Biografia e opere di Horacio Quiroga

Foto di Horacio Quiroga.

Lo scrittore Horacio Quiroga.

Horacio Silvestre Quiroga Forteza (1878-1937) era un narratore che per tutta la vita è stato attratto a scrivere sulla natura e sull'amore. Tuttavia, queste storie hanno evidenziato una vita piena di tragedie; ha perso molti intimi e le sue storie d'amore non hanno avuto un lieto fine.

Si è appoggiato ad alcuni movimenti di scrittura d'avanguardia, modernismo e naturalismo, e utilizzato per collocare la natura come un nemico degli esseri umani. Era considerato uno dei migliori narratori dell'America Latina, non solo ai suoi tempi, ma di tutti i tempi.

Biografia

Primi anni di vita e famiglia

Horacio è nato in Uruguay il 31 dicembre 1878Ha vissuto gran parte della sua vita in Argentina. Sua madre era Pastora Forteza e suo padre Facundo Quiroga, morto in seguito a un incidente con il suo fucile al rientro dalla caccia. Horacio, a quel tempo, aveva 2 mesi.

Sua madre ha sposato Mario Barcos, un uomo che ha vinto l'affetto di Quiroga. Nel 1896 il patrigno dell'autore ebbe un ictus che lo lasciò senza parole e semi paralizzato: Barcos divenne così depresso che si sparò alla bocca con i piedi, mentre Horacio aprì la porta della stanza.

studi

Foto di Horacio Quiroga con un cappello.

Lo scrittore Horacio Quiroga.

Nella capitale del suo paese natale, ha completato il liceo.a, durante la sua giovinezza l'autore ha mostrato il suo interesse per la vita in campagna, la fotografia e la letteratura. Era un giovane osservatore, in alcuni laboratori del Politecnico e all'Università dell'Uruguay ha imparato vari compiti senza alcuna intenzione di qualificarsi.

Durante i suoi giorni universitari trascorreva del tempo in un laboratorio, lì un giovane lo interessava anche di filosofia ha lavorato sui giornali La rivista y La Reforma. Questa esperienza lo ha aiutato a perfezionare il suo stile e ad ottenere riconoscimenti. Fino al 1897 scrisse ventidue poesie, che sono ancora conservate.

Inizi letterari

Il Consistorio del Gay Sabre era un gruppo letterario che fondò all'inizio della sua carriera nel 1900, fu lì che sperimentò formalmente come narratore. Nel 1901 pubblicò il suo primo libroTuttavia, in quell'anno morirono i suoi due fratelli e il suo amico Federico, che uccise accidentalmente quando fu colpito da una pistola.

Il dolore di queste tragedie, soprattutto quello dell'amico, ha costretto l'autore a stabilirsi in Argentina, dove ha viaggiato nella giungla delle missioni ed è riuscito a raggiungere la maturità come professionista e scrittore. È stato istruito come insegnante e ha ottenuto un lavoro di insegnante presso il National College di Buenos Aires.

Horacio e il suo oscuro amore

Horacio ha insegnato spagnolo, e nel 1908 si innamorò di Ana María CiresB, fu costretto a supplicare i suoi genitori di permettere loro di sposarsi. Alla fine hanno accettato, la coppia è andata a vivere nella giungla e ha avuto 2 figli; ma Ana non era felice di vivere lì e decise di suicidarsi nel 1915.

L'autore ha deciso di tornare a Buenos Aires con i suoi figli; ha lavorato come segretario presso il Consolato Generale dell'Uruguay. A quel tempo, ispirato dall'importante viaggio nella giungla, Quiroga produsse opere importanti, tra cui: Racconti della giungla, pubblicato nel 1918.

Gli ultimi anni e la morte

Negli ultimi dieci anni della sua vita, Horacio ha sposato María Elena BravoAvevano una figlia e si stabilirono nella giungla di Misiones. Non gli permettono di trasferire la sua posizione al Consolato a causa di un cambio di governo, anche la sua seconda moglie si è stancata della vita nella giungla ed è tornata a Buenos Aires, questo ha frustrato l'autore.

La loro separazione non ha impedito a Maria e alla figlia di accompagnarlo quando si è ammalato. Quiroga tornò a Buenos Aires per farsi curare, soffriva di cancro alla prostata. Il 19 febbraio 1937 lo scrittore decise di porre fine alla sua vita per intossicazione cianidrica, questo dopo aver vissuto circondato da tragedie.

Fabbrica

Collage di foto di Horacio Quiroga

Varie foto di Horacio Quiroga.

I libri di fiabe hanno caratterizzato la penna di Quiroga, sono diventati classici per la letteratura; rifletteva la sua realtà attraverso la scrittura senza trasformare le sue storie in un racconto della sua vita. Alcune delle opere più significative del "grande maestro del racconto latinoamericano" erano intitolate:

- Barriere coralline (1901).

- Storia di un amore oscuro (1908).

- Racconti d'amore, follia e morte (1917).

- Racconti dalla giungla (1918).

- Anaconda e altre storie (1921).

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)