«Confabulation», la novità di Carlos del Amor

Il prossimo Marzo 21 sarà pubblicato nel Editoriale Espasa il nuovo romanzo del giornalista e scrittore Carlos d'Amore. Il suo titolo ci dà un ottimo indizio di ciò che possiamo trovare in esso: "Collusione". Questo è il nome della malattia patita dal protagonista, un giovane che, dopo un episodio confuso della sua vita, va dal medico. La sua diagnosi dice che ciò di cui soffre è la "confabulazione", una sorta di anti-memoria: quando il tuo cervello non immagazzina i ricordi, li produce. Come vivi quando non sai cosa ti è successo veramente?

«Culturale» dice di questo romanzo e del suo autore quanto segue: «A Del Amor non interessano le grandi gesta, ma i piccoli gesti, i cataclismi dell'intimità. Si muove come un pesce nell'acqua quando racconta la desolazione, la delusione ».

Sinossi del libro

Andrés Paraíso, un redattore di successo, scopre alcune confusioni nella sua vita dopo un viaggio di lavoro. Ha ucciso una persona, un amico scrittore, ma stranamente nessuno fa eco all'evento. Tra scetticismo e incertezza, Andrés affronta la situazione come meglio può. Non è l'unico evento anomalo che devi affrontare. Una visita dal medico conferma che soffre di una malattia rara: la cospirazione. È una sorta di anti-memoria: quando il cervello non immagazzina i ricordi, li crea. In questo modo, realtà e finzione sono la stessa cosa per Andrés.

Narrato in prima persona, Collusione ci trasmette la desolazione di un personaggio che scopre che la sua vita - la vita che pensa di aver vissuto - può essere una fantasia o, nel migliore dei casi, un misto di realtà e finzione. Da lì, Carlos del Amor ci propone un gioco sottile, tra psicologico e narrativo: possiamo fidarci di quello che ci dice Andrés? Cos'è la verità e cos'è l'invenzione nella sua storia?

Del Amor ci invita a riflettere sull'importanza che i ricordi hanno nella costruzione del nostro presente. Lo fa sulla base di una solida documentazione - tutte le alterazioni della memoria che appaiono nel romanzo sono reali - e da una profonda comprensione del delicato meccanismo dell'anima umana. Solitudine, delusione e dubbio stanno tessendo una storia in cui l'ironia appare - a volte come un'accurata coltellata satirica - quando si tratta di letteratura, famiglia, amicizia, relazioni e matrimonio.

Il solo fatto di leggere la sinossi mi ha fatto venir voglia di leggerlo. Nella mia lunga lista di libri in sospeso, questo dell'autore è annotato Carlos d'Amore, che ha debuttato come scrittore nel 2013 con un libro di racconti dal titolo "La vita a volte", quale seguirebbe "L'anno senza estate" (2015)


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.