Ferdinando". Non sai chi era questo toro e perché ha generato così tante polemiche quasi 8 decenni fa? Resta e leggi il resto dell'articolo in cui ti raccontiamo la sua storia con tutti i tipi di dettagli.

storia

"Il toro Ferdinando" è una storia per bambini di cui il protagonista è Ferdinando, che "viveva" nella soleggiata Spagna molti anni fa. Non era come tutti i manzi, che giocavano testa a testa tutto il giorno, uno contro l'altro. Ferdinando aveva il suo angolo preferito lontano dai pascoli. Passava le sue giornate seduto all'ombra di un albero e annusando i fiori di campo, un atteggiamento che preoccupava molto sua madre, una grande vacca da latte. Come tutte le madri, questa pensava solo che suo figlio sarebbe stato lasciato impotente e solo con quel comportamento.

Per questo la madre chiese a Ferdinando se non gli sarebbe piaciuto giocare con gli altri manzi. La risposta era sempre la stessa da parte del vitello: no! Poiché sua madre era molto comprensiva, lo lasciò sedersi sotto il suo albero preferito perché lo sapeva suo figlio era felice.

Passarono gli anni e Ferdinando divenne un grande toro, molto forte e robusto. Crescevano anche gli altri manzi e mentre tutti sognavano di essere selezionati per le corride in Plaza de Madrid, Ferdinando preferiva ancora annusare i fiori sotto il suo albero preferito.

Un pomeriggio arrivarono cinque uomini che cercavano il miglior toro per la successiva corrida a Madrid. Per questo i tori cominciarono a correre da un luogo all'altro ea darsi la testa per dimostrare che erano i migliori e così venivano portati via. Ferdinando sapeva che non lo avrebbero scelto e non si preoccupò, si sedette sotto il suo albero preferito ma con tanta sfortuna che lo fece su un calabrone che bucò il povero Ferdinando. Questo lo ha reso precipitoso, devastando tutto sul suo cammino e dando un'immagine perfetta di un toro coraggioso e perfetto per la corrida in Plaza de Madrid. Ferdinando sbuffò e si lanciò come un matto e quando i cinque uomini lo videro, gridarono di gioia. Erano tutti d'accordo che Ferdinando era il toro che stavano cercando, quindi lo hanno portato in piazza in macchina.

Il giorno della corrida, la banda suonava e le bandiere sventolavano, il paseillo iniziò in modo insolito, entrando prima nella banda, poi i picadores, poi il torero, più orgoglioso di chiunque altro, che salutò il pubblico e offrì loro il suo berretto . Infine si aprirono le porte per far uscire il toro, che era Ferdinando, che avevano soprannominato "El Fiero". Tutta la banda e il torero erano in preda al panico terrificante, però Ferdinando non notò altro che un bellissimo mazzo di fiori che qualcuno del pubblico aveva gettato per la piazza. Raggiunse i fiori, si sedette in silenzio e iniziò ad annusarli ricordandogli i bei momenti che aveva trascorso da quando era piccolo all'ombra del suo albero preferito. Quando si sono resi conto di ciò, la banda si è infuriata, anche i picadores e il pubblico. Tutti erano molto arrabbiati. Il torero cominciò a fare smorfie orribili al povero toro Ferdinando, ma non sussultò. Il torero fece a pezzi la sua spada, prese a calci, tirò i capelli e supplicò Ferdinando di attaccarlo per cui si strappò i vestiti e sorprendentemente si fece tatuare un papavero sul petto con nient'altro che il labbro di Ferdinando, il lo annusò come se fosse un altro vero fiore.

Di fronte all'impossibilità di quel toro che si avvia e si carica nel mantello, hanno deciso di riportarlo al campo e da quello che sappiamo, continua a sedersi tranquillamente sotto il suo albero preferito, annusando i fiori ed essendo molto felice.

Clamore politico del tempo

Questa storia di questo strano toro ha colpito una corda con se stesso Franco, ma non la fibra sensibile ma totalmente l'opposto. Non appena la guerra civile finì, Franco fece bandire questa storia. Per lui, non era concepibile che un toro non volesse essere combattuto. El Toro Ferdinando suonava come "sinistra" già "Repubblica" mentre il tuo amico e collega Hitler qualcosa di simile gli stava accadendo. Ha posto il veto alle librerie tedesche e ne ha persino bruciate tutte le copie, definendola "propaganda democratica degenerata".

E come tutti sappiamo cosa succede quando qualcosa è proibito in eccesso, è che la propaganda verso la storia è stata ancora maggiore. È stato tradotto in più di Lingue 60 e solo negli Stati Uniti più di quattro milioni di copie.

Una volta che Hitler "morì" in Germania, l'opposizione ne stampò alcuni 30.000 copie di "Ferdinando el Toro" e li ha distribuiti gratuitamente ai bambini tedeschi durante la missione di mantenimento della pace. Per molto Gandhi Stavo raccontando questa storia per diffondere un messaggio così bello.

E come, Disney  lo ha portato sul grande schermo e gli ha fatto vincere il Oscar per il miglior cortometraggio d'animazione nell'anno 1939.

La nuova versione di questo tenero e semplice toro sarà presto rilasciata. Vedrai questo film d'animazione?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.