Alcune storie complete, di Domingo Villar. Recensione

Alcune storie complete è il titolo del nuovo libro di Domingo Villar, che è illustrato con incisioni su linoleum del suo amico Carlos Baonza. È appena uscito in un'edizione molto ordinata e può essere letto a metà pomeriggio, o meno. È una raccolta di 10 storie o racconti e ho avuto la fortuna che l'autore me lo abbia dedicato all'ultima Fiera del Libro di Madrid. Questo è il mio recensione.

un privilegio

A gennaio 2020 ho partecipato a riunione con Domingo organizzato da Ambito culturale a Madrid e moderato da Rafael Caunedo. Eravamo circa 20 persone e ci siamo divertiti molto a chiacchierare con lui dei suoi libri con protagonisti l'ispettore di Vigo Leo Caldas. Tre romanzi, Occhi d'acqua, La spiaggia degli annegati y L'ultima nave che, seppur con molto tempo tra le sue pubblicazioni, gli hanno portato un successo e, soprattutto, un prestigio che molti altri con 20 titoli vorrebbero.

Nella parte finale dell'incontro domenicale ci ha raccontato queste storie e ne ha letto uno. Siamo stati così contenti e incoraggiati così tanto che li ha pubblicati che se avesse già avuto l'idea di farlo, potremmo esserne totalmente convinti. Inoltre, potrebbe anche essere un modo per "pagarci" per il pazienza per via delle lunghe attese tra romanzi e romanzi a cui siamo abituati i tanti lettori che sono suoi. Quindi, è stato un privilegio.

Ora, dopo aver letto le storie, identifico la storia: si tratta di Don Andrés il bello. E mi ha fatto sorridere di nuovo. Bene, tutto in realtà.

L'idea

A titolo di Prefazione, l'autore ci racconta un po' come ha sempre scritto storie senza altra pretesa che condividerli o contarli in riunioni di famiglia o di amici. Inoltre, che alcuni erano già stati pubblicati e che ogni volta che lo incoraggiavano a dar loro la forma di un libro, faceva finta di volerli lasciare per quell'ambiente più intimo e vicino.

Allo stesso tempo, e per la sua amicizia con l'artista Carlos Baonza, che cominciò a illustrarli al volo mentre li leggeva. Ma poi arriva un argomento fantastico come la realtà di a pandemia che chiude il mondo in casa. E devi cercare di ricreare quei momenti migliori che non puoi né avere né condividere. Quindi era tempo di portare alla luce questi racconti.

Umorismo, nostalgia, magia, mistero

I titoli sono:

  1. Eliška e la luna
  2. La Maruxaina e il signor Guillet
  3. Lo spiritista di O Grove
  4. Il Santo di Bella Union
  5. Filippo il Messia
  6. Mabel e il sonoro
  7. Don Andrés il Bello
  8. Michael «Chico» Cruz
  9. I quindici anni di Isabel Daponte
  10. Commodoro Ledesma

E tutti, in misura maggiore o minore, hanno tocchi di nostalgia, torna a ultimo, di magia, mistero e, naturalmente, di umorismo, ma di quel tanto della terra galiziana di cui è Villar. Il più lungo è l'ultimo, un racconto più che un racconto. E cosa anche condividere è il tono musicale della prosa di questo scrittore, tanto squisita quanto bella e quasi lirica.

Per chi di noi conosce un po' la parte più asettica e funzionale del lingua, in aggiunta a sensibilità che può essere trasmesso, leggere Domingo Villar è un doppio piacere. Sia nei suoi romanzi che in queste storie, in cui forse risalta ancora di più, il trattamento che ha di lui e la cadenza e il Ritmo la narrativa che stampa il contenuto non è seconda a nessuno. E questo si apprezza in un panorama di letteratura così facile o facilmente digeribile.

Questi racconti si leggono come canzoni e lasciano un'eco e una traccia, del mare, delle stelle, dei miti e delle leggende, dei miracoli o dei fantasmi, della guerra e della pace. Ottengono un sorriso da quelli morbidi e ti rimandano sempre a quel magico sfondo che distilla una terra così particolare.

Stai con uno? Non ho potuto. E un ma? Che sono pochi e finiscono in fretta. Questo è il problema con Domingo Villar: non importa se scrive romanzi di 640 pagine o racconti di 1 parole. Ti lascia sempre desiderare di più.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.