_Il libro di legno_. L'ultimo sorprendente bestseller nordico

Il libro di legno. Così, senza più svolazzi o misteri. Il sottotitolo Una vita nel bosco non è neanche pretenzioso. L'autore, uno scrittore norvegese sconosciuto (fino ad ora) di nome Lars Mytting, spazza l'intero pianeta con questo trattato sul legno, o meglio, sull'arte del taglio del legno. Può essere più audace e originale quando scommetti su un'idea del genere per distinguerti e divorare il mercato editoriale?

Forse alcuni grandi nomi della letteratura nordica devono essere sbalorditi (o meno) dal grande successo di Mytting, giornalista classe 1968, che aveva già scritto tre romanzi. Questo manuale di istruzioni e inno alla vita semplice nella natura ha già venduto in tutto il mondo mezzo milione di copie ed è stato tradotto in 16 lingue. Analizziamo questo fenomeno best seller.

E se scrivessi un libro su quel sentimento, un libro in cui i boscaioli raccontano i loro interessi e le loro ambizioni, ma non sembra una visione presuntuosa di un cittadino come me, ma qualcosa che il mio vicino potrebbe voler leggere?

Questo fu detto un giorno da Lars Mytting (Fåvang, 1968) e ci riuscì. Il risultato, Il libro di legno, un insolito (almeno) trattato sull'arte di tagliare il legno, un manuale di istruzioni e consigli sugli alberi e sui diversi tipi di legno. Ma anche un trattato sull'argomento meditazione sull'istinto di sopravvivenza e lode alla vita nei boschi. Ed è riuscito ad attirare l'attenzione.

L'inaspettato successo di vendita sul suo lancio sul mercato lo ha reso il titolo di riferimento di un movimento che è sempre più in aumento: quello degli alfieri del ritorno alla natura, alla cosiddetta "vita tranquilla". Così, i più smanettoni dell'argomento aprono le sue pagine e possono quasi annusare l'aroma della foresta, della terra, dell'erba e degli alberi. E quello così speciale della legna da ardere che hanno appena tagliato in uno sforzo vigoroso e rivitalizzante con la loro più efficiente ascia.

Legno, alberi, bosco, tranquillità ...

Una storia così semplice, semplice e tranquilla può essere raccontata bene solo da una persona nata, cresciuta e cresciuta in uno dei paesi più ricchi di risorse naturali per combattere un raffreddore che è sempre su di loro.

In quelle parti del nord sempre l'inverno sta arrivando. E il loro consumo di legna da ardere non è diminuito di una virgola, anche se i norvegesi non sono a corto di petrolio. Ma continuano a consumare, solo lì, circa 300 chili per famiglia. La metà di quel legno viene tagliata direttamente se stessi. Da lì è arrivato il idea a Mitting.

Un giorno ha visto un vicino di casa anziano e malato che usciva ogni mattina per vedere una legna da ardere che doveva ancora asciugare prima di usarlo per quell'inverno. A Mytting sembrava un rito per un futuro che il suo vicino non avrebbe più potuto vedere. E io penso la metafora del rapporto dell'uomo con il legno come perdita di autenticità e semplicità in questo momento improntato all'immediatezza e alla tecnologia.

mitizzazione affermare di fare le cose per te stesso. Ti invita a entrare nella pelle di quel taglialegna che ha a che fare faccia a faccia con l'essere ancestrale che rappresenta anche il legno. Come si riferisce al fuoco e al suo potere con migliaia di significati come calore o comfort.

Echi di Thoreau

Mytting è stato paragonato al classico del XIX, Henry David Thoreau. Il poeta, filosofo, saggista e naturalista americano ha ritratto la sua vita durante due anni nella natura nel suo lavoro Walden. Ma ovviamente, devi colmare le distanze di tempo, pensiero e scenari.

Successo inspiegabile?

Ovviamente no. Ci sono lettori per tutti i gusti e tutte le sensibilità. Se sei un cittadino disperato e dipendente dal rumore, potresti non essere attratto da questo libro. Ma gli amanti del ritmo tranquillo e della comunione con la natura lo stanno godendo con indicibile piacere.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.