Cervantes virtuale

Isotipo della Biblioteca virtuale di Cervantes.

Isotipo della Biblioteca virtuale di Cervantes.

La Biblioteca virtuale Miguel de Cervantes è un portale web di origine spagnola che raccoglie scritti della comunità ispanica. Inoltre, dispone di micro biblioteche gestite da intellettuali di tutto il mondo. L'attuale direttore della biblioteca è l'autore Mario Vargas Llosa.

Il servizio offerto da Cervantes Virtual è abbastanza completo, da allora fornisce molte opere in formato PDF che possono essere scaricate e lette da qualsiasi dispositivo. D'altra parte, la pagina ha un indirizzo email a cui puoi inviare domande o suggerimenti.

Origine di Cervantes Virtual

L'Università di Alicante ha creato questo progetto alla fine del XX secolo, nel 1999, con il sostegno monetario della Fondazione Marcelino Botín e della banca spagnola Santander. L'idea ha iniziato a consolidarsi un anno prima della sua fondazione, momento in cui è stata presentata come uno spazio di libri online.

Andrés Pedreño Muñoz è stata la persona che ha ideato questo spazio culturale, Approfittando del fatto che per quella data ha servito come rettore dell'Università di Alicante. La sua ispirazione è venuta da alcuni progetti esistenti, come ad esempio: diverse università negli Stati Uniti avevano già lanciato le proprie biblioteche digitali.

Mario Vargas Llosa.

Mario Vargas Llosa, attuale direttore di Cervantes Virtual.

Internet è stata una nuova alternativa per tenere registri durante il periodo di fondazione della Biblioteca Cervantes. L'obiettivo principale dei creatori di questo portale era espandere la cultura ispanicaFarlo su una rete accessibile in tutto il mondo è stata l'opzione migliore e per questo è riuscita a diventare un mezzo digitale ricco di informazioni preziose.

Temi di Cervantes Virtual

Sebbene la Biblioteca virtuale Miguel de Cervantes abbia per lo più opere letterarie, offre anche materiali audiovisivi. La pagina fornisce informazioni su indizi, articoli di riviste o giornali e studi scientifici. Fondamentalmente questa libreria è un mezzo integrale di indagine ed educazione per giovani e adulti, è uno dei migliori biblioteche virtuali che possiamo visitare.

Professionisti specializzati in informatica e linguistica si occupano della scrittura, modifica e pubblicazione dei contenuti si trova in Virtual Cervantes. Inoltre, questo portale ha pubblicazioni sui social network come Facebook e YouTube, che rendono le informazioni una maggiore portata.

La Biblioteca ha aperto aree specifiche come Entretelibros, dove una determinata quantità di opere viene sorteggiata tra gli utenti, e Barter dove i visitatori si scambiano libri o informazioni a loro disposizione. Queste sezioni sono state il risultato dell'importanza che Cervantes Virtual dà alle persone che vengono educate attraverso i suoi strumenti.

Catalogo ad accesso gratuito

Questo portale web È distribuito per categorie o aree, che dividono i diversi temi che Cervantes Virtual offre. Il modo per accedere a queste informazioni è semplice, attraverso il motore di ricerca qualsiasi utente può scrivere l'argomento o l'autore di cui ha bisogno.

Questo strumento di richiesta funziona attraverso filtri, che dividono gli autori, i titoli e gli argomenti disponibili nella biblioteca. Tuttavia, c'è un modo per ottenere un risultato più specifico, ad esempio: l'autore è combinato con il tipo di opera o genere.

Immagine dell'interfaccia di ricerca in Cervantes Virtual.

Interfaccia di ricerca in Virtual Cervantes.

Biblioteca di letteratura spagnola

In questa sezione troverai articoli sulla storia di quel paese e quello di altre nazioni che appartengono alla comunità ispanica americana. Ci sono storie di eroi e una sezione sulla lingua castigliana e sulla ricerca ad essa correlata.

