Cristina Rossetti. Anniversario della sua morte. poesie

Cristina Giorgina Rossetti Morì in un giorno come oggi nel 1894 a Londra. Era uno dei grandi poeti inglesi, anche se la fama fu presa più dal fratello, anche lui poeta e pittore Dante Gabriel Rossetti. Ma Christina si è distinta anche per i suoi meriti nel poesia vittoriana e il movimento preraffaellita. Questo è un selezione di poesie nella tua memoria o per scoprirlo.

Christina Rossetti - Poesie

La bellezza è vana

Mentre le rose sono rosse
mentre i gigli sono così bianchi,
Una donna esalterà i suoi lineamenti?
solo per portare piacere?
Non è dolce come la rosa
il giglio è più alto e più pallido,
e se fosse come rossa o bianca
sarebbe solo uno dei tanti.

Se arrossisce nell'estate dell'amore
o d'inverno si secca,
se ostenta la sua bellezza
o si nasconde dietro un falso rossore,
si veste di seta bianca o rossa,
e sembra storto o come legno diritto,
il tempo vince sempre la gara
che ci nasconde sotto un sudario.

Allora urleranno

A volte sembra una cosa facile
mi sembra di cantare un giorno,
ma il giorno dopo
non possiamo nemmeno parlare.
Sii sinceramente silenzioso
mentre il silenzio si posa;
un altro giorno entrambi canteremo e diremo
Taci, contando il tempo
attaccare al momento:
preparati per il suono,
la nostra fine è vicina.
Non possiamo cantare o esprimerci?
In silenzio, dunque, preghiamo,
e medita sulla nostra canzone d'amore
mentre aspettiamo.

Canzone

Quando sarò morto amore mio
Non cantare canzoni tristi per me
Non piantare rose sulla mia lapide
né cupi cipressi:
Sii l'erba verde su di me
con gocce e rugiada bagnami.
E se appassisci, ricorda;
E se appassisci, dimentica.

non devo più vedere le ombre,
non sentirò più la pioggia,
Non sentirò più l'usignolo
cantando il suo dolore.
E sognando in quel crepuscolo
che non tramonta né diminuisce,
Per fortuna forse mi ricordo di te
E per fortuna forse ti dimenticherò.

L'unica certezza

Vanità delle vanità, dice il predicatore,
Tutte le cose sono vanità.
L'occhio e l'orecchio non possono essere riempiti
Con immagini e suoni.
Come la prima rugiada, o il respiro
Pallido e improvviso dal vento
O l'erba strappata alla montagna,
così è l'uomo,
Galleggiando tra speranza e paura:
Quanto sono piccole le tue gioie,
Com'è piccolo, com'è cupo!
Fino alla fine di tutte le cose
Nella lenta polvere dell'oblio.
Oggi è uguale a ieri
Domani uno di loro deve essere;
E non c'è niente di nuovo sotto il sole;
Finché l'antica corsa del tempo non passa
Il vecchio biancospino crescerà sul suo tronco stanco,
E la mattina sarà fredda e il crepuscolo sarà grigio.

Dal mare

Perché il mare piange per sempre?
Fuori dal paradiso la fa piangere
rompere contro il confine della costa;
tutti i fiumi della terra non possono riempirlo;
il mare beve ancora, insaziabile.

Puri miracoli di grazia
giacciono nascosti nel loro letto inaspettato:
anemoni, sale, spassionato
petali fioriti; abbastanza vivo
soffiare e moltiplicarsi e prosperare.

Lumache pittoresche con curve, punti o spirali,
incastonati esseri viventi come gli occhi di Argo,
tutte ugualmente belle, ma tutte ineguagliabili,
nascono senza angoscia, muoiono senza dolore,
e così passano.

Ricorda

Ricordami quando sono andato via
lontano, verso la terra silenziosa;
quando la mia mano non può più tenere,
nemmeno io, esitando a partire, voglio ancora restare.
Ricordami quando non c'è più il quotidiano,
dove mi hai rivelato il nostro futuro pianificato:
ricordami solo, lo sai bene,
quando è troppo tardi per consolazioni, preghiere.
E anche se devi dimenticarmi per un momento
per ricordarmelo in seguito, non te ne pentirai:
per lasciare l'oscurità e la corruzione
un residuo dei pensieri che ho avuto:
faresti meglio a dimenticarmi e sorridere
che devi ricordarmi con tristezza.

Fonte: Lo specchio gotico


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.