Dove eravamo invincibili

Dove eravamo invincibili

Dove eravamo invincibili

Dove eravamo invincibili è un romanzo poliziesco della scrittrice spagnola María Oruña. La sua prima edizione è stata pubblicata nell'aprile 2018 ed è la terza puntata della serie Cantabrica I libri di Puerto Escondido. Come i capitoli precedenti, la storia coinvolge le stesse ambientazioni e protagonisti - gli agenti Valentina e Oliver -, sebbene presenti una trama individuale, con un colpo di scena unico.

Una delle principali differenze di questo libro rispetto ai suoi predecessori è l'inclusione del tema del paranormale. Per questo, Oruña ha svolto un ampio processo investigativo, con interviste ad esperti e ampia documentazione. La storia, poi, approfondisce il misterioso mondo spettrale, di cui nemmeno la scienza ha una spiegazione esatta. Questo cambio di paradigma fa riflettere il lettore tra ciò che è reale e ciò che non lo è.

Riassunto di Dove eravamo invincibili

Nuova ricerca

Valentina saluta il suo ragazzo Oliver, sale in macchina e si prepara a lasciare la sua cabina per andare a Santander. Là, il tenente l'area di ricerca dell'UOPJ è diretta. Ad un tratto, riceve una chiamata dal capitano Marcos Caruso, che lo informa che deve recarsi a Suances, precisamente al Palazzo della Quinta del Amo, poiché il giardiniere -Leo Diaz- è apparso morto nelle aree verdi del luogo.

Primi dati

In casa è il medico legale Clara Múgica, il quale — dopo aver ispezionato il cadavere del vecchio Leone— presume che sia morto di infarto. Valentina arriva sul posto e viene subito informata dall'esperto sui dettagli della morte. questo lui conferma che è deceduto verso le undici di sera, e che, inoltre, qualcuno ha chiuso gli occhi. Quest'ultimo dettaglio lascia incuriosito l'agente.

Intervista all'erede

Il tenente inizia a osservare tutto ciò che circonda il defunto, il che le consente di ammirare quanto sia spaziosa e bella la villa. In lontananza visualizza un giovane, si tratta di Carlo Verde, chi devi interrogareCome è stato lui a trovare il corpo. L'uomo è uno scrittore e proprietario della proprietà, è lì per trascorrere l'estate, finire il manoscritto del suo nuovo libro e vendere la casa.

Eventi paranormali

manifesti verdi a Valentina e alle sue compagne —Riveiro e Sabadelle— che succede qualcosa di strano nel quinto. Dal suo arrivo ha notato strani rumori, presenze inspiegabili e si è persino svegliato con lividi sul corpo senza motivo. Nonostante sia scettico, il tenente deve informarsi su questi eventi paranormali e come si relazionano alla morte del giardiniere.

È così che si svolge una storia che intreccia i viaggi nel passato di Green, che ricorda la sua giovinezza e le estati a Suances, con i misteri incastonati nella Quinta del Amo. Il tutto mentre sono in corso le indagini sulla morte di Díaz e sugli eventi spettrali. Quest'ultimo sarà consultato con il professor Machín, che tiene un corso su entità e fenomeni paranormali.

analisi Dove eravamo invincibili

Dettagli di base del lavoro

Dove eravamo invincibili Si trova nella zona costiera di Suances, in Spagna. Il libro ha 414 pagine distribuite in 15 capitoli, in cui si sviluppano tre trame contate sotto due forme narrative. C'è un narratore in terza persona onnisciente che descrive le esperienze dei personaggi, e un altro in prima persona che racconta la bozza del romanzo di Carlos Green.

Ambientazione

Come le consegne preliminari, Oruña ricrea questa storia in Cantabria, nello specifico nell'imponente Palazzo del Maestro. L'autore descrive il luogo in modo eccezionale, così come altre località di Suances. L'esaustivo lavoro di ricerca degli spagnoli, che con nitide descrizioni riesce a trasferire il lettore in queste maestose ambientazioni.

Personaggi

Carlo Verde

È un giovane scrittore americano. Risiede in California e si reca a Suances per scrivere il suo nuovo romanzo. La nonna Marta, morta l'anno prima, lo lasciò unico erede del Palazzo detto “Quinta del Amo”. Carlos ricorda il luogo con grande nostalgia, dal momento che ha trascorso molte delle sue vacanze lì e ha avuto le sue prime esperienze con il surf.

Valentina Rotonda

È il protagonista della serie, un tenente della Guardia Civil spagnola che dirige l'Unità organica della polizia giudiziaria (UOPJ). Sei mesi fa si è trasferita a Villa Marina, a Suances, in compagnia del fidanzato Oliver. Da allora la sua vita è stata più calma e stabile.

Alvaro Machin

È un professore esperto di psicologia cognitiva, è in città per tenere lezioni sulle entità paranormali. Questi discorsi si tengono nell'anfiteatro del Palacio de La Magdalena, in cui condivide in particolare con uno studente esperto in materia.

Curiosità

Itinerario letterario

Grazie al successo del serie I libri di Puerto Escondido - poiché questo ha mantenuto Suances come l'unico palcoscenico, il consiglio comunale ha creato nel 2016 il percorso letterario di Puerto Escondido. Lì, i visitatori possono percorrere tutti gli spazi che sono stati presentati nei romanzi.

Impostazione musicale

La scrittrice spagnola caratterizza le sue narrazioni con l'inclusione di melodie durante lo sviluppo della storia. Per questa puntata ha incluso 6 temi musicali, una lista che può essere gustata sulla piattaforma Spotify, con il nome: Musica -Dove eravamo invincibili- Spotify.

Nome del protagonista

Oruña ha dichiarato in un'intervista a Montse García per il portale La voce della Galizia, che il nome della protagonista della serie, Valentina Redondo, è un gesto verso la scrittrice Dolores Redondo. A tal proposito ha detto: "Era personale, perché per me, come scrittrice, simboleggia che "non smettere mai di sognare", perché mi ha incoraggiato a continuare a lavorare quando non pensavo nemmeno di pubblicare".

Circa l'autore, María Oruña

Lo scrittore galiziano Maria Oruna Reinoso Nasce a Vigo (Spagna) nel 1976. Ha studiato giurisprudenza all'università, professione che ha esercitato per dieci anni in ambito lavorativo e commerciale. Dopo quel periodo si è dedicato interamente alla letteratura. Nel 2013 ha pubblicato La mano dell'arciere, il suo primo lavoro, un romanzo con un tema del lavoro, sulla base della sua esperienza professionale di avvocato.

Maria Oruna

Maria Oruna

Due anni dopo presenta la sua seconda opera letteraria, un esordio nel genere giallo: Puerto Escondido (2015). Con lei ha iniziato la sua acclamata serie I libri di Puerto Escondido, che ha come palcoscenico principale la Cantabria. Questo luogo è molto importante per l'autrice, poiché lo conosceva perfettamente fin da quando era bambina; non invano lo descrive in dettaglio nei suoi racconti.

Grazie al successo di questa prima puntata, un paio di anni dopo ha pubblicato: Un posto dove andare (2017), anche con una grande accettazione da parte dei lettori. Finora la serie ha due romanzi aggiuntivi: Dove eravamo invincibili (2018) y Cosa nasconde la marea (2021). Nel mezzo di queste due narrazioni, gli spagnoli hanno presentato: La foresta dei quattro venti (2020).


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.