In viaggio da Berlino a Pechino passando per Helsinki in tre trilogie

Il freddo si rifiuta di venire, l'autunno è quasi ancora estate e non cade una goccia d'acqua. Guardo con invidia paesi più distanti e più freddi, più piovoso. Penso anche a Pechino, ma la cosmopolita capitale tedesca è più vicina a me e la capitale finlandese più fredda. Farò tre viaggi, anche nel tempo.

Per ricordare le prime tre storie di questo Bernie Gunther del Berlino Anni '30 e '40, creato da Philip kerr. Per evocare antichi draghi oscuri nel Pechino corrente con Detective Mei Wang, di Diane Wei Liang. E per accompagnarli tre nonne novantenni mettere gli investigatori al freddo Helsinki de Minna Lindgren.

Trilogia di Berlino - Philip Kerr

Chiamato anche Berlin Noir, questa trilogia raccoglie il primi tre titoli dalla serie con protagonista il detective tedesco Bernie Gunther. Lo scrittore scozzese Philip Kerr ha debuttato nel 1989 con il suo primo romanzo, Viole di marzo, e ha anche iniziato questa saga di successo che è già undici libri. Gunther, a ex agente di Kripo (la tanto temuta polizia criminale del Terzo Reich), ora è un investigatore specializzato nella ricerca di persone scomparse.

En Viole di marzo siamo nella Berlino del 1936, quando la città si prepara alle Olimpiadi. Nel 1990 è stato pubblicato Pallido criminale, in cui Gunther deve tornare a Kipro per indagare sugli omicidi di diversi adolescenti avvenuti nel 1938. E nel 1991 è apparsa la terza parte di questa trilogia, Requiem tedesco. Siamo già nel 1947, dopo la fine della guerra la sconfitta tedesca. Gunther si ritrova coinvolto in un intricato complotto con i servizi di intelligence internazionali coinvolti.

Trilogia di Pechino - Diane Wei Liang

I tre titoli scritti dall'autrice cinese (residente a Londra) Diane Wei Liang sono riuniti in un unico volume. Li stelle Mei Wang, uno degli investigatori più emblematici del romanzo poliziesco asiatico. Questo ricercatore conosce e si muove con facilità attraverso il file Pechino moderna e pieno di contrasti.

En Occhio di giada Mei è una giovane donna molto indipendente che lavora in un'agenzia di investigatori privati. Un cliente ti chiede di trovarne uno vecchio pietra di giada rubato durante la Rivoluzione Culturale. Mei sarà costretta a ricordare e indagare in quel periodo oscuro della storia cinese che la porterà ad a segreto tenuto molto bene che non interessa rivelare.

Nel secondo titolo Farfalle per i morti Mei Wang dovrà indagare la scomparsa di una giovane star si chiama Kaili e rintraccia anche una delicata "farfalla di carta" che ha scoperto nel suo appartamento di Kaili.

Finalmente, in La casa dello spirito doratoMei incontra per caso un avvocato che le affida di indagare su un caso per un'azienda che produce pillole in grado di guarire i cuori spezzati. E allo stesso tempo un ispettore del governo si presenta all'agenzia investigativa con l'ordine di chiuderla.

Trilogia di Helsinki - Minna Lindgren

La scrittrice finlandese Minna Lindgren li ha creati tre nonne novantenni e ha ottenuto l'approvazione di critici e lettori. Con un tocco nero di mistero e intrigo e anche umorismo. La sua formula ricorda quella del suo vicino svedese di grande successo Jonas Jonasson.  Mix di critica sociale, umorismo nero e quel punto di tre donne Marple alla finlandese. Le avventure e le disavventure di Siiri, Irma e Anna-Liisa, le principali vedove, hanno deliziato molti lettori in questi tre titoli.

En Tre nonne e una cuoca morta conosciamo questi amici e residenti in La foresta del crepuscolo, un centro di appartamenti privati ​​per anziani a Helsinki. Ma, quando tutto sembra routine, nella residenza ci sono omicidi misteriosi che per tre nonne innocenti con curiosità e tempo libero diventerà una sfida da risolvere.

Nel secondo titolo, Tre nonne e un gioielliere avanti e indietro, i tre amici vedono la tranquillità della loro vita interrotta da pochi infiniti lavori di ristrutturazione Nella residenza. Subito Il portagioie di Anna-Liisa scompare senza traccia. Quando decideranno di trasferirsi in un appartamento condiviso, sorgeranno problemi di convivenza. Capiranno anche che queste opere lo sono abbastanza sospettoso e forse nascondono attività criminali su cui ovviamente indagheranno.

E infine, in Tre nonne e un piano di sabotaggio, Finalmente i lavori di miglioramento nella Twilight Forest sono terminati e gli anziani possono tornare ai loro appartamenti. Ma ora la direzione è nelle mani di a organizzazione religiosa di dubbia legalità. Tuttavia, c'è un problema che preoccupa maggiormente i residenti. Il innovazioni tecnologiche non hanno più bisogno di assistenti per gli anziani. I tre amici organizzano un piano per distruggere il sistema informatico che li porterà a prigione e lì può succedere di tutto.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.