Fiera del Libro di Madrid. Cronaca di tre giorni

La Fiera del Libro di Madrid è terminata

Fotografie dell'articolo: (c) Mariola DCA

La Fiera del libro di Madrid Ha chiuso i battenti dopo tre settimane. è stato il 82a edizione dal passato Dal 26 maggio all'11 giugno e una moltitudine di autori nazionali e internazionali, che hanno voluto presentare i loro nuovi lavori o semplicemente tenere un incontro con lettori e visitatori.

In assenza di cifre ancora sul numero di libri che hanno potuto essere venduti, ovviamente la Fiera del Libro, uno dei più prestigiosi che ci siano, è stato a éxito in termini di afflusso di pubblico. Il Paseo de Coches del Retiro ha potuto essere visto a tutte le ore più che pieno, nonostante la minaccia di pioggia programmata (e realizzata) più volte. La mia visita quest'anno sono passati tre giorni e questi sono le mie impressioni e momenti più prominente.

Fiera del Libro di Madrid — Cronaca

In generale, è stato apprezzato clima fresco e umido che ha prevalso durante le tre settimane della fiera, anche se negli ultimi giorni faceva più caldo, qualcosa che è stato il tonico negli anni precedenti. Il primo fine settimana è stato il più grigio e freddo, ma ciò non ha scoraggiato i tanti visitatori che hanno esordito sul lungomare tra i più Cabine 300 installato.

I volti della Fiera del Libro di Madrid

Con firme ogni minuto e ad ogni stand, la Fiera del Libro di Madrid è il migliore vetrina e un punto d'incontro per gli scrittori più affermati, affermati o nuovi che stanno facendo il loro debutto in un luogo pieno di illusioni e sorrisi.

Ci sono stati molti volti autori prestigiosi e di lunga data così come giovani promesse di letteratura che si trascinano dietro anche molti giovani lettori, cosa molto apprezzata. Per esempio, Geronimo Stilton aveva tanti piccoli lettori che aspettavano la sua firma. Ma quelle code si sono ripetute soprattutto nei fine settimana, dove scrittori famosi o internazionali hanno firmato con maggiore frequenza. Molti hanno ripetuto diversi giorni.

così ci sono andati Juan Gomez-Jurado e Barbara Montes, che erano con la sua serie YA di libri di Amanda Black. Anche scrittori di romanzi storici come Jorge Molista, luigi zoccolo, Santiago Posteguillo, Idelfonso Falcones o Marcos Chicot.

Da sinistra a destra: Gerónimo Stilton, Luis Landero, Juan Gómez-Jurado e Bárbara Montes, Luis Zueco, Antonio Hidalgo, Benito Olmo, Jorge Molist, Lorenzo Silva, Manuel Vilas, Santiago Posteguillo, Paco Roca, Blue Jeans, Alice Kellen, Antonio Muñoz Molina, Andrés Trapiello e Roberto Santiago.

I best seller più giovani

Forse questa è stata l'edizione della Fiera del Libro con nomi più giovani che si sono distinti con a successo travolgente tra i lettori e, soprattutto, le lettrici. Sono stati loro ad avere code interminabili e firme in cabine destinate solo a quello scopo. Tra quelli che hanno creato più aspettativa nel primo fine settimana c'erano luna javierre o Alice kellenE inoltre Antonio Hidalgo (Così vicino a te) come eccezione maschile.

E lo scorso fine settimana c'è stata una vera rivoluzione dove ha firmato Mercedes ron. L'autrice, con il suo ultimo lavoro adattato a una serie televisiva su Netflix, Colpa mia, è stata senza dubbio una delle presenze più acclamate.

Da sinistra a destra: Cristina Campos, Ian Gibson, Antonio Pérez Henares, Luna Javierre, Javier Cercas, Ayanta Barilli, Juan Luis Cano, Pedro Baños, Santiago Díaz, Javier Díaz e Antonio Mercero (Carmen Mola), Ildefonso Falcones, Nieves Concostrina, Fernando Aramburu, Sara Mesa, Eva Espinet, Javier Urra, Eloy Moreno e Marcos Chicot.

autori affermati

E ovviamente si sono rivolti ai loro scrittori che hanno già ottenuto di tutto e di più con il loro lavoro, ma che ancora una volta hanno fatto bagni di massa. Tra loro Giulia Navarro, Dolores Redondo, Leggero gabasFernando aramburu, Antonio Munoz Molina, Rosa Montero, Manuele Vilas, Sara Tavolo, Santiago Diaz, Andrea Trapiello o Lorenzo Silvano.

alcuni nomi internazionali

La presenza di scrittori internazionali che visitano Madrid per questo evento crea sempre attesa. E alcuni di quelli di questa edizione lo sono stati Joel Dicker, Donna Leon, John Boyne, Simon Scarrow o un grande fumetto europeo come Milo Manara. Avevano tutti una legione di seguaci per ottenere la loro firma.

Momenti con gli autori

I momenti che ho condiviso quest'anno con autori che conosco, che ho letto o che ho anche intervistato per questo blog non sono stati molti, ma sono stati intensi. Ho incontrato di nuovo alcuni dei migliori scrittori di romanzo storico, il primo nel primo fine settimana della fiera, Francesco Narla, che ha presentato il suo nuovo romanzo intitolato Breo. E nell'ultimo ho avuto la fortuna di incontrarli tutti contemporaneamente: Teo Palacios, Mario Villen, Javier Pellicer, Nieves Munoz, Victor Fernández Correas o lo storico Daniel Fernandez de Lis.

Ed è stato un piacere salutare personalmente una delle mie attuali referenze da romanzo nero patria così com'è Guillermo Galvan. Infine, è stato anche un momento molto piacevole con lolla latas.

In breve, cosa Vale sempre la pena visitare la Fiera del Libro di Madridanche se è solo per un pomeriggio.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.