Bernard Minier. Recensione della sua serie del maggiore Martin Servaz

Bernard Minier, uno dei più grandi nomi di polare Francese, ha pubblicato un nuovo romanzo lo scorso giorno 1. Si tratta di La caccia (La caccia) ed è la sesta puntata che vede come protagonista la sua creatura più famosa, il comandante Martin Servaz. Ma ... è stato pubblicato nelle terre galliche, per ora, e qui siamo già in ritardo questo e il precedente, La Valle (Valle). Vale questo recensione della serie della tua polizia popolare per dare un tocco di attenzione e che presto raggiungano i tuoi devoti lettori tra i quali mi annoio.

Bernard Minier

Bernard Minier è nato a Béziers nel 1960. Stava per diventare medico e ha lavorato anche per il servizio doganale prima di dedicarsi interamente alla letteratura. Nel 2011 ha pubblicato Sotto il ghiaccio, il primo dei 6 romanzi protagonisti Martin Servaz, e il suo enorme successo lo ha portato in cima alla classifica thriller Psicologico francese, dove ci sono pochi autori più che eccezionali. I seguenti erano Il cerchio, non spegnere la luce, notte e le due che restano per arrivare qui. Eè l'unico due volte vincitore del Premio Polar al Cognac Festival e il suo lavoro è stato tradotto in venti paesi e venduto più di due milioni di copie.

Il suo personaggio più noto è Martin Servaz, comandante della Polizia di Tolosa. Il suo istinto, determinazione e compassione, così come a fragilità emotiva aperta frutto del suo grande impegno professionale, lo hanno trasformato in uno dei più seguiti del genere.

El universo intorno a Servaz riempiono il loro figlia e equipo di compagni chi è con lui nel bene e nel male. E anche il suo nemesi, uno psicopatico invincibile che lo insegue senza sosta. Ma non gli manca mai la determinazione per superare le sue paure e farlo bene.

Serie di Martin Servaz

Sotto il ghiaccio

Primo titolo ambientato a dicembre 2008 e con lo scenario di una profonda valle dei Pirenei dove, andando al lavoro, i dipendenti di una centrale idroelettrica scoprono corpo di un cavallo senza testa. Servaz è responsabile del un'indagine che sembra essere il caso più strano di tutta la sua carriera. Ma tutto indica che questo è l'inizio di un lungo e terribile incubo in cui è dietro il pericoloso psicopatico Julian Hirtmann.

È diventato un file adattamento televisivo in cui Charles berling Ci ha messo la faccia, con una divisione di opinioni tra il pubblico, soprattutto quello letterario.

Il cerchio

Qui Servaz si occupa di a terribile omicidio in una piccola città universitaria dal sud-ovest della Francia, dove un vicino chiama la polizia per avvertire che un giovane è seduto vicino alla piscina della vittima, che è piena di bambole galleggianti. Quella giovane, che sembra l'unico sospettato, è il figlia unica di Marianne, il grande amore di Servaz e che non vede da più di vent'anni. 

Non spegnere la luce

Dopo l'enorme golpe sofferente alla fine del titolo precedente, è stato Servaz internato in un centro per i poliziotti, lottando per superarlo. Ma un giorno riceve per posta la chiave di una stanza d'albergo in cui un anno prima si è suicidato un artista. L'intrigo lo porta a indagare da solo contemporaneamente a giornalista radiofonico, Christine Steinmeyer, trova anche la lettera di un suicidio.

Entrambi si incontreranno y si troveranno coinvolti in situazioni sempre più strane che metteranno in pericolo i loro fragili stati d'animo.

notte

El omicidio di una giovane donna in una chiesa a nord di Norvegia prendi l'agente Kirsten nigaard, della Polizia di Oslo, per indagare su una piattaforma petrolifera nel Mare del Nord. Lì scopre che uno degli operai è fuggito lasciando una serie di segnali che lo indicano Servaz. Nigaard arriverà in Francia per unirsi a lui nel ricerca e cattura che sembra definitivo di psycho hirtmann, ancora una volta dietro al peggio.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.