Carlos Arniches. Il maestro della farsa e dell'umorismo acido.

Carlos Arniches Mi sarei adempiuto oggi 152 anni . Questo Alicante è stato, tuttavia, uno degli scrittori che si identificano meglio con Madrid e la sua vita aneddotica attraverso il santini, un genere in cui nessuno potrebbe eguagliarlo. Ha anche collaborato come paroliere con importanti musicisti creatori di famosi operette. Tra i suoi lavori prolifici ci sono titoli così famosi Miss Trévelez, è il mio uomo, amico di Melquiades, I caciques, Mio marito sta arrivando! Oggi ne recupero alcuni frammenti.

Carlos Arniches

Arniches è arrivato a Madrid all'età di 19 anni. Aveva lavorato come giornalista a Barcellona. E una volta a Madrid è entrato nel mondo della scena con l'aiuto del famoso musicista, anche lui di Alicante. Ruperto Chapi.

Era un maestro nel riflettere il Modi madrileni in quello che è iniziato con il zarzuela e sainetes lirico come Il santo di IsidraIl suo successo lo ha portato a dedicarsi alle scenette.

Sanneti

Con l'atmosfera tradizionale ed i suoi caratteristici personaggi Arniches discusse in modo comico questioni o situazioni domestiche o più gravi. Il risultato della miscela di entrambi gli elementi a volte rasenta cosa grottesco e, senza dubbio, l'acidità.

È uno schema che si ripete spesso: ci sono due personaggi opposti (un buon rubacuori e un cattivo rubacuori; un uomo umile e laborioso e un altro prepotente e con molte labbra), c'è anche il dolce signora ma qualcosa di ingenuo e il vecchio uomo, intraprendente e protettivo. Gli argomenti hanno l'estensione linguaggio molto tradizionale e alla fine vincono sempre bene, amore e onestà ei cattivi vengono ridicolizzati.

Ma, oltre all'intrattenimento, Arniches cercava anche il critica sociale rivelando valori distorti dall'ambizione o dall'ipocrisia, contrari Valori universali, come la famiglia, l'onestà o l'amore. Questo estratto, forse, dal suo titolo più noto, Signorina de Trévelez, Mi serve chiudere questo momento di ricordo al signor Arniches.

Signorina de Trévelez

ATTO SECONDO, SCENA V

Numeriano (il Galán); poi entra Florita.

NUMERO. (Cade debolmente su una panchina.)
- Oh Signore! Bene; Non dormo, non mangio, non vivo da quindici giorni ... E io, che non ho mai dovuto un soldo, sono persino diventato un imbroglione! ... Perché tra i due cani e il Marco, che sto pagando a rate, io sono la metà dello stipendio. Che quadretto! ... Don Gonzalo lo chiama “la stacha”, ma quia. È molto più grande. La Mancha e La Alcarria, tutti insieme. Non ci ho messo più di un fiocco e mi ha portato a venticinque dollari! ... Oh, sono malato, non ho dubbi. Ho mal di testa, irrequietezza, spasmi nervosi; perché oltre a tutto questo, quella donna mi fa impazzire. È di un'esaltazione, una veemenza e una bruttezza che sgomentano. E poi ha qualche accenno ... Ieri mi ha chiesto se avevo letto un romanzo intitolato "Il primo bacio", e non l'ho letto, ma anche se lo sapevo a memoria ... Quelle battute, no! E per finire, parla con un lessico così stucchevole che per stargli dietro sembro nero. Eccomi scappando da lei ... Qui, anche per pochi istanti, sono libero da quella visione orrenda, da quella visione ...

FLORITA. (Allontanando i rami dal fondo della fontana, mostra la sua faccia sorridente e dice melodiosamente.)
- Nume!

NUMERIANO (alzandosi con un tremendo balzo. A parte).
- Horn! ... La visione!

FIORITA.
- Adored Nume.

NUMERO. (Con sgomento.)
- Florita!

FLORITA (uscendo, lo guarda.)
- Ma quanto pallido! Sei incolore! Sei spaventato?

NUMERO. (Svenire.)
- Se sanguinano, non si formano coaguli.

FIORITA.
- Ebbene, io, vagando, sono andato da una parte all'altra dell'aiuola in cerca di te, e tu, amore mio?

NUMERO.
- Anch'io vago; ma più pigro di te, mi ero seduto un momento a deliziarmi a contemplare la notte serena e stellata! ...

FIORITA.
- Oh Nume! ... Beh, ti stavo cercando.

NUMERO.
- Beh, se so che mi stai cercando, giuro che corro, che corro per incontrarti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.