Aprile, il mese dei libri. Cosa sono, cosa significano. 30 pensieri

Aprile, nuovo mese e il del libro per eccellenza, il cui giorno verrà celebrato il prossimo Lunes 23. Per inaugurare questi 30 giorni così letterari compilo un file serie di frasi e pensieri sui libri. Da scrittori, pensatori, editori e persone in tutto il mondo che un giorno hanno espresso ciò che un libro significava per loro. Possiamo o non possiamo essere d'accordo con alcune di queste frasi, ma sicuramente condividiamo pezzi e pezzi comuni di quei pensieri. Perché un libro sarà sempre molto più di un libro.

  1. I libri sono piccoli grammi di sabbia che si accumulano nel tempo. Clara Isabel Simó.
  2. Quando vendi un libro a qualcuno, non gli vendi un chilo di carta, inchiostro e colla, ma gli offri una nuova vita. Christopher Morley.
  3. Un bel libro dovrebbe lasciarti con molte esperienze e un po 'stancante alla fine. Vivi diverse vite leggendolo. William Styron.
  4. I libri, in campagna, sono la fiaccola della sua luce, la misura del suo pensiero, il criterio della sua rinascita e il bel fiore della sua originalità e della sua gloria. Jamil saliba.
  5. Quando ti pubblicano qualcosa, preparati allo shock di non trovarlo in nessuna libreria. Bill Adler.
  6. Un libro non si scrive una volta per tutte. Quando è davvero un grande libro, la storia degli uomini aggiunge la sua passione. Luigi Aragona.
  7. Alcuni libri vengono immeritatamente dimenticati, nessuno viene immeritatamente ricordato. Wystan Hugh Auden.
  8. Ogni libro è anche la somma dei malintesi che suscita. Georges Bataille.
  9. Un libro che non merita di essere letto due volte non dovrebbe essere letto per intero. Federico Beltran.
  10. I libri sono come specchi: guardandoli scopriamo chi siamo. José Luis de Villalonga.
  11. La memoria lasciata da un libro a volte è più importante del libro stesso. Adolfo Bioy Casares.
  12. Il libro deve uscire e cercare il lettore. Francisco Ayala.
  13. Un gentiluomo dovrebbe avere tre copie di ogni libro: una da mostrare, una da usare e la terza da prendere in prestito. Richard Heber.
  14. Per un vero scrittore ogni libro dovrebbe essere un nuovo inizio in cui prova qualcosa che è al di là della sua portata. Ernest Hemingway.
  15. Appena finito, il libro si trasforma in un corpo estraneo, un morto incapace di fissare la mia attenzione, figuriamoci il mio interesse. Claude Levi Strauss.
  16. Maggiore è la qualità del libro, più avanti rispetto agli eventi. Vladimir Mayakovsky.
  17. Voglio che i libri parlino da soli. Sai leggere? Bene, dimmi cosa significano i miei libri. Sorprendimi Bernard Malamud.
  18. Ci vuole tanto lavoro per scrivere un brutto libro quanto uno buono; esce con la stessa sincerità dall'anima dell'autore. Aldous Huxley.
  19. Dimmi il libro che hai letto e ti dirò a chi l'hai rubato. Ilya Ilf.
  20. La vita di carta è una vita multipla e privata allo stesso tempo, che può fornire solo le pagine di un libro. Ana Maria Matute.
  21. I miei libri sono l'equivalente letterario di un Big Mac con una grande porzione di patatine fritte. Stephen King.
  22. Non giudicare mai una copertina dal suo libro. Fran Lebowitz.
  23. Un libro è una cosa tra le cose, un volume perso tra i volumi che popolano l'universo indifferente; finché non trova il suo lettore, l'uomo destinato ai suoi simboli. Jorge Luis Borges.
  24. Se non riesci a dire quello che hai da dire in venti minuti, è meglio fare un passo indietro e scrivere un libro a riguardo. Lord Brabazon.
  25. Il possesso di un libro diventa il sostituto della lettura. Anthony Burgess.
  26. Se leggi libri, finisci per voler scrivere letteratura. Quentin Crisp.
  27. Per scrivere un buon libro non ritengo indispensabile conoscere Parigi o aver letto Don Chisciotte. Cervantes, quando l'ha scritto, non l'aveva ancora letto. Miguel Delibes.
  28. Il mondo è pieno di libri preziosi che nessuno legge. Umberto Eco.
  29. Trovo molto sbagliato passare mesi a scrivere un libro e poi altri mesi a cui mi viene chiesto costantemente cosa volevo dire al suo interno. Sir Arthur John Gielgud.
  30. La nostra vita è resa più dai libri che leggiamo che dalle persone che incontriamo. Graham Greene.

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.