David Goodis. 3 adattamenti cinematografici dei suoi romanzi

David goodis è uno di quegli scrittori Malditos, di vita difficile e finita prima del tempo. Sono nato un giorno come hoy a Philadelphia nel 1917, ma morì all'età di 50 anni in un ospedale psichiatrico. È stato autore di una ventina di romanzi delle chiamate polpa, ma ha anche firmato alcuni dei più rappresentativi del genere black come Spara al pianista, Il sentiero oscuro o Al calar della notte. Oggi, in sua memoria, Rivedo quei tre titoli che sono state scattate al cinema con grande successo.

Spara al pianista

Dicono che sia il file capolavoro di Goodis e che non invecchia e ovviamente continua ad essere uno dei romanzi più straordinari del genere noir. Era dentro 1960 quando il regista francese François Truffaut l'ha portata al cinema con Charles Aznavour come protagonista

La storia inizia in uno squallido bar di Filadelfia, dove un uomo arriva fuori di sé e che fugge. Cercare Eddie, la Pianista, che è anche suo fratello. Non lo vede da molti anni e chiede aiuto e riparo. Ma Eddie non vuole sapere niente perché non vuole guai.

Poi compaiono due uomini armati ed Eddie non può fare a meno di aiutare suo fratello a scappare. Ma anche lui deve fuggire E lo farà con Lena, una misteriosa cameriera e l'unica persona che conosce la sua vera identità. egli è Edward Webster Lynn, un famoso concertista il pianoforte che anni fa ebbe molto successo. La domanda è come è finito in quella discarica e se è così determinato a cancellare ogni traccia del suo passato.

Al calar della notte

Questo titolo aveva anche un'estensione brillante adattamento al cinema di Jacques Tourneur, regista di origine francese che sapeva esibirsi in tutti i generi ma ha firmato il suo migliori opere nel film noir fine anni Quaranta e Cinquanta.

A questa storia Tourneur ha mantenuto la suspense e l'intrigo letterario aggiungendo un file ritmo vibrante e il suo stile visivo personale, rafforzato da un uso perfetto di flashback.

In esso, e all'inizio, incontriamo il protagonista, James vanning (One Aldo ray con quel punto di durezza e simpatia che lo caratterizzavano). Vanning è un designer, sappiamo solo che sembra essere in fuga da qualcosa. In una caffetteria incontrare una donna, Marie gardner, un modello interpretato da Anna Bancroft, che sembra anche essere nei guai. Tra di loro emerge una relazione che finirà per aiutarli entrambi.

Questo è quando, con il diverso flashback, stiamo imparando la storia. Quindi lo sappiamo durante una gita per andare a pescare Vanning e il suo amico Edward Gurston si imbattono in una banda di ladri che ha appena rapinato una banca. Uccidono Edward e lasciano Vanning per morto. Tuttavia, Vanning è vivo e anche trova i soldi della rapina. Da quel momento in poi soffrirà a lungo persecuzione dal rapinatori e anche di autorità, che indicano come principale sospechoso della morte di Edward.

Il sentiero oscuro

Vincent Perry (Humphrey Bogart), ingiustamente condannato all'ergastolo per il omicidio di sua moglie, fugge di prigione per provare la sua innocenza. Incontra un attraente sconosciuto che lo aiuterà perché anche suo padre è stato vittima di un errore giudiziario.

Quindi abbiamo il classico sviluppo del film noir in cui il protagonista deve scappando dalla polizia mentre cercava di scoprire chi ha ucciso sua moglie prima che venga arrestato di nuovo. E tra i soliti ricattatori e le donne fatali, anche classici del genere.

Il film l'ha firmato Delmer Daves, uno sceneggiatore che aveva iniziato a dirigere e si era specializzato in Westerns come Il treno delle 3:10L'albero sospeso. Tuttavia, lo ha fatto invecchiato peggio di molti classici in cui ha recitato Bogart, forse a causa di una sceneggiatura che ha alcune sequenze pesanti ma basate su coincidenze difficili da credere.

Ma vale comunque la pena vederlo perché si tratta di terzo film dei quattro che hanno girato insieme Bogart y Lauren Bacall. E mostra che è stato fatto espressamente per riempire le stanze.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.