Stefan Zweig: i migliori libri

Citazione di Stefan Zweig

Citazione di Stefan Zweig

Parlare dei migliori libri di Stefan Zweig significa esplorare il lavoro di uno scrittore versatile che ha saputo distinguersi in vari generi narrativi. In effetti, molti dei suoi testi divennero ampiamente conosciuti in Europa durante il periodo tra le due guerre. Inoltre, molte delle sue biografie hanno battuto record di vendite e anche quella di Maria Antonietta è stata portata sul grande schermo nel 1938.

Allo stesso modo, lo scrittore austriaco era famoso grazie a romanzi come pietà pericolosa (1938) o romanzo di scacchi (1941), tra l'altro. Allo stesso modo, fu uno dei primi personaggi famosi del suo tempo a parlare chiaramente contro il fascismo in Germania dopo la prima guerra mondiale.

I migliori libri di Stefan Zweig

la collezione invisibile (1925)

Die unschtbarre Sammlung —nome originale in tedesco— È un racconto drammatico molto apprezzato dai critici letterari dell'epoca.. È una storia ispirata alle difficoltà causate dall'iperinflazione vissuta in Germania negli anni 1920. Lì, Zweig presenta un vecchio cieco che possiede una bella collezione di stampe e che è stato ingannato dalla moglie e dalla figlia.

Nello specifico, al protagonista è stato detto che i tedeschi avevano vinto la guerra. Anche, i suoi parenti dovettero vendere le opere d'arte per sopravvivere e sostituirle con copie. Queste repliche venivano regolarmente toccate dal vecchio, che era pieno di orgoglio quando le sentiva (credendo che fossero gli originali).

Alcuni dettagli sulla storia

L'aspetto più acclamato da pubblico e critica è stato come Zweig abbia coinvolto un personaggio esterno (lo stagista) per approfondire la trama dell'inganno. D'altro canto, va notato che la collezione invisibile si gettò nel tomo Caleidoscopio (1936). No Tuttavia, attualmente è possibile ottenere questo titolo individualmente (l'edizione spagnola del 2016 è un libro di 86 pagine).

La confusione dei sentimenti (1927)

Verwirrung der Gefühle (in tedesco) È un romanzo breve che ha generato un grande impatto e polemiche nella società borghese europea degli anni '20.. Ciò a causa dell'approccio schietto a questioni un po' spinose in quel momento: l'omofilia e l'emancipazione femminile. Inoltre, lo scrittore austriaco ha approfittato del contesto del testo per espandere la sua ammirazione per Shakespeare.

Per fare questo Zweig ha creato il personaggio di un noto professore che, dal suo sessantesimo compleanno, non poteva più nascondere un segreto che aveva mantenuto fin dall'adolescenza. Quindi, il protagonista iniziò una strana relazione con un nuovo collega, che alterò completamente il legame con la moglie. Così, stava cambiando la sua prospettiva della letteratura e delle relazioni affettive in generale.

Momenti stellari dell'umanità (1927)

Questo libro è un saggio composto da un gruppo di brani letterari romanzati che si riferiscono a episodi storici trascendentali per l'intera umanità. Il testo inizia con un prologo prima di procedere con la spiegazione di quattordici eventi stellari selezionati da Zweig.. Sono citati di seguito:

  • "Cicerone, 15 marzo 44 aC";
  • «La conquista di Bisanzio. 29 maggio 1453»;
  • "Volo nell'immortalità: la scoperta dell'Oceano Pacifico, 25 settembre 1513";
  • "La risurrezione di Georg Friedrich Händel, 21 agosto 1741";
  • «Il genio di una notte: La Marsigliese, 25 aprile 1792»;
  • "The Universal Waterloo Minute: Napoleon, 18 giugno 1815";
  • L'elegia di Marienbad: Goethe tra Karlsbad e Weimar, 5 settembre 1823″;
  • "La scoperta di El Dorado: JA Sutter, California, gennaio 1848";
  • "Momento eroico: Dostoevskij, San Pietroburgo, piazza Semenovsk, 22 dicembre 1849";
  • "La prima parola attraverso l'oceano: Cyrus W. Field, 28 luglio 1858";
  • «La fuga verso Dio. Epilogo al dramma incompiuto di Lev Tolstoj The Light Shines in the Darkness, fine ottobre 1910»;
  • «La lotta per il Polo Sud: Capitan Scott, 90 gradi di latitudine. 19 gennaio 1912»;
  • «Il treno sigillato: Lenin, 9 aprile 1917»;
  • "Wilson non riesce, 15 aprile 1919".

