Juan José Millás: libri

Juan Jose Millás

Juan Jose Millás

Con quasi cinque decenni di professione, lo scrittore e giornalista spagnolo Juan José Millás è uno scrittore consacrato. Attualmente conta più di 35 pubblicazioni, tra romanzi, racconti, articoli e reportage. Il valenciano si è distinto in campo letterario negli anni '80 con il suo quarto libro: carta bagnata (1983). Questa narrativa poliziesca è stata scritta su richiesta di un editore di letteratura per ragazzi e sin dalla sua prima edizione ha avuto un'ottima risposta.

Fu dopo il successo di questo romanzo che Millás si cimentò nel giornalismo, compito che esercita con un suo stile originale. È stato premiato una dozzina di volte con importanti premi, letterario e giornalistico. Loro due dottorati honoris causa, assegnato dalle Università di Torino e Oviedo.

Biografia

Juan José Millás Garcia è nato a Valencia (Spagna) il 31 gennaio 1946 Proviene da una famiglia numerosa, è il quarto di nove fratelli. I suoi genitori erano Vicente Millás Mossi —inventore e tecnico industriale— e Cándida García. Ha trascorso i suoi primi anni nella sua città natale, fino a quando nel 1.952 si trasferì con la sua famiglia a Prosperità, una città popolare di Madrid.

Studi ed esperienze lavorative

Ha studiato di notte, poiché durante il giorno ha lavorato come lavoratore interinale in una cassa di risparmio. Per tre anni ha studiato Filosofia e Lettere —Nella specialità di Filosofia Pura— presso l'Università Complutense di Madrid, che se n'è andato qualche tempo dopo. Presto il decennio di il 70' è entrato nell'ufficio stampa di Iberia.

Gara letteraria

All'inizio ha flirtato con la poesia, anche se alla fine ha finito per arrendersi al fascino della narrativa. Nel 1975 pubblica il romanzo: Cerberus sono le ombre; con il quale riceve nello stesso anno il premio Sésamo e ottiene grandi riconoscimenti dalla critica letteraria. Nei successivi sei anni ha presentato due opere: Visione degli annegati (1977) y Il giardino vuoto (1981).

Nel 1983 ha pubblicato il suo libro più noto: carta bagnata, un romanzo che ha catturato migliaia di lettori. Dopo quel successo, negli ultimi 3 decenni ha rafforzato la sua carriera letteraria con 16 narrazioni che lo hanno reso degno di importanti riconoscimenti. Tra i testi spiccano: Due donne a Praga (2002), con cui ha vinto il premio Primavera; sì Il mondo (2007), vincitore dei premi Planeta (2007) e National Narrative (2008).

Pratica giornalistica

Presto il 90', inizia la sua attività giornalistica nel quotidiano Il Paese e altri media spagnoli. È stato caratterizzato dalla scrittura colonne chiamate "articoli", in cui trasforma un evento comune in qualcosa di fantastico. In questo campo è stato premiato in più occasioni, tra i suoi premi ricordiamo: Mariano de Cavia Journalism (1999) e Don Chisciotte di giornalismo (2009).

Romanzi di Juan José Millás

  • Cerberus sono le ombre (1975)
  • Visione degli annegati (1977)
  • Il giardino vuoto (1981)
  • carta bagnata (1983)
  • lettera morta (1984)
  • Il disordine del tuo nome (1987)
  • La solitudine era questo (1990)
  • Ritorno a casa (1990)
  • Sciocco, morto, bastardo e invisibile (1995)
  • Ordine alfabetico (1998)
  • Non guardare sotto il letto (1999)
  • Due donne a Praga (2002)
  • Laura e Giulio (2006)
  • Il mondo (2007)
  • Quello che so dei piccoli uomini (2010)
  • La pazza (2014)
  • Dalle ombre (2016)
  • La mia vera storia (2017)
  • Nessuno dorma (2018)
  • La vita a volte (2019)

Sinossi di alcuni libri di Juan José Millás

carta bagnata (1983)

Giornalista Manolo Urbina avvia un'inchiesta sul "suicidio" di il suo vecchio amico Luigi MariaCome sospetto che sia stato assassinato. Durante questo viaggio, documenta contemporaneamente ciò che è accaduto in un romanzo, come backup nel caso gli fosse successo qualcosa. Due donne importanti nella vita della defunta —Teresa e Carolina— aiuteranno Manolo durante le indagini.