La galleria di questa sezione è presieduta da Rubio Cremadesun, dottore dell'Università di Alicante. All'interno dell'essenza di questo portale c'è una galleria completa sull'autore Miguel de Cervantes Saavedra, sottolineando la sua vita, scritti e contributi alla letteratura

Biblioteca d'America

La cultura delle nazioni americane è presente in tutte le opere che questa sezione propone, non solo la lingua spagnola è la protagonista. Sebbene ci siano principalmente testi scritti in questa lingua, ci sono storie in portoghese e lingue indigene come il quechua e il mapudungun.

La Biblioteca virtuale Miguel de Cervantes ha una vasta gamma di opere di varia origine. Paesi dell'America Latina come Argentina, Venezuela, Messico, Cile e Brasile, nonché istituzioni come il Colegio de México, Neruda Letras e l'Academia Argentina de Letras hanno accordi con questo portale.

Libreria africana

A causa del numero di storie in lingua spagnola dal continente africano, emerge la sezione Biblioteca africana di Cervantes Virtual. Josefina Bueno Alonso è la direttrice di questo portale, si occupa di approvare i lavori da pubblicare e di mantenerne il funzionamento.

Qui viene pubblicata la letteratura di luoghi come il Marocco o la Guinea Equatoriale, per provenire da paesi conquistati dalla Spagna. Tuttavia, ci sono storie provenienti da nazioni che non sono state prese da quel paese, tuttavia, poiché sono scritte in castigliano, basco, catalano e galiziano, hanno un posto nella biblioteca.

Libreria dei segni

In uno spazio di cultura e apprendimento come quello rappresentato da Cervantes Virtual, è necessario includere persone con disabilità sia uditive che visive. Sono disponibili produzioni audio e video mirate ad ogni esigenza; ad esempio, audiolibri e contenuti spiegati nella lingua dei segni.

All'interno di questa sezione di Cervantes Virtual ci sono categorie che possono essere scelte dai visitatori. Sul Web sono disponibili contenuti che insegnano la grammatica visiva, contrastiva e il linguaggio sordomuto, il portale identifica i file in base ai livelli di rete in cui possono essere visualizzati.

Libreria per bambini e ragazzi

Nella Biblioteca Cervantes ci sono contenuti per tutte le età e scopi. Sono disponibili opere di autori ispanici e iberoamericani, questo spazio fornisce ricerca educativa e pedagogica attraverso laboratori, materiale audiovisivo, riviste, favole e romanzi.

Biblioteca della lingua spagnola

Questo spazio è interamente dedicato allo studio della lingua spagnola. Evidenzia qualità come, ad esempio, che è una lingua parlata da circa cinquecentocinquanta milioni di persone e che si posiziona come la seconda più parlata al mondo e la terza più studiata, oltre ad essere la lingua ufficiale di 20 nazioni.

In questa zona di Cervantes Virtual sono disponibili gli antecedenti, i testi e le opere che hanno contribuito allo sviluppo di questo linguaggio universale. Viene pubblicato materiale su ortografia, grammatica, forme di dialogo come la poesia e la retorica, nonché la storia dello spagnolo stesso. Questo spazio dimostra l'ampio interesse dei direttori della biblioteca per la diffusione e la premiazione dello spagnolo.

Miguel de Cervantes e Saavedra.

Miguel de Cervantes y Saavedra, omonimo della pagina.

Riconoscimenti da Cervantes Virtual

Nel 2012 il Principe delle Asturie ha ritenuto che la Biblioteca Virtuale Miguel de Cervantes fosse una roccaforte che fornisce un grande contributo all'unione dell'America Latina e della Spagna. Avendo il supporto di aziende e istituzioni consolidate, il suo sviluppo è costante e viene mantenuta la diffusione della cultura dell'America Latina.

Nel 2013 il portale è stato insignito del Premio Stanford per l'innovazione nelle biblioteche di ricerca, per la qualità del contenuto e del design. Inoltre, ha un record di oltre 225.000 pubblicazioni e nel 2017 è riuscito a ricevere più di 10 milioni di voci uniche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.