Charles Dickens. L'uomo che ha inventato il Natale.

Affrontiamolo. Un Natale senza Charles Dickens non è Natale o altro. Un Natale senza di lui signor Paperone, il suo partner Jakob marley, il suo bonario nipote, il suo dipendente dimesso Bob cratchit e senza di lui piccolo tim non è natale. E ovviamente senza i fantasmi del Natale passato, presente e futuro. Non c'è Natale senza di lui A Christmas Carol di questo scrittore inglese, uno dei più grandi della letteratura mondiale, non solo sassone.

È stato rilasciato un nuovo film sulla sua figura e come ha ideato la sua storia più immortale o senza dubbio più popolare. L'uomo che ha inventato il Natale Nel cast Dan Stevens, Christopher Plummer e Jonathan Pryce, tra gli altri.  E in attesa anche l'ennesima serie che la BBC (ovviamente) ha preparato per queste date. Diamo ancora una svolta a questo classico essenziale e questa nuova versione cinematografica della sua gravidanza.

Il germe

Ovviamente Dickens Non ha inventato il Natale, ma attraverso questa storia è riuscito a reinventarlo o riscoprirlo. Ha segnato o ha saputo trasmettere e descrivere tutta una serie di stereotipi, costumi o ambientazioni che sono stati stabiliti o resi di moda grazie a lui.

Ha scritto A Christmas Carol solo prima del Natale 1843 e in esso voleva catturare i suoi ricordi nel sud-est dell'Inghilterra. Lì, nella zona rurale dove è cresciuto, c'era un pianoforte dove si suonavano i canti natalizi e sua madre cucinava il tacchino al posto dell'oca. È anche curioso che abbia nevicato molto dove gli inverni erano generalmente miti. E quella neve, onnipresente nella storia, sarebbe già un elemento fondamentale nel resto dei racconti che sarebbero stati pubblicati in seguito.

A Christmas Carol è anche il file critica sociale da Dickens alla dura situazione che ha vissuto durante un viaggio a Manchester, dove ha assistito alle difficoltà della classe operaia. È iniziato come un file articolo per segnalare soprattutto l'abuso del lavoro minorile. Ed è finita per essere una storia il cui tema, emozioni e sentimenti sono ancora molto presenti dopo 170 anni.

Il successo del romanzo è stato immediato e molto grandi e sono stati venduti 6.000 copie nella prima settimana. Dickens ha saputo entrare in contatto con migliaia di quei cittadini che, come lui, hanno ricordato con nostalgia un semplice Natale, lontano da fabbriche, treni a vapore, inquinamento e pessime condizioni di vita.

Il film

È stato rilasciato negli Stati Uniti e nel Regno Unito, ma qui non si sa quando o se arriverà. Questo basato sul libro di Lee Standiford titolo omonimo. Racconta la storia con tocchi magici che indossava alla creazione di Ebenezer Scrooge (Christopher Plummer), il piccolo Tim e il resto dei personaggi classici di A Christmas Carol.

Sono state sei settimane in cui lo scrittore ha vissuto un momento importante Bump nella sua carriera dopo il fallimento dei suoi ultimi tre romanzie gli editori principali hanno rifiutato la sua idea di una storia ambientata intorno al Natale. È diretto da Bharat nalluri e ci mostra come Dickens (Dan Stevens) ha mescolato l'ispirazione della vita reale con la sua immaginazione più vivida per evocare quei personaggi indimenticabili e una storia già senza tempo. 

Distribuzione

  • Charles Dickens - Dan Stevens
  • Ebenezer Scrooge - Christopher Plummer
  • John Dickens - Jonathan Pryce
  • Jakob Marley - Donald sumpter
  • Kate Dickens - Morfydd clark

Mostra a Londra. Il fantasma di un'idea: scoprire una storia di Natale.

La mostra è stata presentata al 48 Doughty Street nel quartiere centrale di Bloomsbury a Londra. Era La prima casa di famiglia di Dickens, che vi si trasferì nel 1837 con la moglie Catherine e il loro primo figlio. Allora era un giornalista usando lo pseudonimo di Boz.

In questa casa-museo si incontra la più grande collezione di oggetti e effetti personali del romanziere e della sua famiglia e continua ad aumentare i negozi perché non c'è abbastanza spazio per esporre tutto. Sono esposti anche vari costumi usati dagli attori nel film. La mostra sarà aaperto fino al 25 febbraio 2018. Un motivo in più per visitare Londra.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Jessica Arce suddetto

    Buona giornata

    Sai per caso se questo film è stato già trasmesso in America Latina? Aspetto questo film dall'anno scorso. Quello che mi piace di più vedere a Natale sono le varie versioni che sono state portate fuori da questa meravigliosa storia, la prima che ho visto è stata la versione dei Looney Toons e la mia preferita è quella in cui si esibisce Bill Murray.