Dalla bocca della filosofa e scrittrice Ayn Rand

Ayn Rand Non era il suo vero nome, era solo uno pseudonimo che lo avrebbe aiutato a scrivere più liberamente. Il suo vero nome era Alisa Zinovievna Rosenbaum, Scrittore e filosofo russo noto per il suo sistema filosofico, il "Oggettivismo" e per aver scritto due grandi bestseller letterari  «La primavera " y «La ribellione di Atlante ».

Oggi la recuperiamo non perché si festeggino gli anni della sua morte (è morta per insufficienza cardiaca il 6 marzo 1982 all'età di 77 anni a New York), né per l'anniversario della sua nascita (è nata il 2 febbraio 1905) in Russia, precisamente nella città di San Pietroburgo), ma perché lei stessa ha scritto le parole che metteremo di seguito. Erano passati quasi 70 anni e ai suoi tempi quasi nessuno le credeva ... Oggi, oggi, possiamo dire che aveva predetto quello che ci aspettava e che aveva ragione in tutto. Giudica tu stesso ...

Previsione di Ayn Rand?

«Quando ti accorgi che per produrre devi ottenere l'autorizzazione da chi non produce nulla; quando vedi che il denaro scorre verso chi non traffica in merci ma in favori; quando percepisci che molti si arricchiscono con la corruzione e l'influenza piuttosto che con il loro lavoro, e che le leggi non proteggono contro di loro ma, al contrario, sono loro quelli che sono protetti contro di te; quando scopri che la corruzione viene premiata e l'onestà diventa abnegazione, allora puoi affermare, senza paura di sbagliare, che la tua società è condannata.

Cosa ne pensi? Parole come "corruzione", "corruzione", "ricco", "onestà", "società", "condannato", "beni", "favori" ... Non ti suona niente? Cosa ne pensate delle parole dell'autore russo? Sono stati pronunciati quasi 70 anni fa e potrebbero essere applicati anche oggi, proprio adesso ... Ci sarebbe stata tanta corruzione allora come adesso? Pensa che gli scrittori di oggi dovrebbero "bagnarsi" proprio come facevano quelli di un tempo, che usavano la letteratura e i libri come mezzi di critica sociale? O questo è definitivamente e tragicamente passato alla storia?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.