Albert Camus. Anniversario della sua nascita. 20 frasi scelte

Albert Camus Era un romanziere, drammaturgo, saggista, filosofo e giornalista francese nato nel 1913 in Algeria. Il suo lavoro più noto è stato All'estero. È uno dei creatori della chiamata filosofia dell'assurdo.

Ha avuto i referenti di Schopenhauer e Nietzsche, con la sua teoria dell'esistenzialismo tedesco. Nella seconda guerra mondiale, durante l'occupazione tedesca, era con la Resistenza francese che lo ha portato a relazionarsi con i movimenti libertari. anche pubblicato gioca come l'equivoco y Caligola. Quando la sua carriera era già consolidata nel 1957 ricevette il Premio Nobel per la Letteratura. Questi sono 20 frasi scelte del suo lavoro per ricordarlo.

Albert Camus — 20 frasi

  1. Acquistiamo l'abitudine di vivere prima dell'abitudine di pensare.
  2. All'inizio delle catastrofi, e quando sono finite, c'è sempre un po' di retorica. Nel primo caso, l'usanza non è ancora andata perduta; nel secondo si è ripreso. È proprio nel momento della sventura che ci si abitua alla verità.
  3. Un giorno cadrà lo stupido confine che separa i nostri due territori (Francia e Italia) che, insieme alla Spagna, formano una nazione.
  4. A volte penso a cosa diranno di noi gli storici futuri. Basterà una sola frase per definire l'uomo moderno: fornicava e leggeva i giornali.
  5. Nonostante le illusioni razionaliste e persino marxiste, l'intera storia del mondo è la storia della libertà.
  6. All'inizio delle catastrofi, e quando sono finite, c'è sempre un po' di retorica. Nel primo caso, l'usanza non è ancora andata perduta; nel secondo si è ripreso. È proprio nel momento della sventura che ci si abitua alla verità.
  7. Amo troppo il mio paese per essere nazionalista.
  8. Spegnete le luci e si vedrà la povertà. Ma non spegnere il sole, che è ciò che toglie la tristezza ai poveri.
  9. Benedetto il cuore che può piegarsi perché non si spezzerà mai.
  10. Ogni volta che un uomo nel mondo è incatenato, siamo incatenati a lui. La libertà deve essere per tutti o per nessuno.
  11. Descrivo come stupido chi ha paura di godere.
  12. Capisco cosa tocco, cosa mi resiste.
  13. Ogni uomo, dietro ogni angolo, può provare la sensazione dell'assurdo, perché tutto è assurdo.
  14. Com'è difficile, quanto è amaro diventare un uomo.
  15. Darsi non ha significato se non se si possiede se stessi.
  16. Dei resistenti è l'ultima parola.
  17. Due uomini traditi dalla stessa donna sono in qualche modo imparentati.
  18. L'artista deve stare sempre con chi soffre la storia, non con chi la fa.
  19. Il dovere è ciò che ti aspetti dagli altri.
  20. Il fascino è il modo per ottenere la risposta "sì" senza fare una domanda chiara.

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.