6 romanzi storici. De Roa, Pellicer, Lara, Durham, Aurensanz e Molist

Vacanze, spiaggia, piscina, lettini, pisolini eterni, tempo libero… Alla ricerca della disconnessione tra aperitivo, calcio, gelato e drink. Esercizi di memoria, di altri ricordi di altre estati, di altri tempi. E la mente più libera di scoprire più storie.

Si tratta di 6 romanzi storici di 6 autori che conoscono storie come Jorge Molist, Sebastián Roa o Carlos Aurensanz. Ma sono anche David A. Durham, Javier Pellicer ed Emilio Lara.

Ribellione - David A. Durham

Questo è il nuovo libro dell'autore di best seller L'orgoglio di Cartagine. Una nuova svolta sulla figura immortale di spartacus, il leggendario gladiatore, e la rivolta degli schiavi che guidò e quasi sottomise Roma e le sue invincibili legioni. L'americano Durham, autore anche di fantastici romanzi, ci racconta quella che forse è la ribellione più famosa della storia da punti di vista diversi e opposti.

Saranno suoi spartacus, il gladiatore la cui determinazione e, soprattutto, grande carisma trasformano una fuga di prigione in una ribellione multiculturale che sfiderà un impero. Anche da quello di Astera, il cui contatto con il mondo degli spiriti e i suoi presagi guideranno lo sviluppo della ribellione.

Lo vediamo anche con gli occhi di Nonus, un Soldato romano che si muove su entrambi i lati del conflitto nel tentativo di salvare la vita. E da quelli di Laelia e Hustus, due pastorelli che vanno con gli schiavi. E lo vediamo dal lato romano, con Kaleb, uno schiavo al servizio di Crasso, il senatore e comandante romano incaricato di reprimere una presunta semplice rivolta di schiavi.

L'orologiaio di Puerta del Sol - Emilio Lara

Ci accompagna Lara, jiennese, dottoressa in antropologia e laureata in scienze umanistiche 1866 Londra e ci introduce alla storia di un uomo tanto reale quanto sconosciuto per la maggior parte dei lettori. Era Jose Rodriguez Losada, l'orologiaio leonese che ha costruito forse i due orologi più famosi al mondo, quello del Puerta del Sol e Big Ben.

Nel romanzo, per ragioni politiche ha Losada esiliato della Spagna assolutista di Ferdinando VII e ora vive a Londra, dove riceverà l'ordine urgente di riparare il big ben. Ma c'è anche qualcuno del suo passato che lo guarda mentre pone fine alla sua vita. Ma intanto José vive e lavora solo per costruire un orologio con un meccanismo rivoluzionario. La domanda sarà se avrà successo o meno.

Canzone di sangue e oro - Jorge Molist

Uno dei grandi del genere storico è Molist e questo romanzo lo è stato Premio Fernando Lara quest'anno. In esso ci racconta la storia di Costanza, che a soli tredici anni, deve abbandonare la sua famiglia, il suo paese e tutto ciò che ama per sposare uno sconosciuto molto più grande di lei. Suo padre, il re di sicilia, è in grave pericolo e necessita di tale alleanza. Ma Carlo d'Angiò, fratello del re di Francia, invade il regno e lo uccide.

Pietro III, Il marito di Constanza viene incoronato Re d'Aragona e promette che vendicherà suo padre e riconquisterà il regno di cui è erede. Pedro, considerato un re debole, affronta le tre maggiori potenze del XIII secolo: la Francia, il papa e Carlo d'Angiò, diventato imperatore del Mediterraneo.

Annibale Leoni - Javier Pellicer

Questo scrittore valenciano presenta il suo nuovo romanzo dove andiamo Penisola iberica del III secolo a.C. C. Il capo degli eserciti cartaginesi è Annibale Barca e in loro si radunano molti popoli iberici che si sono uniti a lui. Annibale vuole conquistare Roma e, per questo, attraverserà le Alpi nella più grande impresa compiuta dall'uomo fino ad allora. Là dovrà affrontare Publio Cornelio Scipione e le sue legioni, che cadranno davanti a lui. Per adesso ...

È interpretato da tre personaggi, ognuno più diverso dall'altro: Leukon, un celtiberico che si unisce alla lotta lasciandosi alle spalle la sua amata; Alcón, un iberico saguntino tormentato dalla colpa del tradimento; Y Tabnit, un ufficiale cartaginese che custodisce un segreto indicibile.

Il re del giocatore - Carlos Aurensanz

Un altro nome di spicco del genere e autore della trilogia di Banu qasi, questo scrittore navarrese ci presenta questo nuovo romanzo.

Siamo nel regno di Navarra nel 1188. Tudela ospita la Corte e vive un momento di effervescenza. L'intera città si sta trasformando dopo aver espulso i musulmani. Il nuova chiesa collegiata È in costruzione ed è necessario occupare il sito della vecchia moschea. Nicholas, apprendista scalpellino di origine borgognona, lavora alla sua demolizione quando il pavimento sembra cedere sotto i suoi piedi.

Al suo ritorno durante la notte scoprirà una cripta nascosta e, in essa, apparentemente dimenticata, uno scrigno Musulmano con a pergamena dentro. Quella sarà la scoperta che segna non solo il proprio destino, ma quello di tutti coloro che ne conoscono l'esistenza, quello del regno di Navarra stesso e, forse, quello di tutta la cristianità.

La lupa di al-Andalus - Sebastian Roa

Un altro grande autore storico, Roa è Aragonese di nascita e valenziana di adozionee ha una lunga storia di successi.

In questo romanzo siamo metà del XII secolo. L'ultima grande taifa di Al Andalus è nel suo momento più splendido. E a capo di quel regno ci sono un uomo e una donna: il re lupo, discendente musulmano di cristiani e salito al trono per i propri meriti, indurito nelle guerre di frontiera e fedele osservatore dei suoi patti con i cristiani; e il tuo preferito, Zobeyda, una donna di leggendaria bellezza e intelligente, che cerca di soddisfare una strana profezia.

Ma attraverso lo Stretto stanno affilando le armi gli eserciti Almohad, la macchina militare governata dal fanatismo che ha abbandonato le montagne africane annientare i cristiani. Nel frattempo, i cristiani della penisola iberica sembrano più preoccupati delle loro rivalità che di unirsi per difendere le terre. A) Sì, solo King Wolf e Zobeyda stanno tra gli invasori ei re del nord.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.