Alla ricerca di indizi, Teresa trova una valigetta con soldi e documenti compromettenti, che coinvolgono un farmacista. Tutto comincia a crollare quando l'ispettore Cárdenas prende le redini del processo. Questo ufficiale scoprirà in un batter d'occhio uno dei tasselli fondamentali per risolvere il caso, con un esito sorprendente e incredibile.

Due donne a Praga (2002)

En la ricerca di chi scrive la sua biografia, Luz Acaso prendi un giornale e si imbatte in il nome di un famoso giovane scrittore. Già decisa - piena di enigmi - si reca all'ufficio letterario dell'autore per fare tale richiesta; lo riceve e lo accetta. Álvaro Abril (lo scrittore), dal canto suo, si trova in una lotta interiore: nonostante il suo primo libro lo abbia catapultato al successo, il perenne sospetto di essere un figlio adottivo non gli ha permesso di essere felice.

Al colloquio de Luz con Álvaro, racconta fatti della sua vita che sembra preso da scene di un film di fantasia. Mentre passano gli incontri tra i due, il nesso cresce a causa delle continue coincidenze. Inoltre, diversi personaggi si uniscono alla trama, tra cui María José, un'amica di Luz che ha una proposta per Álvaro.

Con il voltare le pagine un mucchio di misteri, verità, inganni e molta fantasia iniziano a emergere ... Questi elementi circondano tutti durante la trama, che si svolge in uno sviluppo avvincente fino a quando non si scatena un finale che quasi nessuno si aspetta.

Il mondo (2007)

Un ragazzo —Juan José— racconta la sua infanzia dal suo punto di vista; la sua nascita, i primi anni a Valencia e il trasferimento dalla sua città natale alla città di Madrid. Descrive le sue esperienze in un ambiente del dopoguerra, costellato di gioie e dolori, in un clima freddo, di nuove amicizie e amori non corrisposti. Una realtà a cui doveva abituarsi, nel bene o nel male.

Crescendo, racconta come perde le persone importanti per lui E tutti quei momenti grigi difficili da sopportare L'assenza dei propri cari determina l'adattamento del già adolescente, che cerca di vivere nel migliore dei modi. La storia è scandita da diversi momenti della sua esistenza — di come un bambino diventa gradualmente un uomo — tra realtà e immaginazione.

La pazza (2014)

Julia è una pescivendola che decide di approfondire la linguistica, Esto a causa di che è ossessionata dal suo capo Roberto, che è un filologo. Si istruisce da autodidatta, e in questo processo vengono in mente personaggi con cui dialoga alla ricerca di soluzioni. Oltre a lavorare al pescivendolo, Julia si prende cura di Emerita, malata terminale determinata a morire.

Un giorno, mentre la giovane frequentava Emerita, riceve la visita di Millás, un giornalista che desidera fare un servizio sull'eutanasia. Dopo aver conosciuto Julia in modo più dettagliato, si propone subito di scrivere la sua storia. Causalmente, l'uomo stava attraversando un blocco creativo. In modo drastico, tutto cambia...: Emerita svela un enigma, e il giornalista rimane sorpreso.

La vita a volte (2019)

Juanjo Millás è uno scrittore che racconta 194 settimane della sua vita, sulla base delle sue voci di diario. Lì espone la sua personalità, qualcosa di perspicace, allegro, sarcastico e cupo; in un'area delimitata tra sanità mentale e paranoia. Allo stesso modo, descrive alcune esperienze, come le visite dal suo psicanalista, i suoi hobby, le cure e la solitaria vita quotidiana di un uomo osservante.

Ogni piccolo capitolo narra momenti peculiari, con situazioni strane e interessanti. Se presentano scenari semplici: come i tuoi ingorghi letterari, problemi domestici o guasti alla tua auto. È una storia di fantasia che può avere o meno un po' di realtà, su una persona normale, ma un po' ossessiva e con visioni stravaganti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.