Cappuccetto Rosso

Cappuccetto Rosso.

Cappuccetto Rosso.

L'origine della versione più conosciuta di Cappuccetto Rosso risale a una raccolta di resoconti orali del XVII e XVIII secolo. Il primo volume registrato risale al 1697 ed è caratterizzato da parti piuttosto rozze della narrazione. Più tardi, i fratelli Grimm si incaricarono di appianare quei dettagli crudeli, così come i segmenti erotici inclusi nelle prime versioni dell'opera.

Allo stesso modo, l'aristocratico francese Charles Perrault ha aggiunto una morale (non considerata fino ad allora) per rendere chiaro l'avvertimento alle ragazze per quanto riguarda i pericoli di fidarsi di estranei. I fratelli Grimm hanno anche fatto riferimento al testo scritto da Ludwig Tieck in una seconda raccolta intitolata Rotkäppchen, pubblicato nella sua raccolta di racconti Kinder und Hausmärchen.

Biografia dei fratelli Grimm

Nato in una famiglia borghese in Germania, Jacob (1785-1863) e Wilhelm (1786-1859) erano i più anziani di un totale di sei fratelli. Hanno conseguito una laurea in giurisprudenza presso l'Università di Marburg. Lì hanno creato legami di stretta amicizia con il poeta Clemens Brentano e lo storico Friedrich Karl von Savigny, amicizie che sarebbero state la chiave delle loro opere di compilazione.

Brentano era anche un folclorista, probabilmente la sua influenza era fondamentale nei criteri di i fratelli grimm per quanto riguarda la superiorità della narrativa popolare sulla letteratura colta. Wilhelm Grimm si dedicava principalmente al lavoro di ricerca relativo alla cultura medievale. D'altra parte, Jacob ha scelto lo studio meticoloso della filologia della lingua tedesca.

Si trasferirono all'Università di Göttingen nel 1829. Poi, dal 1840 in poi, rimasero a Berlino come membri della Royal Academy of Sciences.. Oltre alle loro rinomate collezioni letterarie, i fratelli Grimm hanno pubblicato testi didattici (pedagogici) e lavori sulla ricerca linguistica. In effetti, sono diventati i precursori del primo volume del Dizionario tedesco e, a causa della complessità della lingua, non è stato completato fino agli anni '1960.

Cappuccetto Rosso di Charles Perrault

Questa versione del XVII secolo ha chiare indicazioni dell'idiosincrasia aristocratica della corte di Luigi XIV - a cui apparteneva Perrault - in combinazione con alcuni elementi della tradizione popolare francese. Il messaggio principale del testo è quello di intimidire i bambini spericolati o molto birichini rappresentando il lupo come un vero pericolo.

Tuttavia, la Cappuccetto Rosso Perrault non era specificamente diretto ai bambini, perché la società aveva un approccio all'infanzia molto diverso da quello che è oggi. La figura del lupo come vera minaccia deriva dalla morte dei pastori causata dai cani (molto comune a quei tempi). Allo stesso modo, il lupo è un riferimento esplicito a uomini malvagi, con desideri perversi nei confronti delle ragazze.

Riepilogo della versione dei fratelli Grimm

La nonna malata e il lupo

La protagonista di Cappuccetto Rosso ha preso il nome dal cappuccio rosso che indossava sempre. All'inizio della storia era una ragazza molto ingenua e amorevole, particolarmente attaccata a sua nonna. Un giorno sua nonna si ammalò, così la madre di Cappuccetto Rosso le chiese di portarle un cesto di cibo. Ma lungo la strada un lupo iniziò a seguirla e interrogarla. La ragazza ha spiegato che sarebbe andata a casa della nonna a portarle da mangiare perché era malata.

Il trucco del lupo

Il lupo ha suggerito che se avesse portato dei fiori, sua nonna sarebbe stata ancora più felice di vederla. Poi, Cappuccetto Rosso era felicemente distratto mentre raccoglieva fiori mentre il lupo faceva la sua mossa. Quando raggiunse la sua destinazione, aprì la porta; Preoccupata, ha chiamato sua nonna ... nessuno ha risposto, così Cappuccetto Rosso è andato nella stanza, dove ha trovato il lupo travestito sul letto.

I fratelli Grimm.

