Eduardo Mendoza: Biografia e migliori libri

Biografia e migliori libri di Eduardo Mendoza

Vincitore del Premio Planeta nel 2010 e del Premio Cervantes nel 2016, Eduardo Mendoza è uno dei grandi scrittori spagnoli del nostro tempo. Diretto e spontaneo, lo stile si nutre di arcaismi che esplorano le sfumature più diffuse del nostro linguaggio, accompagnando spesso le storie di personaggi marginali in un mondo incompreso o, meglio, un Paese spagnolo visto da diverse prospettive. Ci immergiamo nel biografia e migliori libri di Eduardo Mendoza. Vieni?

Biografia di Eduardo Mendoza

Immagine segnaposto Eduardo Mendoza

Nato a Barcellona l'11 gennaio 1943, Eduardo Mendoza è figlio di un pubblico ministero, Eduardo Mendoza Arias-Carvajal, e di una casalinga, Cristina Garriga Alemany, che a sua volta era la sorella dello storico Ramón Garriga Alemany. Dopo aver studiato in varie scuole religiose, si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università Autonoma di Barcellona nel 1965 e successivamente ha viaggiato in giro per l'Europa, è stato in quel periodo che ha ottenuto una borsa di studio per studiare Sociologia a Londra, seguita dal suo lavoro come consulente per un tempo in Spagna fino a quando nel 1973 si presentò l'opportunità di esercitare come Traduttore delle Nazioni Unite negli Stati Uniti.

Sarebbe in questo paese da cui posterei il suo primo e più iconico romanzo, La verità sull'affare Savolta, considerata da molti un'opera visionaria, poiché fu la prima a dare i segni di un passaggio politico che sarebbe stato confermato pochi mesi dopo con la morte di Franco. Un lungometraggio d'esordio trasformato in un bestseller che ha confermato la capacità dell'autore di esprimere la realtà spagnola da un prisma e una prospettiva diversi, più precisamente quello di una città di Barcellona trasformata in una tela per la maggior parte delle sue opere. Questo romanzo gli è valso il Premio della critica in 1976.

Tre anni dopo, la pubblicazione di Il mistero della cripta infestata, una combinazione di parodia e romanzo gotico, ha continuato il successo del suo precedente romanzo per iniziare una nuova saga: quella del detective senza nome che sarebbe anche protagonista di tre due volumi, Il labirinto degli ulivi (1982), L'avventura delle signore Toilet (2001) e The entanglement of the bag and life (2012).

Dopo essere tornato in Spagna nel 1983, Mendoza ha continuato a lavorare come traduttore sia nella sua nativa Barcellona che in altre città come Vienna o Ginevra. Un lavoro che ha sempre abbinato alla pubblicazione delle sue opere, essendo La città dei prodigi, lanciato nel 1986, quello considerato il suo capolavoro, ovvero il curioso Nessuna notizia da Gurb, una storia pubblicata a puntate su El País in occasione dell'arrivo di uno straniero a Barcellona nei mesi precedenti i Giochi Olimpici del 1992.

Nel 1995 inizia a insegnare all'Università Pompeu Fabra, a Barcellona, ​​unendo la sua attività alla scrittura e alla sperimentazione altri generi come il racconto, il saggio o anche il teatro. Tutto questo irradia un'ironia e un sarcasmo che macerano una bibliografia inconfondibile e uno stile totalmente riconoscibile.

Oltre al già citato Critics Award, Mendoza ha vinto premi come il Premio Kafka, il Premio Medici, il Premio Elle Magazine, il Premio della Fondazione José Manuel Lara, il Premio Cervantes o il Premio Planeta, che vinse con lo pseudonimo di Ricardo Medina con il suo romanzo Riña de gato. Madrid 1976.

Prolifico e attivo, l'ultima versione di Mendoza è stata Las barbas del propeta, una rivisitazione di vari passaggi della Bibbia.

I migliori libri di Eduardo Mendoza

La verità sul caso Savolta

La verità sul caso Savolta

Il primo lavoro di Mendoza è stato pubblicato mentre viveva negli Stati Uniti, rivoluzionando il panorama culturale e sociale spagnolo in quanto complesso. Nonostante il titolo I soldati della Catalogna, un titolo posto il veto dalla dittatura franchista, il nuovo nome non è stato un problema per avere un grande impatto. Il protagonista, Javier Miranda, è un giovane di Valladolid che partì per Barcellona in cerca di lavoro nel 1918, un periodo travagliato a Barcellona a causa dell'insurrezione delle classi proletarie e del contrattacco della borghesia da parte di teppisti. Il libro è stato pubblicato pochi mesi prima della morte di Franco, vincendo il Premio della Critica un anno dopo.

Ti piacerebbe leggere La verità sul caso Savolta?

Il mistero della cripta infestata

Il mistero della cripta infestata

La prima puntata della serie poliziesca anonima fu pubblicata nel 1979 dopo un periodo in cui lo stesso Mendoza decise di trascorrere del tempo lontano dalla Spagna per "divertirsi" a scrivere. Ecco come questo miscuglio di romanzo gotico e nero in cui il commissario Flores, che indaga sulla scomparsa di una ragazza di madri lazzariste, si ritrova con l'aiuto di un criminale con poche luci rinchiuso in prigione da cinque anni. Primo titolo di una saga di quattro romanzi pubblicati fino al 2012.

Hai letto Il mistero della cripta infestata?

Nessuna notizia da Gurb

Nessuna notizia da Gurb

Uno dei I romanzi più famosi di Mendoza e una di quelle che è meglio emersa nella cultura popolare è questa curiosa storia pubblicata da articoli su El País e ambientato nei giorni precedenti ai Giochi Olimpici di Barcellona. Una storia che racconta il protagonista di un alieno arrivato da un altro pianeta alla ricerca di Gurb, un altro alieno mimetizzato a Barcellona sotto il corpo di Marta Sánchez. La scusa perfetta per viaggiare in quella Spagna surreale e pittoresca attraverso diversi luoghi e celebrità di un tempo e di uno spazio.

Da non perdere Nessuna notizia da Gurb.

La città dei prodigi

La città dei prodigi

Pubblicato nel 1986 e immediatamente convertito in uno dei i capolavori di Eduardo Mendoza, La città dei prodigi È ambientato nella città di Barcellona tra il percorso delle Esposizioni Universali tenutesi nel 1888 e il 1829. Il periodo in cui si sviluppò Onofre Vouvila, un giovane umile che rappresenta quelle classi inferiori della città tra la propaganda anarchica e la vendita della crescita dei capelli, dopo facendo Usando le sue astuzie e la mancanza di scrupoli, finisce per diventare uno degli uomini più ricchi di Spagna. Radiografia di un'epoca adattata da Mario Camus al grande schermo nel 1999.

Lotta tra gatti. Madrid 1936.

Cat fight Madrid 1936

Il lavoro che ha sollevato Mendoza come vincitore del Premio Planeta nel 2010 È ambientato nella Madrid all'alba della Guerra Civile, una scena in cui si dispiega l'inglese Anthony Whitelands, che arriva a decifrare il valore di un dipinto appartenente a Primo de Rivera e che potrebbe cambiare il corso della più grande guerra del nostro paese paese per tutto il XNUMX ° secolo. Come una commedia come conseguenza della tragedia, l'autore fornisce un'opera solida, totalmente degna della sua lode.

Leggere Lotta tra gatti?

Quali sono, secondo te, i file migliori libri di Primo de Rivera?

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.