Conoscevi le librerie fisiche di Amazon?

Amazon

Fin dalla sua istituzione nel 1994, Amazon, l'azienda che Jeff Bezos Mira a diventare il più grande gigante commerciale di Internet nel mondo, ha anche iniziato da tempo il suo "viaggio fisico". Ed è che se la febbre di Internet non bastasse, Amazon ha anche iniziato a distribuire i propri supermercati, negozi di mobili e, ovviamente, librerie in tutto il mondo. Vuoi conoscere le librerie fisiche di Amazon?  

La conquista fisica dell'Amazzonia

Quando nel novembre 2015 Amazon ha deciso di aprire il suo primo negozio fisico, Libri Amazon, nella sua nativa Seattle, i librai fisici e il mondo intero si chiedevano se fosse l'ultimo colpo di ironia del colosso commerciale rispetto a un mercato, quello dei libri fisici, che ha spremuto sempre di più negli ultimi anni.

Ed è che dalla sua nascita ventitré anni fa, Amazon ha reinventato il mondo dello shopping facilitando l'acquisizione di vari prodotti, soprattutto libri, attraverso un solo clic e dopo una spedizione in 24 ore la cui efficacia ha portato molte librerie fisiche tradizionali per ripensare l'attività e persino chiudere i battenti.

Con sei negozi aperti finora (a Seattle, San Diego, Chicago, Portland e due in Massachusetts), il concetto di libreria fisica di Amazon è semplice: esporre in un negozio quelli libri con un punteggio minimo di 4 stelle sul loro sito web, garantendo vendite sicure. A complemento si aggiungono vari espositori dei diversi dispositivi della serie Kindle Fires, lo stesso che ha rivoluzionato il mondo dell'editoria grazie all'ebook quasi dieci anni fa, simulando l'esempio di altre aziende come Google che hanno anche iniziato a fare i loro recenti passi in questo di esporre i loro prodotti al mondo tra i dipinti alle pareti.

E anche se i molti librai che perseguitano le attività fisiche di Amazon non si fidano della sua lunga vita a giudicare dall'unico 5mila libri in ogni negozio, L'azienda di Jeff Bruges ha già elaborato il suo piano per conquistare le superfici fisiche: i famosi supermercati Amazon Go, senza cassieri e con prodotti freschi, seguiti da un eventuale negozio di mobili dove il cliente può vedere come appare quel letto sui propri mobili per acquistarlo al momento. Ma è il mercato editoriale che l'azienda intende esplorare ulteriormente con fino a sei nuovi negozi da aprire nei prossimi mesi, essendo quello situato a Columbus Circle, a New York, previsto per questa primavera, il più ambizioso di tutti con un ampliamento di 4mila mq.

Sarà solo nei prossimi mesi che vedremo se Amazon riuscirà a conquistare anche un mercato fisico che, a quanto pare, potrebbe essere qualcosa di grosso a questo punto.

O forse no.

 

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.