2. E un altro di poliziotti e investigatori "cattivi" (o molto sbagliati)

E dopo i "buoni" poliziotti e investigatori, tocca a quelli che mi piacciono di più: i cattivi ". Quelli che hanno ceduto a vizi di ogni genere o alla corruzione e al male senza contemplazioni, con premeditazione, tradimento e notturna. Ne ho scelti anche altri sei di diverse nazionalità, ma ognuna più scura. E ovviamente ce ne sono molti altri.

Per i lettori romanzo nero che non smettere di pensare a questioni morali e non hanno paura dei tacos che tendono ad abbondare nelle bocche sporche di queste cattive creature - sì, ce ne sono alcune che lo fanno. E a quelli con un'anima pura che si pentono di avere quei vizi -che ci sono anche-. Ma quelli le nature imperfette sono l'essenza di questi personaggi.

Due yankees, due italiani, un irlandese e un norvegese

Cosa condividono?

Sono tutti più che degni rimproveri, castighi e disprezzo, abominio e rifiuto. Nel mondo reale, sarebbero in prigione e alcuni con una pena permanente che può essere rivista o direttamente condannata alla pena capitale se andiamo in determinati territori yankee. Qui forse stavano camminando per strada o tirando la coperta dal trullo.

Quello che lo merita di gran lunga di più, per essere uno dei poliziotti più corrotti e criminali creato di recente, è il Dennis Malone di Don Winslow. Ma, e qui sta il suo grande potere di attrazione, è quello che si arriccia di più in quella parte del cuore che anche noi sentiamo.

In realtà, condividono tutti quel potere, in misura maggiore o minore: quello di rappresentare il bene ma sii cattivo o, almeno, soccombere ad esso, o alle sue paure e debolezze. Sono riflessi diversi dei più marci, sporchi e fragili che tutti possiamo avere e portare fuori a un certo punto e che vediamo quotidianamente nella vita reale. Ed è già noto che la realtà supera sempre la finzione.

E la cosa migliore di quell'attrazione: che possiamo giustificarli per le stesse mille ragioni le condanniamo. È di più, fino a quando ci piacciono e li ammiriamo, almeno all'interno delle pagine di un libro. Per strada ... Uffa, l'ho sempre detto. Se è reale e trovi quell'animale selvatico alcolizzato di quasi 2 metri che è Harry Hole, cambi marciapiede fisso.

CW Sughrue - James Crumley

Recentemente ho scoperto CW (Chauncey Wayne) Sughrue su L'ultimo bel bacio e mi sono divertito molto. ricercatore privato che ha praticato negli anni '70, exmarino, un veterano del Vietnam, lo conosciamo poco più che quarantenne, con un aspetto molto brutto e un rapporto lungo e pericoloso con lui. alcol e droghe.

È altresì amoroso, non ama volare e tende a entrare in ogni possibile pasticcio che coinvolge baldoria e tanta birra. Il viaggio che fa in quel primo titolo per trovare un marito infedele che sta cercando il suo ex e la sua attuale moglie diventa delirante quando lo trova e vanno insieme a cercare una ragazza scomparsa. Ebbene, loro due e Fireball, il cane anche lui alcolizzato del proprietario di un posto squallido.

Anche questo è scritto in prima persona, un'altra delle mie debolezze letterarie, e trasuda umorismo e molto declino ha inserito Sughrue nella mia lista di uccisioni irrevocabili. Peccato che James Crumley non abbia avuto il riconoscimento del pubblico, nonostante lo abbia ottenuto dalla critica e abbia vinto diversi premi.

Denny Malone - Don Winslow

Corruzione della polizia es MEGLIO Ho letto da molto tempo e sicuramente la mia lettura dell'anno scorso. UN cronaca sensazionale di poliziotti e criminali corrotti, traffico di droga e aspre critiche alla società più marcia in cui viviamo.

