75 anni dopo la battaglia di Stalingrado. Alcuni libri su di lei

Oggi 2 per febbraio sono soddisfatte 75 anni dalla fine della battaglia di Stalingrado. E per quelli di noi che ne sono appassionati Seconda Guerra Mondiale, l'assedio e la lotta in quella città del Volga È uno dei suoi episodi più decisivi del periodo terribile per l'umanità che fu quella gara.

Per me in particolare è speciale perché, per documentare uno dei miei romanzi, ho voluto leggere alcune cose. Mi è bastato La battaglia di Stalingradodal romanziere e storico William Craig. Ma senza dubbio è opera di Anthony Beevor forse il più noto. Oggi do uno sguardo ad altri titoli rappresentativi come quello di Zaitsev, il cecchino più famoso di Stalingrado, o quello del maresciallo tedesco Da Paul. Vale come a omaggio e memoria a quei giorni disastrosi.

Stalingrado (oggi Volgograd) è e sarà sinonimo di uno dei file Le battaglie più famose e decisive della seconda guerra mondiale. Probabilmente insieme a quello di Kurks, nel luglio 1943, la più grande battaglia di carri armati del concorso, ha segnato decisamente il segno della guerra. Con migliaia di storie e protagonisti, gli storici non smetteranno mai di raccontarcene e il suo background per la narrativa continuerà ad essere infinito.

El cinema di guerra Ci ha messo delle immagini in più occasioni, ma mi sono rimaste alcune delle più famose: Nemico alle porte (2001)dal francese Jean Jacques Annaud. Protagonista Joseph Fiennes, Jude Law, Ed Harris e Rachel Weisz, raccontava la finzione dello scontro tra i cecchini Vasili Záitsev e Erwin König. Y Stalingrado, un film molto difficile di 1993, una coproduzione tedesca e svedese, che narra la storia di un gruppo di soldati tedeschi e i suoi terribili ultimi giorni in città.

Il dottore di Stalingrado - Heinz G. Konsalik

La storia inizia già in 1943. Dopo la sconfitta di Stalingrado, il medico militare Fritz bohler viene catturato dai russi insieme a centinaia di soldati e vengono inviati a campo di prigionia. Già nel 1949 Böhler ei suoi compagni stanno ancora cercando di sopravvivere alla loro prigionia. Ma quando uno dei prigionieri tedeschi subisce un attacco di appendicite, Böhler decide di rischiare un intervento chirurgico, il che complicherà ulteriormente la sua situazione.

Le ultime lettere de Stalingrado - Anonimo

En 1954 è stato pubblicato in Germania questo libro che ha raccolto il frammenti di 39 lettere scritte e inviate dai militari tedeschi negli ultimi giorni della battaglia. Secondo l'editore del libro, le autorità naziste hanno confiscato gli ultimi sette sacchi di posta che potevano essere trasportati. I contenuti sono stati studiati e censurati e le lettere non sono mai arrivate ai destinatari.

Ma anni dopo sono riapparsi nel Archivi militari di Potsdam e sono stati recuperati per la pubblicazione. Ma si è scoperto che erano diversi, non falsi, ma non erano nemmeno documenti autentici. Tuttavia, come ulteriore testimonianza di quella che potrebbe essere stata anche la "verità" della battaglia di Stalingrado.

Stalingrado e io - Friedrich Von Paulus

Questi sono i ricordi di comandante e maresciallo von Paulus, comandante della sesta armata tedesca, che finì per cedere le sue truppe devastate a Stalingrado. Si tratta di una storia straordinaria che ci dà risposte da una prospettiva privilegiata di quanto accaduto. E questo è documento storico di prima mano e fondamentale, ma anche un racconto unico di la sua vita personale e militare, e soprattutto, delle circostanze che lo hanno segnato in quei mesi decisivi.

Memorie di un cecchino a Stalingrado - Vasily Zaitsev

Vassili Zaitsev era un Cacciatore degli Urali con obiettivo infallibile e questo fu dimostrato nella battaglia di Stalingrado, dove, secondo le sue stesse parole, “uccise 242 tedeschi, inclusi più di dieci tiratori nemici ”. Questo libro è il racconto personale di la sua esperienza nella guerra, molto diverso da quello mostrato nel film di Annaud ”. Con quella di Von Paulus è la storia dell'altra parte, vincitrice, ma anche testimone della ferocia di quella che è stata considerata la battaglia più sanguinosa della Seconda Guerra Mondiale.

La battaglia di Stalingrado - William Craig

Nemico alle porte Bevi dalle parti e dagli eventi raccontati in questo libro di Craig. È il culmine del duro lavoro che comprendeva cinque anni di ricerca, durante il quale l'autore ha viaggiato attraverso i paesi coinvolti, studiando documenti e intervistando molti sopravvissuti. Il risultato ci mostra lal volto più umano di tanti suoi protagonisti ed è un mosaico di eventi reali e personaggi della grande tragedia che hanno vissuto.

Stalingrado - Anthony Beevor

probabile il libro più famoso o conosciuto. Il lavoro di Beevor è stato elogiato da specialisti storici ed è diventato un Best seller internazionale. Beevor ha condotto a un'indagine approfondita negli archivi russo e tedesco, estraendone le lettere e le testimonianze di ignoti. Ha anche interrogato i sopravvissuti di entrambe le parti per ricostruire l'esperienza complessiva vivida da tutti i protagonisti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.