romanzo di scacchi (1941)

Due leali avversari si incontrano in una partita a scacchi a bordo di una nave. Da un lato lo è Mirko Czentovic, l'attuale campione del mondo la cui strategia emula la lavorazione di una macchina. Dall'altro appare un passeggero sconosciuto: il Dr. B— che basa il suo gioco sulle sue difficili esperienze personali (fu imprigionato e torturato dalla Gestapo).

Mentre era nella prigione tedesca, B ha rubato un manuale di scacchi e ha immaginato innumerevoli giochi come un modo per alleviare il suo dolore. Tuttavia, il match contro Czentovic fa risorgere i traumi della prigionia mentre prevede mentalmente l'esito del match. Già nell'epilogo della storia, il dottor dichiara la sua sconfitta contro un avversario implacabile.

Altri titoli imperdibili di Stefan Zweig

  • Lettera di uno sconosciuto (Breve einer Unbekannten, 1922)
  • Maria Antonietta (1932);
  • pietà pericolosa (Ungeduld des Herzens, 1939);
  • Il mondo di ieri (1942);
  • L'ebbrezza della metamorfosi (Rausch der Verwandlung, 1982).

*Gli ultimi due titoli corrispondono a pubblicazioni postume.

Biografia di Stefan Zweig

Nacque a Vienna, in Austria, il 28 novembre 1881 — divenne cittadino britannico nel 1939 — in una ricca famiglia ebrea. Ha conseguito il dottorato in Filosofia presso l'Università di Vienna., dove ha anche studiato materie legate alla letteratura. Nel 1901 fece il suo debutto letterario con la raccolta lirica corde d'argento.

Stefan Zweig

Stefan Zweig

Nel 1904 pubblica il suo primo romanzo. -le meraviglie della vita-, in cui ha mostrato molto

profondità psicologica nella costruzione dei loro personaggi. Quando scoppiò la Grande Guerra, ricoprì un incarico nell'esercito austro-ungarico. Tuttavia, da allora l'autore austriaco ha chiarito la sua posizione contro la guerra, quindi è stato dichiarato non idoneo alla battaglia.

Prima moglie e consacrazione letteraria

Zweig ha completato una vasta produzione scritta tra le sue opere giornalistiche, romanzi, opere teatrali, biografie, saggi e traduzioni. Riferimenti ai suoi numerosi viaggi compaiono in molti dei suoi testi, sebbene Salisburgo sia stata la sua città di residenza per quasi due decenni. Lì visse insieme a Friderike Maria Burger von Winternitz, che fu sua moglie dal 1920 al 1938.

Lo scrittore viennese raggiunse l'apice della letteratura negli anni '20. alcuni suoi libri -Momenti stellari dell'umanità (1927), per esempio: Sono diventati i migliori venditori del loro tempo.. Nonostante il successo editoriale, il consolidamento del nazismo nel decennio successivo rese sempre più difficile la pubblicazione dei suoi libri.

Seconda moglie, viaggio e morte

Negli anni precedenti la seconda guerra mondiale, il suo lavoro fu bandito dai regimi fascisti in Germania e in Italia. Nel 1939, la scrittrice viennese sposò Charlotte Elisabeth Altmann. Dopo lo scoppio della guerra, lui e la moglie si stabilirono per alcuni mesi a Parigi. Poi hanno attraversato Londra, Stati Uniti, Repubblica Dominicana, Argentina e Uruguay.

Infine, la coppia si stabilì a Petrópolis, in Brasile, dove si suicidarono (per overdose di sedativi) 22 febbraio 1942. A questo proposito, la sua prima moglie scrisse che Zweig era stato un uomo molto incline alla depressione per lunghi periodi sin dalla sua giovinezza. Il quadro globale dei primi anni Quaranta era probabilmente troppo deprimente per lui.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.