Eduardo Galeano e il 12 ottobre

eduardo-galeano.jpg

Ieri, nel giorno della nostra festa nazionale, abbiamo celebrato l'arrivo di Cristoforo Colombo in America, un'impresa oceanica che ha segnato l'inizio di un periodo di splendore e proiezione esterna per la Spagna. I nostri antenati portarono in Europa piante sconosciute, nuovi cibi, la promessa di argento e oro e un vasto territorio inesplorato da esplorare, colonizzare e sognare.

Viene da chiedersi se la scoperta dell'America sia stata così positiva per quelli dell'altra sponda, quelli vinti dall'acciaio, dal fuoco e dall'ambizione dei conquistatori. E quando si parla di perdenti, non bisogna pensare alle attuali nazioni americane, fondate da crillos e meticci. Non sono le vittime di Pizarro e Cortés, ma le loro figlie emancipate. Ecco perché festeggiano anche il 12 ottobre. Dobbiamo cercare le autentiche sconfitte della conquista oggi nelle comunità e nelle culture indigene che sopravvivono male.

Il tempo è passato, ma la persecuzione degli indigeni continua. In un vecchio articolo recuperato ieri da www.ecoportal.net, l'autore di Memoria del fuoco, l'uruguaiano Edoardo Galeano, Scrive: «Dopo cinque secoli di attività in tutta la cristianità, un terzo delle giungle americane è stato annientato, molta terra è sterile e fertile e più della metà della popolazione mangia sauté. Gli indiani, vittime della più gigantesca espropriazione della storia universale, continuano a subire l'usurpazione degli ultimi resti delle loro terre e continuano ad essere condannati alla negazione della loro diversa identità. A loro è ancora proibito vivere a modo loro, a loro è ancora negato il diritto di essere. All'inizio, il saccheggio e l'altriicidio furono compiuti nel nome del Dio del cielo. Ora si sono adempiuti nel nome del dio del progresso ".

L'articolo è intitolato "12 ottobre: ​​niente da festeggiare" ed è una denuncia dura e lucida delle iniquità che il capitalismo, mascherato da civiltà, infligge ancora ai figli della terra. La sua lettura mi sembra indispensabile. 

-Maggiori informazioni su Eduardo Galeano: 1, 2 3.   


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Analdo Aglets suddetto

    DA EDUARDO GALEANO… TUTTO BENE, RIFLESSIONI, VERITÀ, UMORE NELLA REALTÀ, SIGNORE DEL PENSIERO E DELL'ANALISI.