Dopo il suggestivo dialogo (su orecchie, occhi, naso e bocca del lupo) noto a tutti i bambini da generazioni, il lupo ha finito per mangiare la ragazza. Poi l'animale malvagio ha fatto un pisolino molto profondo.

Il miracoloso salvataggio

Un cacciatore che passava vicino alla capanna sentì il russare del lupo e andò a sparargli con il suo fucile, ma si trattenne dal pensare che la padrona di casa potesse essere dentro. Infatti, aprendo la pancia del lupo addormentato, il cacciatore è riuscito a salvare la nonna e Cappuccetto Rosso. Subito dopo, ha riempito lo stomaco di pietre e il cane è morto per il loro peso. Infine, nella versione dei fratelli Grimm c'è un secondo tentativo da parte di un lupo che ancora una volta ha cercato di ingannare Cappuccetto Rosso ... Ma la ragazza e sua nonna hanno condotto il lupo con l'odore del cibo in una trappola mortale, dopodiché , nessun altro ha cercato di danneggiarli di nuovo.

Analisi e temi di Cappuccetto Rosso

Cambiamenti nel finale e rappresentazione degli aspetti erotici

Le modifiche più evidenti apportate dai fratelli Grimm sono l'aggiunta di un lieto fine e l'esclusione delle parti più erotiche. Questo rispetto alle versioni precedenti e alla pubblicazione di Charles Perrault. Anche se viene mantenuto il contesto subliminale della conversazione "sensoriale" tra il lupo e Cappuccetto Rosso.

La persistenza di tratti popolari

I temi popolari più rappresentativi in ​​tutte le versioni di Cappuccetto Rosso appartengono al rango delle manifestazioni popolari. L'intertestualità si manifesta chiaramente in tutto il lavoro, poiché gli stessi personaggi rimangono in situazioni diverse in tutte le sue storie orali e pubblicazioni scritte. Allo stesso modo, si osserva un linguaggio colloquiale più caratteristico delle classi popolari che delle ricche élite europee.

La vera magia

Non può quindi mancare l'elemento fantasioso e soprannaturale. (per esempio: quando il cacciatore apre l'addome del lupo e fa rivivere Cappuccetto Rosso con sua nonna). Allo stesso modo, la personificazione del lupo è sia una rappresentazione di una reale minaccia del tempo sia una metafora delle molestie degli uomini con intenzioni perverse nei confronti delle ragazze.

Carlo Perrault.

Carlo Perrault.

L'immancabile "Yin Yang"

Cappuccetto Rosso contiene il simbolismo tipico della letteratura per l'infanzia dell'eterna disputa tra il bene e il male, incarnato dalla ragazza e dal lupo. Ovviamente, Cappuccetto Rosso rappresenta tutta l'innocenza e l'ingenuità dell'infanzia. Al contrario, il lupo è completamente spregevole, vile e avido. Inoltre, questa storia tocca la questione della maturità quando spiega le conseguenze della disobbedienza della figlia per aver ignorato la madre.

La morale dell'apprendimento applicato

Il momento della disobbedienza si trasforma in apprendimento alla fine della versione dei fratelli GrimmBene, quando appare un secondo lupo, Cappuccetto Rosso e sua nonna sono pronti a prendersi cura di se stessi. L'ambizione è un altro dei temi descritti, riflessa nell'eccessiva gola del lupo, che, non soddisfatto di mangiare la nonna, divora anche Cappuccetto Rosso.

Genitorialità mal esercitata

Come dettaglio importante, si potrebbe interpretare che la madre di Cappuccetto Rosso sia un personaggio piuttosto sbadato per aver mandato sua figlia da sola nella foresta. Nella compilation dei fratelli Grimm, la costruzione dei personaggi secondari è molto ben supportata, poiché analizzando la nonna, è nota la sua condizione di persona vulnerabile, che ha bisogno di assistenza per garantire il suo benessere.

L'eroe

Le cattive azioni del lupo finiscono per portare inevitabilmente alla sua morte per mano di un eroe silenzioso (che può simboleggiare un padre e una figura protettiva): il cacciatore. Il messaggio universale implicito di Cappuccetto Rosso Si tratta di "non parlare agli estranei", quindi, è stata una narrazione che ha trasceso i confini, i tempi e le classi sociali.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.