Il cancro ha vinto la battaglia contro Carlos Ruiz Zafón, ma i suoi testi continueranno a brillare

Carlos Ruiz Zafon.

Carlos Ruiz Zafon.

Il mondo letterario ispanico si è alzato in lutto oggi, venerdì 19 giugno 2020, dopo che è stata annunciata la notizia della sfortunata morte di Carlos Ruiz Zafón. L'autore di bestseller L'ombra del vento Morì alla giovane età di 55 anni, vittima di un cancro. L'informazione ufficiale è stata diffusa dalla casa editrice Planeta.

Al momento, lo scrittore risiedeva a Los Angeles. Lì, si è dedicato alla sua passione, completamente impegnato nell'industria di Hollywood. La notizia ha devastato la Spagna, suo paese natale, in uno dei tempi più difficili che ha vissuto la terra di Cervantes a causa del Covid-19.

Carlos Ruiz Zafón, tra i migliori autori contemporanei

L'arrivo, Il principe della nebbia (1993)

Zafón ha guadagnato una posizione d'onore sulla scena letteraria mondiale in pochissimo tempo. Dopo la pubblicazione di Il principe della nebbia, nel 1993, i critici predissero una splendida carriera, e così fu. Nonostante sia la sua prima opera, questa è stata accolta molto bene, una fortuna che non tocca tutti. In effetti, questo libro gli è valso il premio Edebé nella categoria Letteratura giovanile. Hanno seguito quel post: Il palazzo di mezzanotte e le luci di settembre, e con quest'ultimo ha chiuso quella che è stata la sua prima trilogia formale.

La prima consacrazione, L'ombra del vento (2001)

Tuttavia, e alla ricerca di qualcosa in più -qualità che lo ha caratterizzato per tutta la vita-, nel 2001 è balzato sulla scena internazionale con il suo lavoro L'ombra del vento. I riconoscimenti furono immediati e si contarono a migliaia. María Lucía Hernández, sul portale di La nazione, ha commentato:

"Gestisce la suspense e il 'fattore sorpresa' in modo eccezionale, senza cessare di essere credibile, poiché si occupa di includere i costumi tipici spagnoli e gli eventi storici del secondo dopoguerra".

Gonzalo Navajas, da parte sua, ha dichiarato:

"L'ombra del vento Era diventato, per la sua insolita accoglienza internazionale, un ipertesto in cui […] la cultura spagnola contemporanea era proiettata e trovava eco nel contesto internazionale ”.

L'ombra del vento e il suo segno profondo in Germania

E sì, il libro è stato un successo totale, non solo nelle vendite, ma anche nella sua portata interculturale. In Germania, ad esempio, il lavoro è arrivato a metà del 2003. In meno di due anni e mezzo c'erano già più di un milione di copie vendute. Un risultato considerevole per la letteratura ispanica, soprattutto considerando il tempo in cui si è verificato. Parliamo di mille copie al giorno in quel periodo, un aspetto che, tenendo conto che lo scrittore era quasi sconosciuto a quel tempo, è considerato applaudibile.

D'altro canto, anche l'impatto sul pubblico tedesco dei lettori è stato notevole. Il testo è stato considerato "divertente" sulle pagine del Neue Züricher Zeitungse, allo stesso tempo considerato tematico "piuttosto semplice". La verità è L'impronta di Zafón è rimasta e si poteva ancora vedere in quelle terre.

Citazione di Carlos Ruiz Zafón.

Citazione di Carlos Ruiz Zafón.

La tetralogia, la sua chiusura in bellezza

Una cosa inevitabilmente tira l'altra e dopo 15 anni, con una lunga pausa per godersi i mieli del successo di L'ombra del vento-, sono arrivati ​​i tre titoli che avrebbero dato la forma finale alla storia:

  • Il gioco dell'angelo (2008).
  • Il prigioniero del cielo (2011).
  • Il labirinto degli spiriti (2015).

Gli autori sono spesso i tuoi peggiori critici —E non è che Zafón ne sia sfuggito, stiamo parlando di uno scrittore millimetrico ed esigente con se stesso. Tuttavia, dopo aver messo l'ultimo punto a Il labirinto degli spiriti, Carlos ha detto che lo spettacolo era "esattamente quello che doveva essere". Ogni pezzo, quindi, coincideva come doveva ed era meticolosamente collocato per mezzo dei dispositivi di un autore impegnato nel suo lavoro e consapevole del suo onorevole ruolo di rappresentante letterario della Spagna.

Un grande è andato, e un grande lavoro rimane dietro la sua ombra nel vento

La passione per i mestieri, si manifesta: è piacevole, attraente, brilla senza controllo, illumina tutto ciò che tocca. si ci sono un aggettivo con cui descrivere Carlos Ruiz Zafón riguardo al suo lavoro di scrittore, cioè quello di appassionato letterato.

È partito presto, ma ha approfittato di ogni secondo per ottenere l'immortalità nel lavoro che ha svolto. Ciò è indicato dalle quaranta traduzioni, dagli oltre 10 milioni di libri venduti e dal loro impatto internazionale. Sì, è sceso dall'aereo, ma non è arrivato e non riempirà le stanze dell'oblio.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.