La città del vapore

Citazione di Carlos Ruiz Zafón.

Citazione di Carlos Ruiz Zafón.

L'intenzione dello scrittore spagnolo Carlos Ruiz Zafón con La città del vapore doveva eseguire "un omaggio a tutti i lettori del suo lavoro". È un libro che riunisce i suoi racconti noti più alcuni racconti inediti. Lanciata nel 2020, questa pubblicazione rappresenta anche un addio da parte dell'autore, poiché quello stesso anno morì a Los Angeles a causa di un cancro al colon.

Essendo un testo di compilazione, La città del vapore è un riferimento inequivocabile all'evoluzione del processo creativo dello scrittore barcellonese. Va notato che Ruiz Zafón —appassionato di cinema e ammiratore della televisione — ha concepito i suoi scritti secondo uno schema simile a quello di una sceneggiatura audiovisiva. Per questo una delle caratteristiche distintive delle sue lettere è la facilità di evocare immagini fluide nella mente dei lettori.

analisi La città del vapore

Per gli intenditori dei romanzi di Ruiz Zafón, i quattro racconti inediti servono ad approfondire l'origine della tetralogia di Il cimitero dei dimenticati. di conseguenza, La città del vapore richiama l'atmosfera e risveglia l'empatia dei lettori nei confronti dei personaggi della suddetta saga.

In ogni caso, non c'è bisogno di avere leggi i libri precedenti dell'autore iberico per comprendere le storie presentate in questa pubblicazione compilation. Sebbene sia possibile comprendere ogni storia individualmente, costituiscono un set eccezionale. Inoltre, la lunghezza (solitamente breve) delle storie le rende facili da leggere.

stile e temi

Alcuni critici letterari spagnoli hanno descritto La città del vapore come sintesi dello “stile zafoniano”. Tra le caratteristiche frequenti delle sue storie ci sono le descrizioni di Barcellona insieme alla narrativa gotica e al
eventi paranormali. Allo stesso modo, molte delle ambientazioni sono ambientate nel XIX e XX secolo.

inoltre, il mistero è perenne nella maggior parte degli argomenti di Ruiz Zafón; pertanto, i suoi protagonisti hanno solitamente l'intenzione di svelare segreti. A questo punto, uno dei suoi grandi pregi è come trasmette un senso di naturalezza mescolando eventi reali con la fantasia. Questi eventi si svolgono nel mezzo di situazioni intriganti che includono suspense, amore e avventura.

psicologia del carattere

Uno dei soliti argomenti in La città del vapore è la figura dell'oggetto materno, che, a sua volta, si manifesta in due forme antagoniste. La prima è la madre idealizzata attraverso i ritratti di giovani, nobili donne dalla moralità impeccabile. Queste donne appaiono quasi sempre vestite di bianco, a difesa della loro purezza, e avvolte in un alone enigmatico.

D'altra parte, l '"altra madre" smascherata da Ruiz Zafón è una donna svalutata, disprezzata (o spregevole), temuta e incline alla prostituzione o alla stregoneria. Allo stesso modo, lo scrittore catalano dettaglia l'architettura —cimiteri, palazzi, piazze, parchi, labirinti, cattedrali e tutta Barcellona— per approfondire la “cartografia” della psiche femminile.

reception

Il "prezzo da pagare" per un autore di successo è solitamente l'elevata aspettativa generata con ogni nuova pubblicazione. Di, la maggior parte delle opinioni dei lettori poste nei portali letterari afferma che si tratta di un degno libro finale di Carlos Ruiz Zafón. Non sorprende che la valutazione media sui siti (come Amazon, ad esempio) sia 4/5.

Perciò, La città del vapore E' un libro consigliatissimo, anche per i lettori che non sono fan del genere fantasy. La ragione: sebbene il soprannaturale appaia ripetutamente, i testi sembrano dotati di plausibilità. Inoltre l'interesse della trama non è incentrato su questioni miracolose, l'importante sono le esperienze dei personaggi.

l'addio totale

Carlos Ruiz Zafón: libri

Carlos Ruiz Zafón: libri

La città del vapore è un libro circondato di nostalgia in sé. In effetti, The Reader viene inizialmente realizzato con la seguente dichiarazione dell'editore: "Benvenuto in un nuovo libro, purtroppo l'ultimo, Zaphonian". Ulteriore, la pubblicazione postuma completava un panorama piuttosto carico di malinconia intorno a uno scrittore letto da milioni di persone in tutto il mondo.

Chi l'Autore

Era nato a Barcellona il 25 settembre 1964. Era figlio di Justo Ruiz Vigo e Fina Zafón, rispettivamente agente assicurativo e casalinga. Nella metropoli catalana corso studi presso la scuola Sant Igasi e presso l'Università Autonoma di Barcellona. In questa casa di studi ha conseguito una laurea in Scienze dell'Informazione, che gli ha permesso di forgiare una carriera di successo come pubblicista.

Era in 1992 quando ha preso una decisione radicale: allontanarsi dal mondo della pubblicità assumere la sua vocazione letteraria. L'anno successivo è apparso il suo primo lungometraggio, Il principe della nebbia (vincitore del Premio Edebe). Grazie al suddetto premio, Ruiz Zafón ha potuto realizzare il suo sogno di vivere a Los Angeles, negli Stati Uniti. Lì, ha lavorato come sceneggiatore mentre scriveva nuovi romanzi.

Carriera letteraria

Il suo libro d'esordio è stato anche l'inizio di una serie di narrativa per ragazzi, La trilogia della nebbia, completato con il palazzo della nebbia (1994) y Luci di settembre (1995). Poi è stato pubblicato Marina (1999) e il suo primo racconto per adulti, L'ombra del vento (2001). Quest'ultimo, con oltre 15 milioni di copie vendute, ha stabilito Ruiz Zafón a livello internazionale.

Carlos Ruiz Zafon.

Carlos Ruiz Zafon.

In totale, lo scrittore spagnolo ha pubblicato sette romanzi, alcuni dei quali sono stati tradotti in un massimo di quaranta lingue e sono stati meritevoli di numerosi premi. Tra i più noti ci sono: Best Foreign Book in France (2004), Book to Remember 2004 (New York Central Library), Euskadi Silver Award (2008) e Nielsen Award (Regno Unito).

Tetralogia Il cimitero dei dimenticati

  • L'ombra del vento (2001)
  • Il gioco dell'angelo (2008)
  • Il prigioniero del cielo (2011)
  • Il labirinto degli spiriti (2016).

storie incluse in La città del vapore

  • "Banca e arrivederci"
  • "Senza nome"
  • “Una signora di Barcellona”
  • "Rosa di fuoco"
  • "Principe Parnaso"
  • "Leggenda di Natale"
  • "Alice, all'alba"
  • "Uomini in grigio"
  • "La donna del vapore"
  • “Gaudi a Manhattan”
  • "Apocalisse in due minuti".

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.