Blind Guardian. Il gruppo "heavy metal" che promuove la lettura.

Blind Guardian Music Group

Può un gruppo musicale convincere intere generazioni ad aprire un libro per la prima volta nella loro vita? La risposta è un sonoro sì. Stiamo parlando dei tedeschi Guardiano cieco, una band di metalli pesanti attivo dal 1984, e di cui la principale fonte di ispirazione è la letteratura. Il testo, composto quasi interamente dal suo cantante e frontman Hansi Kursch, si riferiscono, a volte in modo sottile, a volte direttamente, ai grandi classici della letteratura mondiale.

Solo per citare Qualche esempio, Blind Guardian ha canzoni su: Il Silmarillion di JRR Tolkien, Camelot (Il re del passato e del futuro) di TH White,  Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll, Elric di Melniboné de Michael Moorecock, La Torre Nera di Stephen King, La ruota del tempo di Robert Jordan, duna di Frank Herbert, L'Iliade da Omero, Gli androidi sognano le pecore elettriche? (Blade Runner) di Philip K.Dick, Canto del ghiaccio e del fuoco di George RR Martin, o Paradiso perduto di John Milton.

In effetti, il nome stesso del gruppo è un riferimento a It (Quella) di Stephen King. In questo articolo daremo uno sguardo più da vicino ad alcune delle sue canzoni.

Immaginazioni dall'altro lato

Sai se Merlino è esistito / Sai se Merlino è esistito
O Frodo indossava l'Anello? / o Frodo indossava l'Anello?
Corum uccise gli dei, / Corum uccise gli dei,
O dov'è il paese delle meraviglie / o dov'è il paese delle meraviglie
Quale giovane Alice aveva visto? / Cosa aveva visto la giovane Alicia?
O era solo un sogno? / O era tutto un sogno?
Conoscevo le risposte, conoscevo le risposte,
Adesso sono persi per me. / ora sono persi per me.

Immaginazioni dall'altro lato (liberamente tradotto come "Fantasie dall'altro lato") è un file composizione tragica, dall'album omonimo, ma con un piccolo barlume di speranza. I testi raccontano come quando raggiungiamo l'età adulta, dimentichiamo i mondi letterari e i personaggi che ci hanno fatto sognare da bambini. Dopo aver ricordato i libri che amava tanto, il protagonista della canzone trova un "talismano" che gli permette di tornare alla sua giovinezza.

Nella tempesta

Dallo a me, / Dallo a me,
Devo averlo. / Devo averlo.
Tesoro prezioso, / Tesoro prezioso,
Me lo merito. / Ne ho bisogno.
Dove posso correre? / Dove posso fuggire?
Come posso nascondermi / Come posso nascondermi
I Silmaril? / i Silmaril?
Gems of Treelight / Jewels of the Trees of Light,
La loro vita mi appartiene. / la sua vita mi appartiene.

Nella tempesta ("In the storm") appartiene all'album Cala la notte nella Terra di Mezzo ("La notte cade sulla Terra di Mezzo"), concept album su Il Silmarillion di Tolkien. La canzone racconta come Morgoth, il primo Signore Oscuro, e Ungoliante, il ragno gigante, dopo aver distrutto i due alberi che hanno dato luce al mondo, lotta per il possesso di i Silmaril, i tre gioielli leggendari creati dall'elfo Feanor e questo dà il nome al libro.

Una voce nell'oscurità

Mandano un segno / Mandano un segnale
Quando verrà di nuovo l'inverno morto, / quando tornerà l'inverno mortale,
Là dalle rovine mi alzerò. / Là dalle rovine risorgerò.

Temi la voce nell'oscurità, / Temi la voce nell'oscurità,
Sii consapevole adesso. Stai attento adesso.
Credi nelle ali oscure e nelle parole oscure, / Credi nelle ali nere e nelle parole nere,
L'ombra ritorna. / l'ombra ritorna.

Una voce nell'oscurità ("Una voce nell'oscurità"), dall'album Ai confini del tempo ("Alla fine del mondo") è ispirato al libro Game of Thrones di George RR Martin. Nello specifico, nel personaggio di Bran Starke alcune esperienze con a tre occhi di corvo che non rivelerò per possibile spoiler.

Viaggiatore nel tempo

L'apparizione delle mie parole in questi giorni / L'apparizione delle mie parole in questi giorni
Mi fa sentire di averglielo detto prima. / mi fa sentire come se li avessi già detti.

Tutti i miei piani si avvereranno, / Tutti i miei piani si avvereranno,
Controllerò il destino, / controllerò il destino.
Nel deserto della mia vita / Nel deserto della mia vita
L'ho visto ancora e ancora. / L'ho visto più e più volte.

E siamo passati dal fantasy alla fantascienza Viaggiatore nel tempo ("Viaggiatore del tempo"), dall'album Racconti dal mondo di Twilight ("Storie del mondo del crepuscolo"), basato sul famoso romanzo duna di Frank Herbert. È tempo di viaggiare a molti anni luce di distanza, in un mondo deserto, sotto la cui luce uomini combattono per la politica e il denaro. Dove resistono i Fremen, aspettando il dijahd per portarti attraverso la galassia e Paul Atreides è il prescelto. Il viaggiatore del tempo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Leo Perez suddetto

    Le canzoni della mia vita. Ultimamente si dice che rock e heavy siano morti, ma per me, per gruppi come questo, non moriranno mai. Grazie per questo articolo.

    1.    M. Escabia suddetto

      Grazie a te per avermi letto, Leo. 😀

  2.   David suddetto

    È molto bello leggere articoli come questo. I Blind Guardian sono una delle tante band che basano il loro lavoro sulla letteratura. Sono sicuramente uno dei più significativi. Grazie mille per questa piacevole lettura.