E il suo protagonista, il favoloso e più che temibile sergente DPNY Dennis Malone, è andato dritto sul podio di quei personaggi che divorano la mia anima in sette frasi e un gesto e rimangono per sempre con un altro pezzo del mio cuore letterario. Il peggio del peggio, il più canaglia, tradimento e ipocrisia portati all'ennesima potenza. E ancora ti trafigge le viscere con emozione e orrore in parti uguali. In altre parole, una gioia.

È uno di quelli letture obbligatorie, obbligatorie e dal decreto legge per tutti gli amanti del genere più nero, crudo e brutale.

Marco Tanzi - Romano De Marco

Tanzi è stato uno dei migliori poliziotti milanesi fino a quel momento diventa più sporco delle mani nei casi di corruzione e finisce in galera. Esegue la sua condanna, ma finisce per strada, come una piaga per la moglie, che ha tradito con quella del suo compagno e migliore amico, Luca Betti, e sua figlia. È una bestia cattiva e quindi vuole continuare, dimenticata. Ma quando viene a sapere che sua figlia adolescente è scomparsa, la bestia riemerge e questa volta nessuno lo fermerà.

Davanti, tuttavia, ha un lunga strada di redenzione personale che non cerca Né vuole, ma sta guadagnando grazie alla sua riflessione benevola e compassionevole che è Betti.

Rocco Schiavone - Antonio Manzini

Qualche tempo fa ho letto un commento di qualcuno che si lamentava del quantità di tacos che si leggono nei romanzi di Antonio Manzini, precisamente nell'ultimo, 7-7-2007, e soprattutto da parte di tremendo vice commissario Schiavone, Romano in esilio forzato nella polizia di Aosta. In altre parole, si leggono romanzi gialli e quello che può essere più scandalizzato è che Manzini ha un po 'di tacos. Naturalmente ero sbalordito.

Era curioso che lo scandalo non fosse a causa del grande predilezione per quella canna che Schiavone non risparmia una mattinata. Né da la banda di colleghi per tutta la vita che sono i peggiori in ogni casa, ma il meglio di un'amicizia indissolubile e indiscutibile.

Non ci fu nemmeno clamore per l'esilio / punizione di Schiavone da una Roma di cui conosceva il suo peggior volto e dove lui stesso si era corrotto fino alle sopracciglia. Una corruzione che gli è quasi costata il matrimonio con un moglie che adorava, ma che comunque pagava a caro prezzo e in modo più che traumatico.

Comunque, come va molte ragioni con cui Schiavone può scandalizzare, ma l'ultimo è perché dice più o meno tacos. Che è anche italiano, amico ...

Jack Taylor - Ken Bruen

irlandese. Tutto è stato detto sul vizio più antico, l'alcol. Ma accompagna tutto in questo ex poliziotto con la bocca troppo grande e troppo gusto per le privazioni, quello che viene espulso e va all'inchiesta privata. Peccato che non abbiano tradotto più titoli di questi romanzi brevi e incisivi, pieni di umorismo molto corrosivo e dialoghi perfetti. Taylor è il più cupo antieroe che conosco da molto tempo.

Harry Hole - Jo Nesbø

Sì per la fine più. E quello, nel mio umile ma vasto cuore per gli animali più smarriti delle forze dell'ordine, è per il norvegese Harry buco. Ma Non mi dilungherò molto più con questa creatura di cui ho parlato qua e là tante volte.

Metto in risalto solo quello che ho scritto su di lui tanto tempo fa: qual è il perfezione dell'imperfezione per tutto. Il finale creativo del protagonista di un romanzo poliziesco. Il piacere di ammira il peggio e il meglio allo stesso modo della condizione umana, ma goditela ancora di più potendola ammirare la sua tremenda fragilità.

anche qualcuno si lamentava recentemente vorrei che Hole non avesse «quel brutto vizio dell'alcol». Ma wow E cosa sarebbe Harry Hole senza alcol? Se quello fosse l'unico dei suoi difetti e debolezze ... Alla fine, bisogna sempre ricorrere ai cliché e dire come nei film: «Ehi, non crederci, è un film. Bene, quello.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)