Arrivederci a Juan Marsé. Una recensione del suo lavoro più eccezionale

Abbiamo salutato Juan Marsé. Aveva 87 anni ed è stato uno dei più importanti narratori della letteratura contemporanea in questo paese. A partire dal Barcellona, è andato anche da lì. Lascia un'eredità completa titoli indimenticabili come Ultimi pomeriggi con Teresa, se ti dicono che sono caduto o L'incantesimo di Shanghai, oltre ad articoli, racconti e altri lavori. Vincitore di Premio Planet e Cervantes, il suo nome è legato alla migliore narrazione. Questo è un rivedere al suo lavoro.

Rinchiuso con un solo giocattolo (1960)

Il primo romanzo de Juan Marsé è un insieme di molti dei personaggi, temi e ambientazioni ricorrenti in tutti i suoi lavori successivi. Racconta la storia di alcuni giovani della classe media, figli di famiglie colpite dalla guerra civile.

Ultimi pomeriggi con Teresa (1966)

Era Brief Library Award e anche il suo successo più riconosciuto anche a livello internazionale. Con personaggi così unici Pijoaparte, tipico esempio delle classi inferiori ed emarginate che cercano prestigio sociale, e Teresa, una bella ragazza, studentessa e di buona famiglia dell'alta borghesia catalana.

È diventato un file Adattamento cinematografico en 1984 da Gonzalo herralde, che firma anche la sceneggiatura insieme alla propria Juan Marsé. E aveva un cast di campanule con Maribel Martín, Ángel Alcázar, Cristina Marsillach, Mónica Randall o Alberto Closas tra molti altri.

Si te dicen que caí (1973)

Un altro titolo fondamentale nell'opera di Marsé. Lo scrisse alla fine degli anni Sessanta e lo fu bandito dalla censura, per la sua immagine della vita durante il regime franchista. È anche uno dei suoi romanzi più personali.

La ragazza con le mutandine d'oro (1978)

Il protagonista è Luys Forest, un vecchio scrittore falangista, vedovo e di scarso prestigio letterario, che scrive le sue memorie, ritoccandole a suo piacimento e nel modo più romantico possibile. A fare da contrappunto la nipote Mariana - la ragazza con le mutandine dorate - che lo avverte delle conseguenze del voler rifare il suo passato. Vincitore di Premio PlanetÈ stata portati al cinema nel 1979 da Vicente Aranda e recitava Victoria Abril.

Un giorno tornerò (1982)

Jan Julivert Monn Era un guerrigliero e ladro delle banche durante il primo dopoguerra. Quando esce di prigione, prima che tutti si aspettino di vedere come e quale sarà la sua vendetta, però, torna a casa con quella vendetta dimenticata e unica intenzione di ricostruire una vita che tutti considerano già sprecata.

L'amante bilingue (1990)

Juan Mares è un sognatore che si è fatto, che sua moglie tradisce e abbandona anche se è totalmente innamorato. Sunken In preda alla disperazione e alla miseria, diventa un emarginato che vaga per i bassifondi di Barcellona fino a quando non gli viene in mente un piano: quello di impersonare un charnego ha chiamato Faneca per riconquistare la sua ex moglie.

Vicente Aranda era di nuovo responsabile del suo adattamento cinematografico en 1993 quello interpretato da Imanol Arias e Ornella Mutti tra gli altri.

L'incantesimo di Shanghai (1993)

Siamo nel Barcellona di 1984e il capitano Blay piange ancora la guerra perduta e i suoi figli uccisi lì. Con lui va il piccolo daniel e insieme camminano tra personaggi come Fratelli Chacón, che sorveglia l'ingresso della casa in cui vive Susana, una ragazza malata, figlia di Anita e Kim, un rivoluzionario. Arriva un amico e compagno di viaggio di Kim, Forcat, che racconterà ai bambini il impresa che il padre della ragazza aveva dentro Shanghai, di fronte a nazisti, uomini armati spietati e donne fatali.

Fernando Trueba ha firmato il suo versione cinematografica nel 2002 hanno recitato Arianna Gil, Fernando Fernan Gomez, Jorge Sanz o Rosa Maria Sarda.

Code di lucertola (2000)

Ancora una volta abbiamo un adolescente molto fantasioso come protagonista, David e il suo cane Spark. Insieme all'Innamorato Ispettore Galván, o Rosa Bartra, una bella rossa incinta, compongono ancora una volta un cast di personaggi indimenticabili in una storia con più sogni e fantasmi coinvolti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.