Dracula immortale. 7 volti del vampiro di Bram Stoker

Da sinistra a destra: Gary Oldman, Max Schreck, Bela Lugosi, Christopher Lee, Frank Langella, Luke Evans e Claes Bang.

dracula, l'immortale e famoso vampiro conte degli irlandesi Bram Stokerovviamente è ancora molto vivo. Ed è che continuano a fornire cara molti altri innumerevoli attori di tutte le nazionalità per film e televisione. L'ultimo, un danese, Claes Bang, nella serie della BBC rilasciata da Netflix non fa nulla.

Vai avanti non sono niente del genere di terrore, né in letteratura né nel cinema, e molto vampiri molto piccoli (E ancor meno di derivati ​​o cerchietti per adolescenti). Ma Dracula è Dracula. Quindi eccoli 7 dei volti più noti, recenti o che hanno lasciato più impronta dell'immagine del conte della Transilvania.

Dracula e io

Mi ci è voluto molto tempo per leggere Dracula di Bram Stoker, il suo romanzo del 1897, con un tocco epistolare, da telegrammi, giornali o articoli di giornale, che ha rivoluzionato il genere. Forse perché l'ho fatto molto tardi, in Inglese, o perché stavano già bene radicato le molte versioni del cinema. E alla fine, come si suol dire, un'immagine, e potente come quello nella storia del vampiro più famoso di tutti i tempi, Vale più di mille parole. Fino agli originali.

Devo anche ripetere che, nonostante non mi piaccia affatto il genere horror, si leggo qualcosa di tanto in tanto. Per consolidarmi nel mio piccolo gusto o per il mio spirito di dare opportunità a qualcosa che possa attirare la mia attenzione. Ma è difficile perdere l'afflusso di quel potere che Dracula ha sempre emanato. Cosa c'è di più, il cinema è stato incaricato di mantenere il fascino. E ho anche potuto scrivere qualche storia onorare la figura del vampiro.

Di tutte le facce che hanno prestato al conte Li tengo per diversi motivi: il più terrificante (quello del tedesco spavento en Nosferatu), il più inquietante e quello che lo ha incarnato più volte (l'immenso sottovento), e le più sensuali e romantiche (quelle di Frank Langella e l'indimenticabile Gary Oldman).

Dracula e le loro facce

Max Schreck - Nosferatu (F.Murnau, 1922)

Con leggenda compreso che era un file vero vampiro, l'interpretazione di questo attore tedesco come Conte Orlok, L'alter ego di Dracula in questo gioiello dei film muti, è uno dei più terrificante. È proprio quell'assenza di suono e la sua caratterizzazione terrificante. È un titolo così fondamentale che in 2000 è stato presentato in anteprima Ombra del vampiro, riguardo a questo riprese, Con Willem Dafoe fantastico come sempre dando vita a Schrek.

Bela Lugosi - dracula (Todd Browning, 1931)

Se non hai visto Bela Lugosi nei panni di Dracula, stai perdendo tempo leggendo questo articolo. Il contraccolpo, il successo e l'identificazione con il personaggio è stato così grande che Lugosi è venuto a crederci fino alla fine dei suoi giorni e dopo una vita dedicata ai film dell'orrore e piena di eccessi.

Christopher Lee - dracula (Terence Fisher, 1958)

Sir Christopher Lee, per favore. DRACULA, in questo modo, con lettere maiuscole. E non ho più niente da dichiarare, signore e signori. Vedi quello o uno dei tanti con cui ha dato vita al conte eleganza sublime e presenza clamorosa.

Frank Langella - dracula, (John Badham, 1979)

Questo attore americano forse lo era il primo nell'incarnare un Dracula diciamo più umanizzato e non stereotipato come i precedenti. E ha messo un tocco romantico e sensuale che i successivi come quello di Coppola avrebbero già ereditato.

Gary Oldman - Dracula di Bram Stoker (Francis Ford Coppola, 1992)

Titolo emblematico degli anni 90. Per questo romanticismo lacerato y sensualità incantevole che ha stampato a Gary Oldman in uno stato di grazia. Ma anche a causa del narrativa spettacolare e montaggio visivo di un regista come Coppola, che ha saputo ribaltare un mito per renderlo ancora più eterno in questa indimenticabile versione.

Luke Evans - Dracula - The Untold Legend (Gary Shore, 2014)

El Il XNUMX ° secolo ha portato gli effetti speciali più complessi e impressionanti e una tendenza diciamo discutibile a raccontare le origini di qualsiasi personaggio letterario o comico rilevante. In questo volevano parlarci di Dracula che andrà a nota base storica (che Coppola aveva già interpretato) sul principe rumeno Vlad Tepes. Ed Evans obbedisce a quello che gli lasciano, ma anche la storia è diluita in quegli effetti.

Claes Bang - dracula (creato da Mark Gatiss e Steven Moffat, 2020)

Noi siamo nel epoca d'oro della serie televisione, quindi come potevano non portare il conte? E già nel secondo decennio del millennio deve essere adattato all'ambiente. Sì, è il più canonico vittoriano della BBC London, ma aumenta e migliora il ambigua sensualità e il più crudo terrore. Il tutto con un altro di quegli attori, questa volta nordico, quella melma presenza e carnalità in parti uguali (e morsi).

Così Chi è riluttante ad abbassare il collo?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)